Passa ai contenuti principali

Una favola senza tempo che incanta da 48 anni.

 


di Melania Di Giorgio

Ma voi, la voce di lassù… di Dio intendo... ve la siete mai immaginata? Penso che possa succedere nel corso della vita e ognuno, ovviamente, la sente in modo diverso.

Dopo il grandioso successo di: Tutti parlando di Jamie – il musical, Alessandro Longobardi per Viola Produzioni in collaborazione con Officine del Teatro Italiano, riporta al Brancaccio “Aggiungi un posto a tavola”.

L’indubbia firma di Garinei e Giovannini è tornata ad affascinarci con questa favola senza tempo che incanta le platee da 48 anni. 
"... un piccolo paese di montagna che sta qui, li… dovunque piaccia a chi sta ascoltando..." prende forma sul palcoscenico con l’inconfondibile scenografia realizzata dalla scenotecnica di Mario Amodio, che fu il costruttore nella prima edizione del ’74 e da Antonio Dari per la parte meccanica.

Questo incantevole spettacolo fu scritto tra il 1973 e 1974 da Pietro Garinei e Sandro Giovannini con Jaja Fiastri, i quali si ispirarono al romanzo After me the Deluge ovvero "dopo di me il diluvio" di David Forrest affidando la composizione delle musiche ad Armando Trovajoli.

Mentre nella primissima edizione abbiamo visto nei panni del protagonista Johnny Dorelli, in quest’ultima vediamo il suo erede legittimo, nonché suo figlio: Gianluca Guidi. Il ruolo di Don Silvestro, calza a pennello a straordinario artista italiano. La naturalezza e l’amore che ha riposto nell’interpretazione, arriva al pubblico che viene trascinato in ogni sua battuta e in ogni brano musicale.

Fantastico poi, il duo composto Don Silvestro e Clementina, interpretata dalla meravigliosa Camilla Nigro la quale, oltre ad essere un’incredibile cantante e attrice, quella sera ha dato un’ulteriore conferma della sua eccezionale bravura con l’assolo di danza in notte da non dormire. Inoltre, a dir poco esilarante, è stato il suo giocare con le sfumature della voce: per nulla banali, ma anzi, maestosamente comiche.

Nei panni del Sindaco Crispino c’è Marco Simeoli, meraviglioso artista a 360 gradi, che con il suo imperativo “Stai zeta!” ha letteralmente conquistato il pubblico. 

Renato Crudo, invece, interpreta il divertente Toto, donando al personaggio delle sfaccettature esilaranti.

Nel ruolo di Consolazione, ci delizia la straordinaria Lorenza Mario. Ha letteralmente ammaliato tutti gli spettatori con la sua voce e la sua sbalorditiva sensualità nei movimenti.
Incredibile, poi, è stato il salto coreografico durante il suo assolo che in un lampo l’ha portata da sotto a sopra il balconcino della scenografia.

Francesca Nunzi, fantastica Ortensia! Il connubio tra il suo personaggio e quello di Clementina, ha confermato l’alto livello dì comicità dell’opera, intrattenendo con maestria gli spettatori.

Come ciliegina sulla torta, abbiamo l’etereo Enzo Garinei che alla sua veneranda età di 96 anni, interpreta brillantemente La voce di lassù. La sua giovinezza d’animo ha lasciato il pubblico letteralmente a bocca aperta. Inoltre, al termine dello spettacolo, vederlo profondamente commosso ci ha confermato l’incommensurabile bellezza di quest’opera.

Un fantastico ensemble composto da 16 performer, diventa protagonista sul palco in molte scene nella ripresa teatrale di Gianluca Guidi. Uno spettacolo “leggendario” colorato dai bellissimi costumi di Giulio Coltellacci.

Da brividi la scena del diluvio universale: per un attimo il palco del Brancaccio sembrava veramente sommerso dalle acque. Commovente, invece, la scena finale con il volo della colomba.

Aggiungi un posto a tavola è uno spettacolo che ti fa riflettere su alcuni aspetti della vita: la Fede, il concetto di porgere sempre l’altra guancia, l’importanza dell’amore e il fatto che l’uomo commette degli errori per ignoranza e non perché nasce cattivo; nozione largamente espressa nella scena in cui tutti i compaesani di Don Silvestro abbandonano l’arca perché ingannati dalle parole del vescovo.

In fine, durante la serata dell’8 aprile, è stata toccante la sensibilizzazione nei confronti dell’orrore che sta vivendo il popolo ucraino: in sala erano presenti ben 50 profughi di guerra.
 

La loro presenza è stata la testimonianza che il teatro riesce a regalare momenti di armonia e unione anche nei periodi più tristi e difficili. Questo ci fa capire che, bisognerebbe frequentare il teatro perché, se lo si fa, non si può odiare: saremmo troppo impegnati ad amare!


In scena al Teatro Brancaccio fino al 30 aprile 2022.







Commenti

Post popolari in questo blog

DAREC ACADEMY: APERTE LE SELEZIONI PER L’ACCADEMIA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AL MUSICAL

  La Darec Academy, fiera dei risultati ottenuti dai suoi allievi, tra cui Luca Gaudiano, vincitore del Festival di Sanremo 2021 nella sezione  Nuove Proposte, è lieta di annunciare l’apertura delle selezioni per il prossimo biennio.   Darec Academy è L’Accademia di Musical con la direzione artistica di Gino Landi (Regista e Coreografo delle commedie musicali di Garinei e Giovannini del Teatro Sistina di Roma e dei più famosi varietà della RAI) e diretta da Riccardo Trucchi, suo collaboratore da oltre trent ’ anni, prima come performer poi come regista RAI e di musical con la supervisione artistica del Maestro Gino Landi. I prossimi provini si terranno su PRENOTAZIONE il 16 e il 25 settembre e il 5 ottobre presso la sede della Darec Academy, Via Lucio Elio Seiano, 21 (Zona Tuscolana - Metro A - Giulio Agricola). Per prenotare la tua audizione clicca qui e compila il form: https://www.darec-academy.it/audizioni/   Il comitato direttivo offre l’opportunità di ottenere borse

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

PRETTY WOMAN - IL MUSICAL. DAL 28 SETTEMBRE A MILANO!

                                     Dal 28 settembre 2021 all’8 gennaio 2022     Stage Entertainment Matteo Forte & Dan Hinde presentano PRETTY WOMAN il Musical Scritto da Musiche e Testi di GARRY MARSHALL & J.F. LAWTON Musiche e Testi di  BRYAN ADAMS & JIM VALLANCE Basato sul film della Touchstone Pictures scritto da J.F.Lawton Presentato in accordo con Music Theatre International: www.mtishows.eu   “VOGLIO DI PIÙ, VOGLIO LA FAVOLA”   TEAM CREATIVO   Regia CARLINE BROUWER Regia Associata CHIARA NOSCHESE Coreografie DENISE HOLLAND BETHKE Supervisione musicale SIMONE MANFREDINI Direzione Musicale ANDREA CALANDRINI Scene CARLA JANSSEN HÖFELT Costumi IVAN STEFANUTTI Disegno Fonico ARMANDO VERTULLO Disegno Luci FRANCESCO VIGNATI Traduzione, adattamento e versi italiani FRANCO TRAVAGLIO   CAST   Vivian Ward    BEATRICE BALDACCINI Edward Lewis   THOMAS SANTU Happy Man / Mr. Thompson / Mr. Hollister   CRISTIA