Passa ai contenuti principali

ALICE UNDERGROUND - Francesco Properzi è il Cappellaio Matto

Photo di Francesca Pangallo


Sabato 3 giugno Accademia Platafisica - Scuola di Teatro e Musical di Macerata porterà in scena "Alice Underground - il musical" in una serata unica che unirà musical, performance artistiche e dj set di techno music.

Abbiamo avuto il piacere di parlare con Maria Laura Platania, (qui l'intervista "ALICE UNDERGROUND" RACCONTATO DA MARIA LAURA PLATANIA) direttrice dell'Accademia e regista dello spettacolo insieme alla sorella Brunella Platania.
Oggi vi propongo l'intervista al Cappellaio Matto, Francesco Properzi.


Qual'è il tuo rapporto con le favole e con le fiabe?

Le fiabe mi hanno coccolato da bambino, passavo pomeriggi interi con le cuffie e le varie audio-fiabe…giganti,draghi,principesse e incantesimi mi facevano volare lontano e hanno sicuramente lasciato il segno sul percorso fatto con gli anni... con le favole ho invece un rapporto viscerale, la morale che c’è dietro ogni favola fa si che la si ritrovi nella vita di tutti i giorni, certo non ci sono lampade, magie, incantesimi, fatine ecc ecc ma veder realizzata la propria favola rende tutto più magico….forse è questo quello che più dovremmo insegnare ai piccoli….prendere spunto da quelle “raccontate” per realizzare giorno dopo giorno la propria favola…li aiuteremmo positivamente invece di riempirli di tecnologia.

In questa nuova versione di “Alice Underground”sei il Cappellaio Matto. Raccontaci di lui e che ruolo ha in questo spettacolo.

Il cappellaio matto in questa versione è un ruolo affascinante, misterioso…..narra la storia nel momento in cui essa si sta scrivendo... ferma il tempo… gioca con il destino... è accattivante ed etereo!!!mi da sempre nuovi stimoli e piano piano sta prendendo forma…speriamo che la mia interpretazione renda l’idea con il quale è stato scritto.

Nell'adattamento teatrale c'è un aspetto che viene delineato di più rispetto al manoscritto di Carroll?

Di sicuro l’adattamento teatrale ha amplificato l’importanza del personaggio e il rapporto viscerale con l’alice bambina….ma svelare ogni cosa toglie curiosità quindi mi limito a dire questo.

Personaggi molto particolari si aggirano nel sottosuolo. Francesco Properzi a quale di questi si sente più vicino?

Sarà retorica ma ciò che le sorelle Platania hanno scelto per me è il personaggio che più mi somiglia… modificarmi e plasmarmi e mettere Francesco a disposizione del ruolo è ogni volta una scommessa speriamo di vincere anche questa volta.


Una nuova location per un musical. “Alice Underground” sarà in scena al Babau Club di Macerata sabato 3 giugno. Invita il pubblico

Il teatro rende magico ogni posto. Di solito si dice di non bucare la 4° parete qui il problema è risolto da principio….non c’è!!! E' una location diversa dai soliti standard con un palco in stile arena a 360°. Saremo sempre in scena! Una sfida questa al Babau per tutti, anche per il pubblico... perchè non dovrebbero mettersi in gioco anche loro per una volta? Noi vi aspettiamo!


Pagina facebook evento 

PRENOTAZIONI:


Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide