Passa ai contenuti principali

Matrioska - Una donna sottovuoto. Ispirato alla storia di Nellie Bly.

 

FAR MUSICAL

PRESENTA
La vera storia di NELLIE BLY
MATRIOSKA
Una donna sottovuoto
CON LE CANZONI DI MINA
   Scritto da Emanuele Revalente e Elisa Borsoi
con la Regia di Dario Matrone
 
24 – 25 gennaio 2023 ore 20:30
TEATRO GHIONE
Via delle Fornaci 37 Roma

La produzione FAR MUSICAL, giovane produzione indipendente, presenta il nuovo spettacolo intitolato “MATRIOSKA, una donna sottovuoto”, ispirato alla vita della famosissima giornalista NELLIE BLY.
Nellie Bly, pseudonimo di Elizabeth Jane Cochran è stata una giornalista statunitense, ed stata la prima che si è dedicata al giornalismo investigativo e la creatrice del genere di giornalismo sotto copertura.

Il suo nome è legato anche ad un giro del mondo da record, completato in soli 72 giorni, emulando Phileas Fogg, protagonista del romanzo di Jules Verne Il giro del mondo in 80 giorni. Una donna dal carattere forte e determinato che ingaggiata da un’importantissima testata giornalistica statunitense, decide di fingersi pazza al fine di farsi internare in un manicomio femminile, dove scoprirà i soprusi e gli abusi di giovani donne, rinchiuse non solo perché pazze, ma anche perché emarginate dalla società in quanto ritenute anticonformiste.


Uno spettacolo di fortissimo impatto emotivo, molto concentrato sull’aspetto psicologico e socio-culturale, che affronta un tema attualissimo: la violenza sulle donne e la discriminazione di genere, il tutto arricchito dalle fantastiche canzoni della grande MINA MAZZINI.

Un cast d’eccellenza, uno studio attendo delle luci e di un impianto scenografico originale e contemporaneo, nonché e una maniacale regia, attenta ad ogni singolo dettaglio, offrirà uno spettacolo coinvolgente.

La musica farà da padrona, la recitazione da legante, le luci e le scene da incantevole scenario, offrendo una messa in scena elegante e suggestionale, riportando il pubblico in un sogno.

Ph Francesca Bruni Ercole
.



BRANI:

ROSSO

QUANDO ERO PICCOLA

CITTÀ VUOTA

DOTTORE

AMOR MIO

GRIGIO

MATRIOSKA

L'IMPORTANTE É FINIRE

LUNA DIAMANTE

L'IMMENSITÀ

ANCHE UN UOMO

IL CORVO

PORTATI VIA

FUORI CITTÀ

NEVE

METTI UNO ZERO

CANZONE MALEDETTA

IL PELO NELL'UOVO

LA SOLA BALLERINA CHE TU AVRAI

ANCORA ANCORA ANCORA

MI SEI SCOPPIATO DENTRO AL CUORE

VOLEVO SCRIVERTI DA TANTO

E COSÌ SIA

SONO COME TU MI VUOI

IO NON SONO LEI

FINE

Sceneggiatura di EMANUELE REVALENTE e ELISA BORSOI

Arrangiamenti di SIMONE MARTINO

Vocal Coach ADRIANO SCAPPINI

Coreografie THOMAS MONACO

Assistente alle Coreografie e alla Regia DENISE FRANZA

Aiuto Regia GIOVANNI DE FILIPPI

Video Maker Riccardo Sarti

Regia e  Scenografie di DARIO MATRONE

Assistente di Produzione Stefania Paternò

Comunicazione Claudia Grohovaz

 

IL CAST

NELLY BLY Valentina Spalletta

IRINA Stefania Paternò

MARY ROSE Francesca Bruni Ercole

KEVIN Michele Perrotta

DOTT. GRAY Emanuele Revalente

GIUSY /ALTERNAT NELLY BLY Giusy Miccoli

ROBERT Giovanni De Filippi

 

CORPO DI BALLO

Denise Paradiso, Luca Ronci, Elisa De Martis, Denise Franza

 

In scena il 24 – 25 gennaio 2023 presso il TEATRO GHIONE IN ROMA

BIGLIETTI DISPONIBILI su

https://www.ticketone.it/eventseries/matrioska-una-donna-sotto-vuoto-3273703/

BIGLIETTERIA TEATRO GHIONE

ORARI: 10/14 – 15/20

TEL-  06 637 2284 - info@teatroghione.it

E dall’8 al 12 marzo 2023 presso la CRIPTA DELLO SPIRITO SANTO di Torre Annunziata (NA), in modalità immersiva. Per tutte le informazioni scrivete a matrioskailmusical@gmail.com

FB @matrioskaunadonnasottovuoto     IG @matrioskailmusical

NOTE DI REGIA

Quanto una donna, nei giorni nostri, riesce veramente ad affermarsi nel mondo del lavoro, senza doversi scontrare con il pregiudizio derivante dal suo genere?

Una domanda attualissima, ma che era preponderante a fine ‘800.

Impresa apparentemente titanica, ma che per una donna dell’epoca sembrava impossibile; eppure Nellie Bly ci è riuscita.

Con la sua determinazione, con il suo carattere forte si è finta pazza per farsi rinchiudere all’interno di un manicomio dove ha scoperto le più atroci violenze che un uomo possa infliggere ad una donna.

Donne pazze, ma non solo, anche emancipate, semplicemente richiuse perché desiderose di inseguire un sogno, o addirittura perché tenute sotto controllo dai loro uomini.

Un inferno dove la giovane Nellie si ritrova, per sua scelta, e dove incontra donne fragili e abbandonate al loro triste destino.

Un dottore spietato, falsificatore, che con le sue astute manipolazioni mentali tiene sotto chiave le menti e le vite delle persone richiuse in quel manicomio, accompagnato da infermieri subdoli e completamente manipolati.

Questo sarà lo scenario di questo spettacolo, completamente improntato sull’aspetto psicologico di donne violentate fisicamente e mentalmente. Una messa in scena a tratti surreale, anche fuori le righe, ma che mostrerà al pubblico un’amara realtà.

Le soavi note delle canzoni di Mina, addolciranno tale condizione, ma rimarcheranno significativamente la sofferenza di donne deturpate della loro bellezza e serenità, perché ritenute inferiori da uomini senza scrupolo.

Il pubblico, in un sistema di scene in continuo movimento, si ritroverà a vivere momenti di forte impatto emotivo, in contrapposizione a momenti d’ilarità, apparentemente felici, ma che nascondono in se attimi propedeutici alla violenza.

“Appollaiato sulla sua poltrona, lui mi colpisce con il suo becco acuto”, frase di una nota canzone di MINA, “Il Corvo”, che descrive a pieno il senso di tutto lo spettacolo.

E’ proprio il becco di un corvo che metaforicamente incide sulle donne. Il becco che incessantemente colpisce, senza freni, la mente, fino a renderla pazza, fino a distruggerla, ma anche quel becco assimilabile al membro maschile, che prepotentemente entra in una donna inerme, violentandola fisicamente e rendendola vuota. Un inganno psicologico di uomini senza pietà.

Fortunatamente vi è sempre un rimedio a tale scempio, e sarà proprio Nellie a ritrovare in un personaggio la chiave di volta per poter liberare quelle donne ricattate psicologicamente.

Lo spettacolo avrà il fine ultimo di sensibilizzare l’essere umano nel rispetto della persona, a prescindere dal suo genere. Una messa in scena che però lascerà un “piacevole” dilemma, tutto questo è realmente accaduto o è semplicemente un brutto incubo della protagonista?

Dario Matrone






Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Spring Awakening - 18 e 19 maggio al Teatro Guanella di Milano

                                             DOPO I DUE SOLD OUT A BUCINE E FIRENZE IL 18 E 19 MAGGIO ARRIVA A MILANO IL PLURIPREMIATO ROCK MUSICAL SPRING   AWAKENING   UN NUOVO ALLESTIMENTO REALIZZATO DAL REGISTA E PRODUTTORE   DENNY LANZA   L’EMOZIONANTE  SCHOOL EDITION  DEL CONTROVERSO MUSICAL SULL’ADOLESCENZA, VEDE PROTAGONISTI GLI ALLIEVI DI MTA – MUSICAL TIMES ACADEMY , L’ACCADEMIA DI MUSICAL PIÙ IMPORTANTE DELLA TOSCANA   Tratto dall’opera di Frank Wedekind Libretto e Testi Steven Sater Musiche Duncan Sheik   Regia Denny Lanza Coreografie Denny Lanza e Giovanni Ceniccola Direzione Musicale Armando Polito Traduzione e adattamento Maria Chiara Chiti Aiuto regia: Rocco Di Donato Questa produzione è presentata grazie a un accordo con Music Theatre International   Musical Times, realtà di formazione e produzione diretta da Denny Lanza, porta in scena il nuovo allestimento italiano di Spring Awakening, il controverso rock musical vincitore di numerosi Tony Awards, basato sull’opera di