Passa ai contenuti principali

Il cinema a teatro: Ferdinando Maddaloni torna al Cut Cassino

Dopo il successo di inizio anno del progetto “Chi è di scena? Azione!” premiato dal Nuovo Imaie, prosegue la collaborazione tra il Centro Universitario Teatrale di Cassino e Ferdinando Maddaloni. Attivo già da diversi anni con incontri formativi, workshop e percorsi di studio su cinema e teatro con gli allievi di Giorgio Mennoia, l'attore e regista di origini partenopee tornerà lunedì 21 novembre con la proiezione della sua ultima opera “Non cercare la logica dove non l’hai messa tu” in anteprima assoluta per il Lazio alTeatro Manzoni di Cassino. Prodotta da Artisti Civili con il patrocinio di Amnesty International e il contributo del Nuovo Imaie, la docufiction sarà seguita da una lezione-spettacolo interamente dedicata alla “Scuola di Attori” del Cut.

«Come annunciato nell'Open Day dello scorso settembre, grande spazio dell'offerta didattica sarà dedicato quest'anno alla sezione cinema – ha sottolineato il direttore artistico del Cut Mennoia – soprattutto sulla spinta del riconoscimento da parte dell'Istituto mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori dell'ultimo lavoro realizzato da Maddaloni con i ragazzi del Cut come progetto formativo d'eccellenza a livello nazionale tra le principali dieci scuole italiane».

Il videodiario “Non cercare la logica dove non l’hai messa tu” propone l'intreccio di significative relazioni con personaggi che hanno profondamente segnato la vita privata e artistica del regista: dall'ex-dissidente e prigioniero politico sovietico Andrei Mironov al fotoreporter italiano Andy Rocchelli, dalla giornalista russa Anna Politkovskaja al reporter internazionale Antonio Russo. Gli amici e “ispiratori” di Maddaloni sono stati colpiti inesorabilmente dal dramma della censura e della persecuzione per la lotta a favore dell'affermazione dei diritti umani in Cecenia, portata avanti tenacemente nella loro vita e carriera.

Lunedì, al termine dei 24 minuti di proiezione, seguirà una lezione-spettacolo con gli allievi della “Scuola di Attori” del Cut in cui saranno svelati alcuni retroscena riguardanti la lavorazione della docufiction realizzata interamente in chiave autobiografica. «Verranno discusse ed esaminate tutte le fasi salienti della realizzazione del videodiario – ha spiegato Maddaloni – dalla scelta del soggetto alla sceneggiatura, dal casting alla direzione degli attori, dalle capacità interpretative alle tecniche di ripresa audio-video, dal montaggio alla post-produzione». Verrà affrontato anche il tema della produzione sul piano finanziario e della distribuzione nei festival con riferimento al mercato italiano ed estero in grado di rendere un cortometraggio, se ben concepito, un ottimo investimento economico «come accaduto – ha aggiunto Maddaloni – con il pluripremiato “Anna Politkovskaja. Concerto per voce solitaria” ».

Sarà il direttore artistico del Cut Giorgio Mennoia ad introdurre la docufiction attualmente finalista al Festival Firenze FilmCorti e selezionata per il Roma Cinema Doc e per l'Hollywood International Independent Documentary Awards. Cureranno la parte didattico-formativo nella lezione-spettacolo il regista Ferdinando Maddaloni, attualmente in tournée con “Natale in casa Cupiello” per la regia di Luigi De Filippo, l'attrice di cinema, teatro e televisione Katia Nani e il montatore cassinate Stefano Imperato, entrambi coinvolti nella realizzazione di “Non cercare la logica dove non l’hai messa tu” assieme alle interpreti Carmen Femiano e Paola Sini.
-------------------------------------------------------

Docufiction “Non cercare la logica dove non l’hai messa tu”

Soggetto, sceneggiatura e regia: Ferdinando Maddaloni

Montaggio: Stefano Imperato

Cast: Ferdinando Maddaloni, Carmen Femiano, Katia Nani, Paola Sini

Voci fuori campo: Tina Femiano, Ornella Cascinelli, Olga Matsyna, Fabio Massa, Manila Aiello

Produzione: Artisti Civili

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI