Passa ai contenuti principali

OTELLO - Adattamento e regia di Antonio Nobili

Tre uomini sono a capo della più grande società di Trading Americana, con sede a Jackson, capitale del Mississipi. Innovazione, esperienza e semplicità qualifica questi uomini. 

Il loro leader neo-promosso è un uomo di colore in uno Stato apparentemente democratico e liberista ma con radici profondamente razziste.

Un uomo giovane e già tormentato dal "burnout", una sindrome da stress che colpisce chi, ogni giorno, è costretto a dimostrare di valere molto di più di quanto già non valga, come se non bastasse, a tutto ciò, si affiancano i deliri paranoici sull' infedeltà della sua compagna, seminati e coltivati dalle malelingue che, per invidia, lo spingono alla follia, con conseguenze mortali per tutti.

A prima vista, questo suona come la sinossi per l'ultimo film sulla follia e le mille maschere della Società Americana., ma nessuno può evadere dal rivolgere il proprio pensiero al nome di Shakespeare riconoscendo in queste parole poi la tragica Storia di Otello.

Originariamente intitolato "Il Moro di Venezia", "Otello" è stato eseguito dalla Compagnia di Shakespeare, "Gli uomini del re", il 1 Novembre 1604, nella casa del banchetto di Whitehall Palace di Londra.

Oggi, oltre quattrocento anni dopo, rimane più popolare che mai. I suoi temi centrali: razzismo, amore, gelosia, tradimento e invidia sono rilevanti per la vita ora come lo erano allora.

Oggi, rivalutando il dialogo, le impostazioni e il costume del dramma è diventato parte di un "gioco" creativo quello che spinge i giovani registi contemporanei, desiderosi di distinguere le loro produzioni da quelle del passato, e fare appello al pubblico odierno.

Questo è stato anche parte della filosofia che ispira la traduzione e la messa in scena di Antonio Nobili. I ragazzi del laboratorio annuale Smart Academy, affiancati da alcuni allievi attori del percorso triennale, insieme per quella che vuole essere una 'festa teatrale' ad omaggiare il genio in occasione delle Celebrazioni per il 400° anniversario dalla sua morte.
---------------------
7- 8 Maggio 2016

"OTELLO"

dal capolavoro di William Shakespeare

nell'adattamento e regia di Antonio Nobili

assistito da Martina Mastroianni

TEATRO STUDIO UNO

Vicolo dei Panieri, 3 - Roma

con:

Aldo Sorrentino

Alberto Albertino

Davide Colnaghi

Gabriele Perfumo

Matteo Maria Dragoni

Giuliano Cecconi

Fabio Mascaro

Stefano Di Giulio

Virginia Menendez

Antonella Nobile

Daniela Anzellini



INFOLINE E PRENOTAZIONI: 366 4538808 - Costo del biglietto € 10 (più tessera del teatro)

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI