Passa ai contenuti principali

Saranno Dottori: i primi “laureati in musical” alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano

Per la prima volta nella storia del musical italiano, gli studenti della STM – Scuola del Teatro Musicale hanno ricevuto il Diploma Accademico di I livello in Recitazione. Tra le istituzioni e le autorità presenti, anche i prestigiosi auguri del M° Pier Luigi Pizzi. La Scuola del Teatro Musicale è il primo centro di formazione per il Musical a essere stato riconosciuto come istituzione AFAM dal Ministero dell’Università e Ricerca (D.M. n.421 del 30/07/2020). Sabato 10 ottobre, con una cerimonia alla presenza delle autorità e delle istituzioni, sono stati consegnati quindici Diplomi Accademici di I livello in Recitazione ai primi “laureati in musical” della STM – Scuola del Teatro Musicale. 

Dopo il percorso di studi durato 3 anni, i diplomati della Scuola sono i primi a ricevere una “laurea in musical” proprio grazie all’autorizzazione al rilascio del Diploma Accademico, equivalente alla Laurea Triennale, che l’Istituzione ha ottenuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca dopo soli 7 anni dalla fondazione nel 2013. Durante la cerimonia di consegna, Marco Iacomelli, Direttore della STM, ha accolto gli studenti con queste parole: «Alla fine del primo corso, la Scuola del Teatro Musicale ha diplomato 13 studenti; dopo 7 anni dalla fondazione i diplomati sono 68 e l’88% di loro ha trovato il proprio posto nel mondo dello spettacolo ricoprendo ruoli e cariche anche prestigiose. 

Essere studenti e ora diplomati della Scuola del Teatro Musicale non significa solo aver acquisito competenze e conoscenze, significa condividere un sistema di valori che vi rendono donne e uomini migliori, dentro e fuori la comunità teatrale. Accompagnatevi solo con persone che condividono con voi la stessa visione e con entusiasmo vi seguiranno: con forza, rispetto e senza mai accontentarsi. Ringraziate sempre, uno spettacolo non si fa da soli. Ricordatevi che, prima del vostro arrivo e dopo la vostra uscita da teatro, professionisti hanno già lavorato ore e ne lavoreranno altre per fare con voi il miglior spettacolo possibile. Quando riceverete gli applausi, li prenderete anche per loro. In STM troverete sempre una casa. Non legatevi però, abbandonateci, prima e camminate da soli. Provate, sbagliate e riprovate, senza scoraggiarvi. Fate meglio di quanto abbiamo fatto noi. Non aspettate di fare il teatro degli altri, perché il vostro potrebbe essere decisamente migliore.» 

Presenti alla cerimonia anche i partner delle nuove 3 sedi in cui STM opererà da quest’anno: Alessandro Canelli, Sindaco di Novara, che è intervenuto in video; Renata Rapetti, direttrice de Il Maggiore di Verbania, che nel 2013, alla direzione della Fondazione Teatro Coccia di Novara, ha accolto l’idea di aprire la prima sede di STM all’interno del teatro novarese; Gianmario Longoni e Marzia Ginocchio della società ShowBees che gestisce il Teatro degli Arcimboldi di Milano. Ai loro si sono aggiunti i saluti di Laura Galimberti, Assessora all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano e di Vittoria Poggio, Assessore alla Cultura, al Turismo e al Commercio della Regione Piemonte. A sorpresa sono arrivati anche i prestigiosi auguri del M° Pier Luigi Pizzi che al Festival dei 2Mondi di Spoleto ha lavorato proprio con alcuni degli studenti diplomati. Tra i 15 studenti che hanno ricevuto il Diploma la maggior parte ha già partecipato a importanti produzioni teatrali nazionali, superato provini per ingaggi cinematografici e alcuni, grazie al conseguimento del titolo, hanno scelto di proseguire gli studi iscrivendosi a un Corso di Laurea Magistrale. 

I diplomati dell’anno accademico 2019/20 sono Daniele Bacci, Marco Ceotto, Neethu Conti, Siria Giraldo, Leonardo Larini, Giorgia Lazzara, Rachele Leotta, Kevin Magrì, Camilla Nannicini, Tommaso Nannicini, Gerlando Marco Orlando, Christian Pascolutti, Asia Giulia Quarta, Matteo Sangalli, Chiara Valli. L’iscrizione al Corso Triennale per Attori del Teatro Musicale, per il conseguimento del Diploma Accademico di I livello, consente di godere delle agevolazioni che tale percorso comporta: 

• Conseguimento di un Diploma Accademico di I livello in Recitazione riconosciuto a livello statale ed equiparato alla laurea triennale di qualsiasi altra Università e facoltà; 

• Valutazione del Diploma Accademico tra i titoli riconosciuti per la partecipazione a qualsiasi concorso pubblico; 

• Detrazioni fiscali sulle tasse del corso;

• Detrazioni fiscali sull’affitto per studenti fuori sede (oltre i 100km); • Possibilità di partecipare ai bandi per eventuali borse di studio erogate dalla Regione Piemonte e dal Ministero dell’Università e della Ricerca. 

Per informazioni: www.scuolateatromusicale.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol