Passa ai contenuti principali

Festival dell’Himalaya


Un arcobaleno di musica e colori dedicato alla pace interiore al benessere sociale e alla cura dell’ambiente

Teatro Il Maggiore Verbania - sabato 15 luglio 2017
mostra nel foyer ore 17 - concerto ore 20.30
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
offerto dalla Fondazione Lama Gangchen per una cultura di pace
Un’occasione di festa, di conoscenza reciproca e di esperienze culturali vi aspetta al Festival dell’Himalaya: un evento in cui potrete scoprire le originali atmosfere artistiche himalayane e il loro adattamento alla cultura occidentale.

Alle ore 17, nel foyer del teatro, i monaci inizieranno la costruzione di un sacro mandala di sabbie colorate, dedicato alla pace interiore, mondiale e con l’ambiente. Il mandala verrà dissolto alla fine dell’evento, secondo la tradizione buddhista. Ospiterà anche una mostra di rare tavole di medicina tradizionale himalayana, e un’esposizione di arte sacra, di libri, di musica e di oggetti di artigianato. Sarà anche possibile ricevere informazioni sul centro di Albagnano e sulle attività di Help in Action Onlus a sostegno delle popolazioni himalayane.

Lo spettacolo, presentato da Marco Columbro (noto attore, show-man e ricercatore spirituale), spazierà dalle sonorità tradizionali della regione himalayana, eseguite dai lama e dai monaci, alle loro trasformazioni e adattamenti alla cultura occidentale. Il suono asiatico dei mantra che si fonde con la musica pop europea regala all’ascoltatore nuove e originali prospettive sonore.

Il concerto delle United Peace Voices sarà preceduto dalle performance delle cantanti soliste Iosonoaria, che ha appena pubblicato il singolo 100 sorrisi, dal quale eseguirà un brano, e Simona Eugenelo per Yanchen Lamo peace sound.

Il famoso artista di street-art 2501 eseguirà una performance pittorica dal vivo.

La scelta del Teatro Il Maggiore non è casuale ma è il luogo ideale per una festa tra vicini di casa e una buona occasione per ricambiare l’ospitalità del Verbano offrendo un assaggio della cultura himalayana. Infatti, a pochi chilometri da Verbania, da quasi vent’anni T.Y.S Lama Gangchen ha fondato l’Albagnano Healing Meditation Centre, un centro di studio e pratica di buddhismo, nell’accogliente e graziosa Albagnano di Bee (VB). Visitandolo, si potranno ammirare le preziose statue e gli originali arredi sacri della sala di meditazione, il Tempio del cielo sulla terra, oppure partecipare ai tanti seminari, laboratori e attività organizzati durante tutto l’anno. Nell’ampio parco si può visitare un’autentica yurta (tenda) mongola.

Oltre a far conoscere il messaggio di guarigione e di pace dello scienziato interiore Buddha Shakyamuni qui in Occidente, Lama Gangchen si adopera a sostegno delle popolazioni himalayane e ha fondato, a questo scopo, la Help in Action Onlus che, nei suoi venticinque anni di attività, ha realizzato migliaia di programmi di adozione a distanza di bambini, anziani e monaci. Ha anche finanziato la costruzione di ambulatori sanitari e acquedotti, nonché la riforestazione di alcune zone desertiche.

Il gruppo musicale United Peace Voices festeggia il ventennale dal suo esordio. Rispondendo al desiderio di Lama Gangchen di adattare il buddhismo alle sonorità occidentali, la formazione ha esplorato diverse possibilità di arrangiamento delle antiche melodie in forma moderna, ed ha all’attivo più di 32 pubblicazioni in collaborazione con la IRMA Records.

Possa il suono violento trasformarsi in suono non-violento, in suono pacifico, ora e sempre!

T.Y.S. Lama Gangchen

Programma

NEL FOYER, dalle ore 17

· costruzione di un mandala di sabbie colorate a cura dei monaci tibetani

· esposizione di rare tavole di medicina tradizionale himalayana

· arte sacra, libri, musica, artigianato, calligrafia tibetana

· informazioni sulle attività di Help in Action Onlus a sostegno delle popolazioni himalayane

· info-point dell’Albagnano Healing Meditation Centre


IN TEATRO, dalle ore 20.30

· Preghiera per la pace interiore, mondiale e con l’ambiente guidata dai lama

· Performance di canti tradizionali tibetani e mongoli

· Interpretazioni delle soliste Iosonoaria

· Simona Eugenelo per Yanchen Lamo peace sound

· Concerto delle United Peace Voices

· Dediche finali e dissoluzione del mandala


Durante il concerto il famoso street-artist 2501 realizzerà un’opera pittorica

www.2501.org.uk


AHMC.ngalso.net - helpinaction.org -



con il supporto di

MARCO POLO Srl Milano - IRMA Records

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide