Passa ai contenuti principali

DIVO NERONE – OPERA ROCK IL MUSICAL PIÙ INFUOCATO DELLA STORIA



Debutto mondiale di 
DIVO NERONE – OPERA ROCK 
IL MUSICAL PIÙ INFUOCATO DELLA STORIA 

Una colossale opera musicale ispirata al famoso imperatore romano Dal 7 Giugno 2017 Roma rivivrà, nei luoghi che hanno fatto la storia, i fasti imperiali dell’epoca neroniana. La produzione Nero Divine Ventures porterà in scena il più sensazionale spettacolo d’intrattenimento made in Italy mai realizzato. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo. 

Con: 
il 2 volte Grammy Awards Franco Migliacci
il 3 volte Premio Oscar Dante Ferretti 

il 3 volte Premio Oscar Francesca Lo Schiavo 
il Premio Oscar Gabriella Pescucci 
la partecipazione straordinaria del Premio Oscar Luis Bacalov 
e con la Regia di Gino Landi 

Nell’estate 2017 Nerone infiammerà ancora Roma. A tempo di musica. In anteprima mondiale “Divo Nerone – Opera Rock”, il più sensazionale spettacolo d’intrattenimento made in Italy mai realizzato, si preannuncia una sfida realmente senza precedenti, che farà vivere un’esperienza irripetibile, in una location unica al mondo, mai destinata ad evento tanto spettacolare quanto maestoso. 

L’opera rock offrirà uno scenario epico, affascinante ed unico, prendendo vita all’interno della Vigna Barberini sul Colle Palatino, affacciata direttamente sul Colosseo, dove nel 2009 gli archeologi portarono alla luce resti della Coenatio Rotunda, la sala da pranzo della Domus Aurea di Nerone, che ruotava seguendo i movimenti del sole. 


Per la prima volta l’eccellenza italiana della musica, del teatro e del cinema, ha collaborato per creare un progetto artistico destinato ad entrare nella storia: il vincitore di 2 Grammy Awards Franco Migliacci, il regista e coreografo dei più acclamati musical italiani Gino Landi, il 3 volte Premio Oscar Dante Ferretti scenografo di grandi produzioni hollywoodiane, Francesca Lo Schiavo anche lei 3 volte Premio Oscar per arredo e decoro, la stimata costumista Premio Oscar Gabriella Pescucci e il contributo eccezionale del Premio Oscar Luis Bacalov


Il controverso e leggendario imperatore della dinastia giulio-claudia, interpretato da Giorgio Adamo, sarà l’assoluto protagonista di “Divo Nerone – Opera rock” firmato da Nero Divine Ventures in partnership con Ernesto Migliacci, che ne cura la produzione artistica per Dueffel Music. È il più imponente impegno organizzativo promosso finora da Nero Divine Ventures, e dai suoi produttori Jacopo Capanna e Cristian Casella

Il patrimonio artistico di Roma, attraverso questa grande opera, verrà valorizzato anche grazie al contributo dell’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR, il più accreditato centro di realtà virtuale italiano, e con la supervisione della Soprintendenza speciale di Roma. In questo progetto artistico infatti i fasti dell’Impero romano rivivranno attraverso scenari tridimensionali, che riprodurranno fedelmente le sontuosità architettoniche dell’epoca, ricreate nei luoghi esatti del passato dove l’imperatore visse e regnò. 

“Divo Nerone – Opera Rock” inoltre contribuirà attivamente ai lavori di restauro della Domus Aurea devolvendo una parte degli incassi dello spettacolo e promuovendo iniziative private di fundraising. L’opera racconta 14 anni di vita dell’imperatore, costellata da tutti i protagonisti di allora, e vede un cast artistico di 26 tra ballerini e acrobati, 12 cantanti-attori, selezionati da Franco ed Ernesto Migliacci, Gino Landi ed il coreografo Marco Sellati, a cui si accompagnano circa 100 professionisti operanti fra luci, macchine, effetti speciali ed apparecchiature di scena. 


“Divo Nerone – Opera Rock” sarà anche un efficace promotore turistico e archeologico per i milioni di visitatori che ogni anno scelgono Roma, grazie alle collaborazioni della Nero Divine Ventures con i player più importanti del settore italiano ed estero. Il colossal musicale sarà, infatti, messo in scena in italiano e in inglese. Per cinque sere la settimana lo spettacolo sarà in inglese (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica) mentre il sabato lo spettacolo sarà in italiano. 

Con queste premesse “Divo Nerone – Opera Rock” si preannuncia uno spettacolo di grande valore artistico: la sfida è quella di creare un evento che rappresenti una novità nel panorama culturale italiano, raccontando la storia attraverso un linguaggio pop-rock, accessibile a tutti, coniugando la tradizione del musical italiano con le tecnologie più avanzate. 

Roma sarà rievocata al suo massimo splendore, quale fucina d’idee, di cultura, di meraviglie e rivivrà in questo musical che vuole essere al tempo stesso omaggio allo splendore passato, ma soprattutto auspicio per una renovatio che riporti la città a respirare l’aria positiva di una nuova rinascita culturale ed economica. “Divo Nerone - Opera Rock” si svolge nella Vigna Barberini, in cui sarà costruita ad hoc la Domus Aurea, da oltre 3.000 posti, suddivisa negli stessi ordini delle antiche Arene romane: Platea Senatori, Gradinate Cavalieri, Miles e Colosseo, che permettono anche una bellissima prospettiva dell’Anfiteatro Flavio. 

IL CAST

Giorgio Adamo è Nerone 
Rosalia Misseri è Agrippina 
Giosué Tortorelli è Seneca 
Ilaria De Rosa è Atte 
Rita Pilato è Poppea 
Riccardo Maccaferri è Tullio 
Elia Lo Tauro è Petronio 
Alex Ceccotti è Lucano 
Alessio Ventura è Otone 
Giancarlo Teodori è Tigellino 
Francesco Caramia è Britannico 
Francesca Ingravalle è Zia Lepida 

E con Simona Patitucci nel ruolo di Locusta 



I biglietti 

Platea Senatori 180 € diritto di prevendita 1° Gradinata Cavalieri 125 € diritto di prevendita 2° Gradinata Miles 80 € diritto di prevendita 3° Gradinata Colosseo 45€ diritto di prevendita

Centro prenotazioni 

Ticketone 892.101 Punti vendita Ticketone e sul sito www.ticketone.it Per informazioni ed acquisto biglietti: Ticketone tel. 063281096 – divonerone@tosc.it Per conoscere tutte le iniziative legate a Divo Nerone e partecipare: www.divonerone.it in lingua italiana e www.divonerone.com in lingua inglese

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol