Passa ai contenuti principali

SPETTINATA - Evento speciale al Teatro Trastevere




L'Associazione Culturale Teatro Trastevere 
presenta

Spettinata

scritto e diretto da Emanuele Bilotta

Con:

Alberto Brichetto, Barbara Ciolli, Chiara Formichella, Federica Balducci, Letizia Di Stefano, Liliana Stanziani,Ludovica Resta, Monica Taglione, Noemi Giansanti.

cantanti soprano: Caterina Sebastiano e Cristina Speziale.

danzatrice: Ornella Lorenzano.

“Una donna sola, tante donne”cit.

“Quando il pensiero diventa una gabbia e le ombre si fanno più scure sono tante le strade da percorrere. Un viaggio nel non detto, negli sguardi. Un percorso emotivo dove le emozioni sono protagoniste ignare della scena. Visi di donne, volti corrucciati, sorrisi aperti.Tanti luoghi caratterizzano il non luogo del cervello. L’essere tutto e il contrario di tutto. E al centro la violenza. Fisica, morale, psicologica. La violenza di uomini sulle donne. Di donne verso altre donne. La parola sbagliata, quella non detta. Carne strappata dalle viscere della terra. Grembo materno che si sfalda. Come possiamo salvarci finché siamo soli?”

L'Associazione Culturale Teatro Trastevere ha il piacere di ospitare nelle date del 30 giugno e 1 e 2 luglio l'Evento fuori Stagione “Spettinata”, scritto e diretto dal giovane regista Emanuele Bilotta.

Lo Spettacolo nasce dopo un lungo percorso formativo, in cui è stato affrontato lo studio dei testi “I Monologhi della Vagina” di Eve Ensler e “Psicosi delle 4 e 48” di Sarah Kane: uno spettacolo di “donne che parlano alle donne”, sperando che gli uomini comprendano. Uno spettacolo amorale, viscerale, che spera di rendere reali “i mondi bellissimi” ed “i mostri mentali” che una donna può percepire. Un coro di voci che esortano altre voci a rimanere vive, a pretendere di più, ripetendosi incessantemente “te lo meriti”.

“Ti meriti un amore che ti voglia Spettinata”cit.

Nella pièce si discute di violenza, sopraffazione: la donna è al centro dell’indagine in quanto “specchio della società”, perchè una donna triste è sempre l'immagine di una società malata. L'obiettivo dello Spettacolo è mostrare tutte le possibilità a cui una decisione chiara e forte porta, e lasciare che lo spettatore stesso possa creare una propria “idea di scelta”.

“Non spiegare al bambino che toccando il fuoco si brucia, ma lasciarlo scottare per scegliere se rifarlo”cit.

Uno spettacolo da scoprire quindi, arricchito dalle musiche inedite di Federico Brini, allievo della Music Academy di Milano del maestro Roberto Cacciapaglia, già compositore, per Emanuele Bilotta, della colonna sonora di Incubo di una notte di mezza Estate, portato in scena nel 2016.

Dal percorso, nascerà una mostra fotografica, firmata da Clelia Carbonari.

Vi aspettiamo dunque a Teatro.




SPETTINATA

30 GIUGNO, 1 e 2 LUGLIO.

Teatro Trastevere,via Jacopa de Settesoli 3,00153 Roma

orari: martedì-sabato h 21.00, domenica h 17.30

contatti: 06.5814004 info@teatrotrastevere.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol