Passa ai contenuti principali

Trionfa IL MARCHESE DEL GRILLO - Ultime repliche al Sistina

Trionfa a Roma il Marchese del Grillo, fenomeno da 50 mila spettatori
Fino al 17 gennaio il mattatore Enrico Montesano in scena al Sistina

Un Marchese del Grillo da record ha conquistato il cuore della Capitale, rendendo omaggio alla gloriosa tradizione del Teatro Sistina che lo ospita: firmata da Massimo Romeo Piparo e interpretata da Enrico Montesano nel ruolo che fu di Alberto Sordi, questa “prima” versione teatrale musicale del celebre film di Mario Monicelli ha vinto la sua sfida, ottenendo un grandissimo successo di pubblico e critica e battendo ogni più rosea aspettativa.

Numeri formidabili hanno infatti accompagnato questa prima programmazione, che si chiuderà domenica 17 gennaio: oltre 50.000 spettatori che, dal debutto del 9 dicembre scorso, hanno applaudito lo spettacolo, ripetutamente “sold out” al botteghino, e poi un cast di oltre 30 artisti di eccezionale talento e un unico, inimitabile mattatore sulla scena, Enrico Montesano. Un risultato eccellente, che testimonia un autentico trionfo di applausi e di affetto da parte del pubblico, e che conferma la qualità artistica di una commedia musicale divertente e perfettamente in linea con il gusto popolare.
E’ dunque iniziata la corsa per accaparrarsi i pochissimi posti disponibili di questi ultimi giorni di repliche, prima che il sipario si chiuda. Del resto, che la Capitale avesse una gran voglia di riscoprire il personaggio cinicamente bonario del Marchese Onofrio del Grillo è stato chiaro fin dal debutto.

La “maschera” immortale e amatissima, il carisma e la verace romanità del protagonista, la splendida colonna sonora originale firmata dal Maestro Emanuele Friello, le battute a raffica, il sarcasmo e l’ironia di una storia appassionante che dalla Roma papalina di inizio ‘800 si ricollega all’attualità con acume e intelligenza sono infatti gli ingredienti di una commedia vincente, che ha convinto tutti, rinnovando la tradizione della commedia musicale romana. A completare il quadro si aggiungono la professionalità della produzione de Il Sistina in collaborazione con MF Produzioni, l’efficacia dell’adattamento teatrale (tratto dalla sceneggiatura originale del film) scritto da Gianni Clementi, Enrico Montesano e Massimo Romeo Piparo, la bellezza delle coreografie di Roberto Croce, delle scene di Teresa Caruso e dei costumi di Cecilia Betona.






Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI