Passa ai contenuti principali

LA CASA DELLE STORIE - Nuova stagione


La Casa delle Storie – Stagione 2017/18

Spettacoli interattivi per bambini e adulti da anni 6 a 96!

Con Salvatore Aronica, Francesca Biffi, Veronica Franzosi, Francesca Giorgi, Valentina Grancini, Luca Liberatore, Federico Lotteri, Giovanni Lucini, Mattia Maffezzoli, Paola Passarello

Assistente della Rana Bila: Elisabetta Milani
Adattamenti e regia Giovanni Lucini

“La Casa delle Storie” torna con una nuova stagione sia nel foyer del Teatro della Luna, alla domenica mattina, che in quello delTeatro Manzoni di Milano, al sabato pomeriggio.


Calendario al Teatro della Luna
Domenica 8 ottobre ore 11.00 - Cappuccetto Rosso
Domenica 29 ottobre ore 11.00 - La Bella Addormentata
Domenica 5 novembre ore 11.00 – Il lupo e i sette capretti
Domenica 12 novembre ore 11.00 – Hansel e Gretel
le date della seconda parte della stagione sono in via di definizione


Calendario al Teatro Manzoni

Sabato 21 Ottobre ore 15.30 – I Tre Porcellini
Sabato 18 Novembre ore 15.30 - Il Pifferaio Magico
Sabato 20 Gennaio ore 15.30 – Hansel e Gretel
Sabato 17 Marzo ore 15.30 – Cappuccetto Rosso


La Casa delle Storie è un progetto teatrale dedicato a tutta la famiglia.

Si gioca, si ride e ci si diverte e con la leggerezza del sorriso si comunica e ci si relaziona.

Il principio del fare, del partecipare, dell’interagire, dello scoprire divertendosi sono gli ingredienti base dei nostri spettacoli.

La partecipazione è organizzata a gruppi, misti o suddivisi tra bambini e adulti, dove l’incontro tra le persone mantiene viva la circolarità e la continuità della vita, aiutando a manifestare spirito di tolleranza e solidarietà reciproca.

La Drammaturgia Musicale intreccia la Drammaturgia Teatrale, diventando il canale dove il bambino può veicolare emozioni che, a volte, sono solo racchiuse nel suo cuore.

Proponiamo le Fiabe Classiche che, per loro natura, non hanno confini di età, rispettate nei contenuti originali e nel loro valore pedagogico, sono state adattate per la partecipazione del pubblico, ma il loro messaggio universale è a disposizione di chiunque lo voglia ascoltare.

Sono denominate Fiabe da SPETTATTORI per l’insita duplice valenza del ruolo di spettatore e attore.
---------------------------

Schede spettacoli:

IL LUPO E I SETTE CAPRETTI

Un Lupo affamato simpatico e maldestro, tanti capretti giocherelloni e una mamma affettuosa che si deve allontanare… e poi, caproni scalcianti, apicoltori danzerini, fornai gioiosi… in un carosello di personaggi da interpretare divertendosi. Un inno all’eterno gioco del teatro fatto con gusto e passione e con il piacere di condividere e stare insieme! Semplici ingredienti per uno spettacolo allegro e ricco d’azione!

I bambini amano questa fiaba perché esprime il loro intimo bisogno di avere accanto a sé un genitore o un adulto che gli faccia da guida, che gli dia forza per riconoscere, affrontare e vincere i pericoli. Il fatto che il più piccolo dei capretti si salvi rappresenta per il bambino una fonte di continua speranza e incoraggiamento per affrontare i pericoli del mondo.

Di Mamma Capra emerge un’immagine forte e rassicurante che, grazie al profondo dolore per la perdita dei capretti-figlioletti, trova la forza di combattere e sconfiggere il lupo. Fa sentire al bambino che non sarà mai solo nella vita e che potrà trovare in lei e, in senso più ampio, nell’adulto, l’aiuto di cui ha bisogno. E ciò è di giovamento per entrambi.

CAPPUCCETTO ROSSO

Entra il pubblico…e subito tutti in scena!

Chi vestito da Cappuccetto Rosso, chi da albero, chi da cacciatore… tutti pronti ad entrare nel mondo magico della fiaba.

Nel suo tragitto dalla casa della mamma alla casa della nonna, Cappuccetto Rosso incontra molti personaggi e viene accompagnata da gruppi di amici che ne condividono le esperienze. Si ride e si scherza, ma il Lupo è lì che aspetta in agguato… ma come si narra, la vittoria sul Lupo è alla fine assicurata. E’ così che la fiaba di Cappuccetto Rosso ci ricorda come, nonostante le disavventure del vivere, sia possibile continuare ad amare la vita ed apprezzarne la bellezza.

HANSEL E GRETEL

Hänsel e Gretel sono due bambini, fratello e sorella, a cui piace molto giocare e inventare filastrocche che poi propongono ai propri compagni di gioco. La fame e la povertà costringono i genitori ad abbandonarli nel bosco.

In questa avventura teatrale Hänsel e Gretel incontrano molti amici con cui condividono difficoltà e pericoli, tutti con la stessa voglia di vincere le proprie grandi paure per poterne, poi, ridere e gioire insieme. Il vagare nel bosco, la scoperta della casetta di marzapane, la prigionia dalla strega, diventano condizioni-occasioni per scoprire nuovi tesori dentro di sé: indipendenza in pensieri e azioni, fiducia in sé stessi, intelligenza e capacità di modificare le abitudini passate.

I TRE PORCELLINI


Basta un naso di gomma e un paio d’orecchie da Lupo e il pubblico è pronto a farsi guidare dagli attori nel gioco di questa fiaba.

Lo spettacolo racconta che occorre sviluppare intuito e lungimiranza per riconoscere e così resistere alle lusinghe del Lupo, nonché arguzia per non cadere nei suoi numerosi tranelli. Solo così il porcellino può riuscire a costruire la sua vita, simboleggiata dalla solida casa di mattoni.

“I Tre Porcellini” racconta al bambino i vantaggi del diventare grande e gli ricorda che per fare ciò deve affrontare delle prove, deve anche fallire, per poter crescere. Mostrando la possibilità di vincere il male, rappresentato dal Lupo, questa fiaba infonde quel bene prezioso che è la speranza nel futuro.

IL PIFFERAIO MAGICO

La leggenda del Pifferaio di Hamelin ancora oggi continua ad affascinare e a rimanere avvolta nel mistero.

Alla fiaba originale dei fratelli Grimm questa versione teatrale aggiunge il lieto fine, come suggerì lo scrittore inglese dell’Ottocento Robert Browing.

Come narra la leggenda, l’eccessivo attaccamento alle cose, il non mantenere le promesse, una certa avarizia di attenzioni verso i bambini e i ragazzi può portare a perderli. Solo l’esperienza del vuoto, dato dalla loro assenza, porterà gli adulti di Hamelin a ravvedersi e ad acquisire la consapevolezza di ciò che è veramente importante.

Gli ingredienti usati per raccontare questa fiaba sono gli stessi che contraddistinguono “La Casa delle Storie”: possibilità di partecipare alle storie grazie al coinvolgimento diretto, scoperta del senso dell’avventura, possibilità di giocare e scoprire realtà nuove e un gran divertimento per tutti.

LA BELLA ADDORMENTATA

La Bella Addormentata affascina per la sua poesia, vive nel regno del “tempo sospeso”.

Fate, Giullari, Nobiluomini e Paggi sono avvolti da una magia che incanta e trasporta tutti nel sogno!

Questo sonno è molto simile ai momenti in cui, ciascuno di noi, si racchiude in sé lasciando fluttuare libero il proprio mondo interiore e che, in questa presunta “passività”, scopre ricchezza di fermenti, idee e rinnovamenti.

Non ci può essere una Principessa senza un Principe, come a dire, il femminile e il maschile sono necessari l’uno all’altro, uno attiva l’altro, la maturità è l’espressione del raggiunto equilibrio tra questi due elementi che, per estensione di significato, sono anche presenti contemporaneamente in ciascuno di noi.

Questa fiaba ci ricorda che non sempre si deve agire freneticamente, anzi, a volte, è necessario rallentare o anche fermarsi.

Instilla in ogni bambino, sia femmina che maschio, l’idea che anche un evento “atteso come una maledizione” ha in realtà le conseguenze più felici e che non bisogna averne paura.

La scelta del tempo, importante in ogni fase della vita, lo è anche per il Principe che dovrà arrivare… l’attesa rende armonico il loro incontro: lei si ridesta e il mondo rinasce… grazie a un bacio!

Si consiglia sempre l’acquisto anticipato. La modalità dello spettacolo non prevede palcoscenico né posti assegnati.

Lo spettacolo si svolge nei foyer dei teatri. Per facilitare gli spostamenti e per favorire l’interazione, il pubblico verrà fatto accomodare su tappeti o sedie. Si consiglia un abbigliamento informale.

È necessaria la presenza di un adulto ogni 3 bambini.


Prezzi

Bambini fino a 3 anni
€ 5,50 + prev.

Da 3 a 12 anni
€ 11,00 + prev.

Adulti
€ 15,00 + prev.

www.lacasadellestorie.it

www.facebook.com/CasaDelleStorie

https://twitter.com/casadellestorie

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide