Passa ai contenuti principali

BRANCACCINO TEATRO RAGAZZI STAGIONE 2017/2018


Il Brancaccino Teatro Ragazzi è arrivato al suo quinto anno di programmazione dedicata all’infanzia e dunque alle scuole materne ed elementari. Anche quest’anno si è voluto privilegiare spettacoli che ricerchino nel linguaggio poetico e nella Bellezza la loro linea artistica. La musica dal vivo, inoltre, è sempre un elemento distintivo della programmazione: la maggioranza degli spettacoli proposti infatti sono caratterizzati dalla sua presenza. 

La stagione si aprirà con “C’era 2 volte 1 cuore” della compagnia bellunese Tib Teatro. Lo spettacolo, con le magnifiche scene di Marcello Chiarenza, trae ispirazione da Gli innamorati di Peynet per raccontarci la storia delicata di due bimbi che attendono di nascere e immaginano il mondo che sarà creandolo sotto gli occhi dei piccoli spettatori.

Per Natale proporremo “Un dolce Natale per i folletti”, della Compagnia TeatroViola, realtà romana ormai molto conosciuta fondata da Federica Migliotti, che rivisita una fiaba tradizionale celtica raccontandoci la storia di una fornaia dalle mani d’oro e di golosi folletti alla vigilia della notte di Natale. Lo spettacolo affiderà la parte musicale all’arpa celtica suonata dal vivo, strumento dal suono dolce e molto spesso inedito al pubblico dei più piccini i quali avranno anche un ruolo importante nell’aiutare la nostra fornaia.

Festeggeremo il Carnevale con uno spettacolo di teatro-circo per rispettare l’allegria del momento ma anche la vena poetica dell’intera programmazione.

I primi giorni di marzo vedranno sul palco del Brancaccino “I musicanti di Brema”, nuova produzione della compagnia romana Teatro delle Apparizioni che si conferma una realtà consolidata nel panorama del teatro ragazzi italiano. Tamara Bartolini e Michele Baronio alla chitarra, diretti da Fabrizio Pallara, ci conducono in una piccola avventura di resistenza e condivisione nel lungo viaggio verso Brema, che scopriremo non essere tanto un luogo fisico quanto piuttosto l’opportunità che ognuno può darsi seguendo i propri desideri.

Prima delle vacanze pasquali ospiteremo la Compagnia storica Ferruccio Filipazzi, realtà bergamasca che tornerà a Roma dopo i successi dello scorso anno con il nostro pubblico e porterà in scena "Vita da gatto – Le grandi avventure di un cucciolo" uno spettacolo con musica dal vivo e con i costumi e le scene di Tinin Mantegazza che narra la storia di Bianco, un piccolo gatto, e del suo viaggio per diventare grande.

A metà aprile chiuderà la rassegna il Teatro del Piccione di Genova reduce dalla vittoria del Premio Eolo come miglior novità 2017 che proporrà ai più piccoli “Escargot – L’eterna bellezza delle piccole cose” uno spettacolo delicato e poetico in cui una bravissima Danila Baronio, dolce e divertente lumaca, coinvolge i bimbi nel racconto dei suoi viaggi e nelle piccole cose belle raccolte nel suo andare.

“Educare non è riempire un secchio ma accendere un fuoco”. Lo diceva William B. Yeats. E per noi il teatro ragazzi è e sarà sempre scintilla.


BRANCACCINO

Via Mecenate n. 2 – Roma

Tel. 06.45447670 – Cell. 340.6716474

brancaccinoragazzi@teatrobrancaccio.it

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide