Passa ai contenuti principali

Could We Start Again? Ospiti della prossima puntata Nicolò Bertonelli e Simone Manfredini



Tick, tick… COULD!! Ospiti della prossima puntata Nicolò Bertonelli e Simone Manfredini, protagonista e supervisore musicale dello show di Jonathan Larson.

Il terzo Could We Start Again? monografico, in onda il prossimo lunedì 21 novembre h 21 ci
presenterà il debutto italiano di Tick, tick… BOOM!, il musical dell’autore di RENT Jonathan
Larson attualmente in tournée (Il 26 novembre a Padova, il 1 dicembre a Bevagna e il 3
dicembre a Bergamo).

Ne parleremo col protagonista Nicolò Bertonelli, volto noto delle fiction tv (Braccialetti Rossi,
Oltre la soglia) e con Simone Manfredini, direttore musicale del West End (Lion King, Les
Miserables), che dello show ha anche firmato le orchestrazioni aggiunte.

I due artisti avranno anche l’occasione di parlare, oltre che di questa ultima intrigante avventura, delle loro carriere e dei loro tanti progetti col supporto di video, curiosità e approfondimenti.

Interverrà anche il regista Massimiliano Perticari, che ha diretto l’opera con Marco Iacomelli.
Non mancherà anche in questo appuntamento l’interessante “Pillola di storia del musical”, di
Lucio Leone, mentre Roberto Mazzone ci presenterà notizie e recensioni sulle principali
produzioni italiane e non. Condurranno il programma il presentatore Andrea Celeghin e
l’autore Franco Travaglio.

L’appuntamento per tutti gli appassionati è sulla pagina web
facebook.com/CouldWeStartAgain, sul sito italiamusical.com/couldwestartagain e la
pagina youtube youtube.com/@Amicidelmusical

Commentate la trasmissione sui social con l’ashtag #StartTheMusical

Could We Start Again è un web-show che riflette sul teatro musicale italiano e internazionale,
coinvolgendo i più grandi artisti e creativi in un programma rivolto agli appassionati come al
grande pubblico.

Fin da piccolo la passione per la recitazione avvicina Nicolò Bertonelli al laboratorio teatrale
La Bottega del Teatro dove si approccia per la prima volta al teatro. Altra sua passione è la
musica, inizia infatti lo studio della chitarra che perfezionerà insieme al sassofono diplomandosi al liceo musicale di Lucca. Negli stessi anni impara a suonare il pianoforte da autodidatta.

Studia recitazione e doppiaggio alla scuola Enterprise di Grosseto e si perfeziona alla
Accademia del Doppiaggio di Roberto Pedicini e Christian Iansante. Frequenta poi l’accademia di musical Arteinscena di Prato diretta da Simona Marchini. Nel 2016 debutta in televisione nella fortunata serie Rai Uno Braccialetti Rossi nel ruolo di Bobo, uno dei personaggi principali e nel 2019 interpreta Bruno, uno dei protagonisti della serie Mediaset Oltre la soglia. Nel 2021 debutta al cinema a fianco di Raoul Bova e Serena Autieri nel film The Christmas Show, in uscita prossimamente nelle sale, nel ruolo di Edo. Nicolò è rappresentato dall’agenzia Media Vision Artist @mediavisionartists.

@nicolobertonelli su TikTok e Instagram.

Direttore d’orchestra, compositore, orchestratore e pianista, Simone Manfredini studia presso
il Conservatorio G. B. Martini di Bologna e si perfeziona all’Accademia Chigiana, all’Accademia Musicale Pescarese, a Siena Jazz, alla Manhattan School of Music e al Bard College di New York.

Ha lavorato in qualità di Direttore e Supervisore Musicale per i più importanti produttori italiani e internazionali tra cui Disney Theatrical, Cameron Mackintosh LTD, Stage Entertainment,
Ambassador Theatre Group, Selladoor Production, STM e Compagnia della Rancia e ricopre
attualmente il ruolo di direttore musicale di The Lion King al Lyceum Theatre di Londra, prodotto da Disney Theatrical. Altri crediti in qualità di direttore e supervisore musicale a Londra e in Europa includono: Les Miserables, 9 to 5, Flashdance e Sister Act. Per l’Italia: Pretty Woman, Mary Poppins, Singin’ in the Rain, American Idiot, Next to Normal, Newsies, La Febbre del Sabato Sera, Sister Act, Flashdance, Mamma Mia!, La Bella e la Bestia, Cats, High School Musical, A Chorus Line, Grease, Piccola Bottega degli Orrori e Company.

E’ co-autore e direttore musicale degli spettacoli Hollywood Dreams (vincitore del Parksmania
Award 2008 come migliore show), Christmas Spectacular Show e Halloween Cemetary in
scena al parco di divertimenti Gardaland.

Nel 2003 e nel 2008 vince i concorsi di composizione “G. Noferini” e “F. e L. Magone” e dal
2009 al 2011 è direttore principale dell’Orchestra da Camera del Conservatorio G. B. Martini.
Partecipa a numerosi workshop a Londra e Milano tra cui Newsies, T’aint a Bird, Vanara, The
Little Prince, Confessions e Notte Prima degli Esami.

Massimiliano Perticari nasce a Novara dove si diploma come attore e regista alla Scuola del
Teatro Musicale. Nel teatro musicale dirige Merrily We Roll Along, è regista associato per il
debutto europeo dell’opera contemporanea Ami e Tami dell’autore e compositore statunitense
Matti Kovler prodotta dalla Fondazione Teatro Coccia e ricopre i ruoli di Henry in Next to Normal (Premio Pulitzer), Andrew in Green Day’s American Idiot e Pierrot Finch in How to Succeed in Business Without Really Trying (Premio Pulitzer). Nel teatro di prosa è video designer per la produzione de L’Attimo Fuggente e ha interpretato MacDuff in Macbeth e Duca Vincenzo in Misura per Misura. Oltre all’attività teatrale coltiva l'interesse per le arti visive e le nuove tecnologie e realizza documentari e cortometraggi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol