Passa ai contenuti principali

Al Brancaccino SOLE (Sun-Alone) - Scritto, diretto e interpretato da Valentina Capone

TEATRO BRANCACCINO
in collaborazione con ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio

SOLE (Sun-Alone)

2 aprile ore 20.00/ 3 aprile ore 17.30

Scritto, diretto e interpretato da Valentina Capone
Libero adattamento da Troiane e Ecuba (Euripide)
scene, costumi: Valentina Capone
luci: Stefano Stacchini
musiche: Alessandro Rinaldi –Valentina Capone

MULTIWINNER AWARD PERFORMANCE
Premio ETI GLI OLIMPICI DEL TEATRO 2009

In scena al Teatro Brancaccino il 2 e il 3 aprile “Sole” scritto, diretto e interpretato da Valentina Capone, libero adattamento delle tragedie di Euripide: “Troiane” e “Ecuba”.

“Sole” come le donne rimaste prigioniere dopo la strage dei Troiani per mano dell’esercito greco; e “Sole” come l’astro, che illumina, dà la vita e al tempo quella stessa vita può essiccare. La tecnica compositiva utilizzata da Euripide nelle sue tragedie consiste in una successione di momenti, senza un nodo tragico accentratore dell’azione: l’unità va ricercata nel clima sentimentale e tonale.

In questa struttura, durante il processo creativo, sono inseriti suoni, parole e frammenti “altri”. Tra questi frammenti si inserisce la storia di Etora, un personaggio di pura fantasia che commenta l’azione e le apparizioni sulla scena, dal suo punto di vista.

Etora è l’improbabile amante del valoroso Ettore, rimasta sola. Ettore ha dimenticato il suo Scudo, che lo ha sempre protetto e sempre lo ha fatto tornare. Etora non esita, agisce, parte anche lei senz’armi, e cerca di raggiungere il suo eroe.

Ingenua ed inconsapevole, con le sue battute spezza parzialmente il ritmo tragico e suggerisce un’altra dimensione in cui vivere il dramma, anche se, inevitabilmente, viene via via assorbita dall’insensatezza della guerra e dall’immobilità dell’attesa.

In Sole non ci sono distinzioni nette tra Bene e Male, non ci sono categorie assolute, assolute certezze. In Sole, semplicemente, ci sono frammenti di poesia e di lacrime. Sole è uno spettacolo visionario, in cui le musiche e le luci non sono mai di accompagnamento ma diventano esse stesse sensazione. La scenografia è essenziale - tre sedie e uno scudo sospeso (il sole?) proprio perché lo spazio sia tutti i luoghi e nessuno: le rovine della città, un cimitero o forse, semplicemente, il luogo in cui ci si veste e ci si spoglia per dar vita alle singole figure ed alle maschere.
----------------------------------------------

RASSEGNA STAMPA

“Un percorso iniziatico, un rituale di conoscenza, una sorta di trance” Enrico Fiore – Il Mattino

“Intensa Valentina Capone” Vogue Giugno 2009

“Bravissima, polimorfa” Franco Cordelli Il Corriere della sera 2009

“Valentina Capone è straordinaria” Rossella Diana – Roma

“Bella, forte, carismatica” Titti Danese - Elle

“Un’attrice qualificata dalla volontà di vita”Claudio Meldolesi (storico del teatro e Accademico dei Lincei)

“All’improvviso la Capone esce dai personaggi storici e sola, illuminata appena da un faro, parte con un monologo rivolto a un uomo che non c’è, da pelle d’oca. E poi il finale, quando quest’attrice così multiforme e sensuale, riunisce in sé le donne di Euripide in uno sguardo quasi allucinato che sconvolge” Alvise Vago-la Voce di Rimini
------------------------------

BRANCACCINO di Roma

2 – 3 aprile


Biglietto: 15,5 €




Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI