Passa ai contenuti principali

THE PRIDE - Diretto e interpretato da Luca Zingaretti

MARTEDI 2 FEBBRAIO alle ore 20.30 va in scena al Teatro della Corte “THE PRIDE”, opera prima del drammaturgo e sceneggiatore inglese di origine greca, Alexi Kaye Campbell.
La regia dello spettacolo è di Luca Zingaretti, che è anche protagonista insieme a Valeria Milillo, Maurizio Lombardi e Alex Cendron.

Le scene sono di Andrè Benaim, i costumi di Chiara Ferrantini, le luci di Pasquale Mari.

Rappresentato per la prima volta nel 2010 al Royal Court Theater di Londra, “The Pride” racconta due storie complementari e parallele, ambientate rispettivamente nel 1958 e nel 2008.

Nella prima, Philip incontra Oliver, con il quale, sua moglie Sylvia sta preparando le illustrazioni di un libro per bambini. Fra i due uomini scatta una strana e crescente vibrazione che li costringe a girare intorno a qualcosa che è impossibile da affrontare esplicitamente. Il forte trasporto che sente per Oliver mette una volta per tutte Philip di fronte al proprio orientamento sessuale: la società del tempo però vede ancora l’omosessualità come una perversione e una malattia.

Cosa sarebbe successo se Philip e Oliver si fossero incontrati mezzo secolo dopo?

Con la seconda storia, l’azione si sposta nel 2008: stanco delle continue infedeltà, il photo-reporter Philip lascia il suo compagno Oliver. Rimasto solo, Oliver annega nel whisky e in relazioni virtuali con improbabili partner, finché la compagnia di Sylvia, presentatagli da Philip, lo aiuta a contrastare la propria solitudine.

“The Pride” è un’indagine sull’uomo, sulla evoluzione della sua identità sociale e sessuale, negli anni ‘50 e ai nostri giorni. Un testo contemporaneo ed enigmatico, costruito con l’alternanza fra due storie distinte: in ognuna di esse i tre personaggi principali che condividono gli stessi nomi e che, per volere dell’autore, devono essere interpretati dagli stessi attori, lottano per essere amati, per imparare ad amare e per conquistare una vita più facile e felice.

Nell’intersecarsi di queste due storie parallele, in cui vengono toccati temi universali come l’amore, la fedeltà, il destino, il perdono e la felicità, si evidenzia come il nostro passato influenzi inevitabilmente il presente e come la consapevolezza della propria identità, si modifichi e nello stesso tempo plasmi, il divenire della società.

“The Pride” è un testo (e uno spettacolo) che solleva interrogativi sulla vita contemporanea e sulla identità sessuale, senza però dare univoche risposte e lasciando allo spettatore la valutazione etica e sociale del comportamento degli altri.

“THE PRIDE” è in scena dal martedì al sabato alle ore 20.30, domenica alle 16. La recita del giovedì inizia alle ore 19.30.

Lo spettacolo è al Teatro della Corte fino a domenica 7 febbraio.

Per ulteriori informazioni: www.teatrostabilegenova.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI