Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

Arriva “Divina”. Chi se non Anna Mazzamauro?


In scena la vita oltre i riflettori, al buio del rancore.

Con la straordinaria interpretazione dell’intramontabile Anna Mazzamauro, sbarca sul palcoscenico del Martinitt una prima assoluta per Milano. Una brillante commedia francese, riadattata dalla stessa Mazzamauro, che -tra ironia, veleno, rancore e vendetta, ma anche toccanti introspezioni- pone ancora una volta l’amletico dubbio: essere o non essere? Per Divina (e non solo) è tempo di gettare la maschera e quel che c’è dietro potrà non piacere…

Un appuntamento esplosivo. In scena dal 19 ottobre al 5 novembre.

Scritta originariamente per Amanda Lear, la nuova commedia in scena al Teatro Martinitt -in anteprima assoluta sulla piazza di Milano- sembra invece cucita a pennello addosso alla personalità forte, esplosiva e dirompente di Anna Mazzamauro, che incarna alla perfezione il titolo –DIVINA- e interpreta magistralmente il copione, da lei stessa riadattato. Una diva adulata nella vita, idolatrata in tv, abbagliata dai riflettori e dal successo, non vede l’insidia dietro l’angolo. Quando la tegola si abbatte su di lei, perde ancora di più il contatto con la realtà e si smarrisce nel desiderio di vendetta. Nella continua proiezione verso un ideale di donna che non interessa più, è stata incapace di vivere davvero. E persino quando sembra voler riprendere in mano la propria vita, quel suo essere-non-essere torna fuori, a scapito di tutto e tutti. Una commedia glamour che racconta la solitudine di chi si perde dietro un altro se stesso, lo squallore dietro i lustrini, la trappola dell’effimero, l’ineluttabilità del vero essere.

DIVINA è una commedia di Jean Robert-Charrier, adattata da Anna Mazzamauro, diretta da Livio Galassi, con Anna Mazzamauro (Divina), Massimo Cimaglia (Jean Baptiste), Giorgia Guerra (Emilie), Michele Savoia (Jean Louis) e Lorenzo Venturini (Eros). Produzione E20inscena.

Traduzione Giulia Serafini, Musiche Sasà Calabrese, Scene e Costumi Domenico Franchi, Abiti per Anna Mazzamauro Massimo Castagno.

Indovina Divina? Sta per calare il sipario! Una star televisiva il cui show è il più popolare della tv dorme sonni tranquilli, ma non sa che stanno per farla fuori. Nessun vero delitto, ma la solita vecchia legge del più giovane. Al suo devoto assistente l’ingrato compito di comunicarle che la produzione ha deciso di chiudere il programma per lanciare una conduttrice più “fresca”. Specchio, specchio delle mie brame… Divina escogiterà un modo per restare la più bella del reame: pur di non sparire dallo schermo coinvolgerà un vecchio amante e accetterà la conduzione di una folle trasmissione di cucina. Tra pentole, casseruole e frullatori regnerà il caos cosmico…

Info e prenotazioni:

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano - Tel. 02 36.58.00.10 - Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 22 euro, ridotto 16 euro.


Il Martinitt
Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2000 abbonamenti in 7 stagioni) che crede davvero nei nuovi talenti di casa nostra, tanto da riservare loro il suo palcoscenico in esclusiva e da aver indetto il concorso “Una Commedia in cerca d’autori”, dedicato ad autori tra i 18 e i 40 anni. Riflettori sempre puntati anche sulla danza. E ora c’è anche il cinema di quartiere!

Commenti