Passa ai contenuti principali

il CETEC Dentro/Fuori San Vittore il 20 luglio con "Le sedie" all'Estate Sforzesca

Foto di Elena Savino
Giovedì 20 luglio 2017 alle ore 21, all'interno dell'Estate Sforzesca, va in scena: “LE SEDIE”, un nuovo lavoro del CETEC Dentro/Fuori San Vittore in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano. 

“LE SEDIE” è un concerto di voci, un Work in Progress teatrale contro la violenza di genere, storie strappate alle cronache dei giornali, storie raccolte nelle case per donne maltrattate, storie di violenze a volte subite, a volte denunciate, restituite alla comunità in modo poetico, emozionante e musicale. 

Ci si trova di fronte a un Teatro d'Arte Sociale che si rivolge a un pubblico di tutte le età e, in particolare, ai giovani. Sulla scena una compagnia allargata che include in modo originale attrici detenute e non, musicisti e testimoni civili, creando un progetto in viaggio, replicabile e itinerante. 

Così la storica compagnia del CETEC Dentro/Fuori San Vittore coinvolge ne “LE SEDIE” anche giornaliste, psicologhe, avvocate, donne con sordità e rifugiate, cittadine, testimoni e "lettori" di alcune storie di violenza ma anche, e soprattutto, di storie di rinascita... Dopo la partecipazione della giornalista Livia Grossi al Prologo de “LE SEDIE” all'Edge Festival 2017, con una storia raccolta da una rifugiata africana; la coreografa Claudia Casolaro sarà la danzatrice ospite in scena il 20 luglio, interpretando coi movimenti la storia vera donata da una giovane sorda, Clarissa. 

“LE SEDIE”, vuote o occupate, danno così voce e “parlano” oltre le barriere, in modalità e linguaggi diversi per prevenire violenza e dare futuro, dando vita a uno spettacolo indirizzato a tutti. Un’ azione di teatro alta perché comunitaria e artistica al te mpo s te sso. 

Lo spettacolo all'Estate Sforzesca e l'intero progetto si collega alla campagna nazionale #Postoccupato creata dalla giornalista siciliana Maria Andaloro e alla sedia vuota di Palazzo Marino voluta da Diana De Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano. «Questo progetto nasce dal #Postoccupato che abbiamo portato anche in consiglio Comunale a Milano e, grazie al lavoro della regista teatrale Donatella Massimilla, delle attrici detenute di San Vittore, di artiste e artisti come Gilberta Crispino, Fabrizio Russotto, Marta Maria Marangoni, Claudia Casolaro, Alessia Punzo, insieme a psicologhe, giornaliste e cittadine, ci aiuta a raccontare, riconoscere e prevenire i maltrattamenti, le discriminazioni e le violenze ancora troppo diffuse su tutto il territorio nazionale», ha dichiarato Diana De Marchi, la Consigliera comunale e Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano 
«Partecipare a questa tappa dell'Estate Sforzesca de “LE SEDIE” vuol dire assistere alla partenza di un viaggio artistico e di testimonianza attiva contro la violenza di genere, dal cuore della città di Milano alle periferie, dal nostro territorio a quello nazionale, da nord a sud... contro la violenza non solo sulle donne, ma anche su tutti quegli uomini che non si sono mai riconosciuti nel ruolo di maschio più forte rispetto a un sesso più debole. Insieme, donne e uomini, artisti e cittadini, per un voluto, necessario, originario, profondo, antropologico, radicale Cambiamento...». Ecco la dichiarazione di intenti della regista e direttrice artistica Donatella Massimilla. 

Non poteva mancare in questa circostanza l'ApeShakespeare - To Bee or not to Bee, prima ape car nazionale di street theatre e street food delle attrici cuoche ex-detenute di San Vittore, pronta a dar ristoro al pubblico presente con acque aromatizzate, bevande naturali e bio, stuzzichini. 

“LE SEDIE - Work in Progress teatrale contro la violenza di genere” 
Regia e drammaturgia: Donatella Massimilla 
Con Barbara, Cristina, Dana, Francesca, Mariangela, Renata, Stefania, Carolyne, Violeta Collaborazioni artistiche: Gilberta Crispino, Marta Marangoni, Paola D’Alessandro, Fabrizio Russotto, Alessia Punzo e con la partecipazione della coreografa e danzatrice Claudia Casolaro 
Esperte: Dorotea Ausenda, Cristina Perrilli, Renata Averna, Camilla Mele 
Musiche dal vivo a cura di Gianpietro Marazza e Paola D'Alessandro 
Esperta di Accessibilità: Martina Gerosa 
Assistente: Gaia Fossati 
Sedie sceniche a cura di T12-lab 
Costumi a cura della compagnia, in collaborazione con Edge Festival 2017 Oltre le Barriere e ALTERMUSA Carcere e arti sceniche 
Si ringraziano Lady Lovers e Laura Chiossone autrice dello spot "Stand Against Violence" realizzato anche in supporto ai progetti del CETEC contro la violenza di genere. 

ORARI: ingresso dalle h 20. Inizio h 21. PREZZI: biglietto unico 10€, acquistabile direttamente alla biglietteria presso l'ingresso principale del Castello. Per prenotazioni: organizzazionecetecedge@gmail.com

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide