Passa ai contenuti principali

Little Women - dal romanzo di Louise May Alcott

TEATRO SALA VIGNOLI – LA NUOVA STAGIONE
presenta

Kinesis Art
In

Little Women

dal romanzo di Louise May Alcott “ Piccole Donne “ e “ Piccole Donne Crescono”

adattamento e regia di Selene Gandini
con Stefania Casellato, Laura Garofoli, Carlotta Piraino, Giulia Rupi, Claudia Salvatore

4 e 5 marzo 2017

Prosegue la programmazione della prima stagione del Teatro Sala Vignoli, il nuovo spazio diretto da Eugenio Dura nel cuore del Pigneto, quartiere sud di Roma.

Lo spettacolo che andrà in scena il 4 e 5 marzo 2017 è Little Women un adattamento curato e diretto da Selene Gandini tratto dai romanzi di Louise May Alcott “Piccole Donne” e “Piccole Donne Crescono”.

Il romanzo “Piccole donne” di Louise May Alcott è considerato tra i capolavori della letteratura per l’infanzia, ma è molto amato anche dal pubblico adulto. Pubblicato per la prima volta nel 1869 in America, ha presto conquistato l'Europa.

La storia è quella della famiglia Alcott, diventata March nel libro ed è incentrata sulla vicende di quattro sorelle: Meg, Jo. Beth ed Amy ,che vivono con la madre. Il padre è al fronte a combattere la Guerra di Secessione che fa da sfondo alle loro vicende, mentre in primo piano ci sono le grandi avventure e le piccole disavventure delle quattro ragazze.

Le sorelle affrontano le giornate godendo delle piccole cose quotidiane, riuscendo a non soccombere alle difficoltà che si presentano.

La spensieratezza che c’è in casa March viene messa a dura prova da vari eventi ed è proprio in queste fasi negative che le ragazze mostrano la bellezza e la solidità del loro rapporto, nonostante la diversità del loro carattere e del modo di affrontare i problemi.

La storia ruota attorno ai racconti che descrivono le relazioni delle quattro sorelle e lo svilupparsi del loro legame nel tempo, individuando le differenti personalità che le caratterizzano.

Note alla regia.
“Natale senza regali non è Natale! “ è una delle prime frasi che Jo, la sorella ribelle, anticonformista e probabilmente personaggio autobiografico , dice alle sorelle all'inizio del racconto.

Adattando il romanzo al teatro, ho sviluppando i dialoghi e le scene che potessero rendere immediato il legame che intercorre tra le protagoniste della storia. La messa in scena ha come obiettivo quello di rendere reale e sincero il rapporto tra le eroine del racconto , dimostrando che i sentimenti più profondi dell'uomo non conoscono epoche storiche.

La trasposizione teatrale del romanzo rispetta l'epoca originaria in cui è stato scritto, descrivendo la società e le sue regole , ma s’immerge contemporaneamente nella natura femminile che non ha tempo.

Ci si sofferma sul ruolo della donna e la visione che quest'ultima ha nei confronti di ciò che la circonda: donna mite, donna ambiziosa, donna attenta alle forme , donna ribelle ed emancipata. Sono le sorelle stesse che nella loro diversità e nel loro confrontarsi , dipingono efficacemente e con grande intensità il mondo femminile.

Lo spettacolo ha inizio esplorando i ricordi di Louise May Alcott (che sarà presente in scena). Con lei ci avvicineremo all’idea del teatro nel teatro. La storia prenderà forma come risultato di un gioco tra il mondo reale (la Alcott) e il mondo immaginario (le Piccole Donne).

Insieme alle attrici ,protagonista della storia : il Pianoforte. Elemento ricorrente tra le pagine del romanzo, diventa in questa trasposizione strumento musicale e di unione tra le vicende delle sorelle, creando una colonna sonora della loro vita.

Il lavoro delle attrici e della regista è quello di sperimentare diversi modi di recitazione e di movimento, portando questo testo e questa compagnia a esibirsi attraverso il reading, la mise en espace e lo spettacolo tradizionale.
---------------------

Little Women
adattamento di Selene Gandini del romanzo di Louise May Alcott “Piccole Donne “ e “Piccole Donne Crescono”
4 e 5 marzo 2017
regia Selene Gandini
aiuto regia Claudia Novati
con Stefania Casellato, Laura Garofoli, Carlotta Piraino, Giulia Rupi, Claudia Salvatore
scenografia Studiopoco
costumi Marilene Garbo


TEATRO SALA VIGNOLI

Via Bartolomeo D’Alviano, 1

4 e 5 marzo 2017

Sabato ore 21.00 Domenica ore 19.00

Biglietti: Intero 12,00 euro – Ridotto 10,00 euro

Tessera associazione 3,00 euro.

Info e prenotazioni: teatrosalavignoli@gmail.com

Cell. 371.16.27.502

biglietteria: www.etes.it

Prenotando attraverso la mail prenotazione@teatrosalavignoli.it si potrà avere biglietto ridotto a 10,00 euro

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI