Passa ai contenuti principali

SCHERZI DEL… CECHOV


GABRIELE MARCONI
IN
SCHERZI DEL… CECHOV

atti unici di Anton Cechov

regia di Luca Pennacchioni

con Gabriele Marconi

e con Daria Mariotti, Valentina Mauro, Claudia Spedaliere, Luca Pennacchioni

Alla fisarmonica M° Gianni Mirizzi


AR.MA TEATRO

dal 17 al 21 maggio 2017

ore 21.00 - domenica ore 18.00

Gabriele Marconi torna a teatro. Dal 17 al 21 maggio l'attore e comico romano porta sul palco del Teatro Ar.Ma Scherzi del ...Cechov, atti unici di Anton Cechov. Con Gabriele Marconi, sul palco, anche Daria Mariotti, Valentina Mauro, Claudia Spedaliere, Luca Pennacchioni, che firma anche la regia, accompagnati alla fisarmonica dal Maestro Gianni Mirizzi.

Lo spettacolo articolato in due atti unici, mette in scena “L’orso” e “Domanda di matrimonio”. Nel Primo Valentina Mauro è una vedova inconsolabile che ha giurato, dopo la morte del marito, di non uscire più̀ di casa e di non frequentare più̀ alcun uomo, nonostante le insistenti preghiere a ripensare la sua decisione da parte del suo servitore. La situazione si capovolge quando un ufficiale di artiglieria in congedo, interpretato dallo stesso Marconi, va dalla vedova a riscuotere delle cambiali. Il rifiuto di lei a pagare e la volontà̀ di lui ad esigere quanto dovuto originano un dialogo concitato, che degenera in un duello fra la vedova e l'ex ufficiale con un imprevedibile esito finale.

In Domanda di matrimonio, invece, fra ruggini antiche di buon vicinato e comici squarci di vita campestre, si assiste al ruvido approccio fra due rampolli di buona famiglia in cui i battibecchi si alternano a riappacificazioni preludendo a quello che sarà̀ la futura vita matrimoniale. Luca Pennacchioni, nei panni di Lomov, si presenta in casa dei vicini, possidenti terrieri, intrepretati da Gabriele Marconi e Daria Mariotti, per chiedere in moglie la figlia (Caludia Spedaliere). La giovane pensa che Lomov sia venuto per un contratto d'affari e scopre solo alla fine che si trattava di un contratto di matrimonio. Partendo da una piccola disputa sulla proprietà̀ di un prato o da un diverbio sulle capacità dei propri cani, i due continueranno a scambiarsi invettive in un crescendo di battibecchi comici dallo scoppiettante finale.

Note di regia

In questi “scherzi”, come amava definirli Cechov, non siamo di fronte a personaggi con personalità̀ di rilievo ma piuttosto a “caratteri”, ridicole figure dai contorni borghesi, esseri puerili, talvolta prigionieri di sogni volgari e di ambizioni futili a volte pieni di sorprendente vitalità̀ pronti ad esplodere e a fermarsi d’improvviso per ripiombare nel buio della società̀ che li ha creati. Con Cechov scorre tutta la contraddizione del teatro, tragedia e commedia ad un tempo, per questo per mettere in scena questi due atti unici, mi sono rivolto ad un gruppo di attori di qualità̀ e spessore indiscutibile, guidati da tutta l’esperienza e la bravura di Gabriele Marconi.

Per creare, invece, un ponte fra la cultura popolare russa e quella italiana mi sono affidato alla musica, e più̀ precisamente alla fisarmonica, strumento popolare per eccellenza che proprio in quel periodo storico prendeva prepotentemente piede nella cultura musicale europea, a suonarla dal vivo ci sarà̀ il compositore e maestro Gianni Mirizzi, musicista profondo conoscitore della fisarmonica in tutte le sue possibili espressioni conosciuto e apprezzato concertista in tutta Europa.
-----------------------------

SCHERZI DEL… CECHOV

atti unici di Anton Cechov

regia di Luca Pennacchioni

con Gabriele Marconi,

e con Daria Mariotti, Valentina Mauro, Claudia Spedaliere, Luca Pennacchioni

Alla fisarmonica M° Gianni Mirizzi

Assistente alla regia Gabriella Onofri

Costumi Fjorilda Dyli

Foto di Scena: Agnese Ruggeri



Ar.Ma Teatro

via Ruggero di Lauria 22

dal 17 al 21 maggio 2017

Tel 06 3974 4093 - 333. 9329662

Mail info@capsaservice.it

Biglietti Intero 15€ - Ridotto 12€

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide