Passa ai contenuti principali

Bando di Concorso drammaturgia contemporanea “Il canotto parlante” (prima edizione)


L’Associazione culturale La Ciambella organizza e promuove la I^ edizione del concorso di drammaturgia contemporanea Il Canotto Parlante. 

Il concorso ha la finalità di scoprire nuovi autori e autrici teatrali, dare loro visibilità, metterli in contatto con registi e produttori teatrali e consentirà ai vincitori di mettere in scena i loro testi.

Art. 1 – PARTECIPANTI

Il bando è rivolto ad autori di qualsiasi nazionalità.*

Art. 2 – TEMA DEL CONCORSO:

La Solitudine 2.0

“Siete su un canotto e sbarcate su un’isola deserta. Siete soli ma avete a disposizione tutto ciò che desiderate. Sareste felici? Probabilmente no, o almeno non per molto. Il motivo è semplice: sareste soli.

Per quanto i rapporti con gli altri possano essere complicati e a volte forieri di sofferenza, per quanto la folla possa essere fastidiosa, la socialità è parte costitutiva di ogni essere umano: abbiamo bisogno gli uni degli altri per sopravvivere.

Dal fenomeno moderno dell’hikikomori, diffuso soprattutto tra i giovani e che si esprime in un isolamento fisico da qualsiasi tipo di vita sociale, alle solitudini mascherate, dall’esibizionismo o dal presenzialismo a tutti i costi: la solitudine 2.0

è democratica, poliedrica, intergenerazionale”.

Art. 3 – ELABORATI

Sono ammesse drammaturgie inedite su una o entrambe delle seguenti sezioni:

1) Monologo teatrale della durata massima di 10 minuti e con un massimo di 1 personaggio

1) Testo teatrale della durata massima di 1 ora e con un massimo di 5 personaggi.

I concorrenti potranno presentare un solo testo per ciascuna sezione.

I testi devono essere inediti, mai pubblicati, nemmeno sul web, e mai rappresentati e devono essere in lingua italiana.

Art. 4 – GIURIA

La Giuria della I^ edizione del Concorso Il Canotto Parlante sarà composta da personalità del mondo del teatro e della cultura scelti tra critici, scrittori, giornalisti, registi, produttori teatrali e attori a livello nazionale. La Giuria potrà avvalersi di esperti/studiosi/specialisti nella materia oggetto del bando di concorso provenienti dal mondo universitario e professionale.

La Giuria individuerà gli elaborati che saranno ammessi al festival basandosi sulla propria sensibilità artistica e umana, valutando, in particolare, la qualità dei testi, i valori dei contenuti, la forma espositiva, l’attinenza al tema del concorso e la “rappresentabilità” delle opere.

Il giudizio della Giuria sarà inappellabile e insindacabile.

I componenti della Giuria saranno designati con delibera del Consiglio di Direzione dell'Associazione culturale La Ciambella. La nomina dei componenti della Giuria verrà comunicata entro il 29 febbraio 2020 sul sito www.laciambella.it

Art. 5 – PREMIAZIONE

La Giuria valuterà i testi presentati al concorso e selezionerà i cinque testi finalisti per ciascuna sezione che saranno rappresentati nell'ambito della prima edizione

Il canotto parlante” che si terrà al Teatro Due di Roma nella settimana dal 10 al 15 novembre

Gli autori delle opere finaliste saranno invitati ad una cerimonia che si terrà nel mese di luglio 2020 a Roma nel corso di un evento pubblico.

Le opere finaliste verranno pubblicate nel testo integrale sul sito

www.laciambella.it

L’opera vincitrice del premio quale migliore spettacolo del festival “

parlante” sarà rappresentata nel corso della stagione 2020-2021 del Teatro due di Roma nell’ambito della rassegna “I grandi amatori”

Art. 6 – QUOTA DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso prevede il versamento di una quota di iscrizione pari a € 50,00 (cinquanta/00) per ogni testo inviato, di cui € 10 a titolo di quota associativa 2020 a favore dell’Associazione culturale La Ciambella e € 40 a copertura delle spese organizzative del concorso. La partecipazione a tutte e due le sezioni comporta il pagamento di una sola quota associativa.

La quota di iscrizione potrà essere versata on line o anche mediante bonifico bancario, sul conto corrente intestato all’Associazione culturale La Ciambella (IBAN: IT62J0832703235000000004261). Nella causale andranno indicati il nome dell’autore e il titolo dell’opera (o delle opere, in caso di iscrizione in entrambe le sezioni del concorso).

Art. 7 – SCADENZA E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare al concorso bisogna far pervenire gli elaborati, entro e non oltre

le ore 23:59 del 31 maggio 2020, attraverso il sito

https://www.laciambella.it/eventi/concorso-di-drammaturgia/

www.laciambella.it o all’indirizzo email associazioneciambella@gmail.com

il seguente materiale:

a) Testo teatrale in formato pdf;

b) Ricevuta di pagamento della quota di partecipazione;

c) Domanda di partecipazione (All. 1) compilata e firmata.

La domanda èallegata al bando e potrà inoltre essere scaricata dal sito www.laciambella.it;

d) Breve curriculum artistico.

e) Apposita liberatoria degli autori partecipanti al concorso, con esplicito consenso scritto al trattamento dei propri dati personali, a norma del Regolamento UE 2016/679, compreso lo specifico consenso alla pubblicazione e alla diffusione dei testi presentati, alla fine della prima edizione del Festival “Il Canotto Parlante”, e dei dati personali degli autori sul sito web www.laciambella.it qualora risultassero vincitori al presente concorso.

Nell’oggetto dell’email dovrà essere riportata l’indicazione “ Canotto parlante anno 2020”.

Non è necessario inviare una copia cartacea del testo.

Iscrizione Concorso

La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione incondizionata e senza riserve dei contenuti del presente bando di concorso.

Art. 8 – PUBBLICITÀ

Il concorso e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso la stampa, il web, i social media e network.

Art. 9 – DIRITTI D’AUTORE

I diritti d’autore rimangono in ogni caso di proprietà dei singoli autori.

Art. 10 – VINCOLI

La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente bando, senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal concorso.

L’Associazione culturale La Ciambella si riserva l'esclusività della messa in scena delle opere presentate al concorso nell'arco di tempo di svolgimento del concorso nonché del periodo intercorrente tra la conclusione del concorso e l'inizio del festival “

I partecipanti, con la sottoscrizione della scheda di partecipazione, dichiarano di accettare integralmente le sopradescritte condizioni del bando, di aver preso visione della specifica informativa sul trattamento dei loro dati personali e prestano Il Canotto Parlante”.

Art. 11 – PRIVACY

i consensi espliciti di cui all’articolo 7 a norma del Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali delle persone fisiche.

I testi presentati al concorso non verranno restituiti: gli autori autorizzano l’Associazione culturale La Ciambella a conservare nei propri archivi, cartacei e informatici, copia dei testi inviati esclusivamente ai fini della conservazione, consultazione, conoscenza e studio delle opere, senza scopo di lucro.

Art 12 – PENALI

In caso di mancato svolgimento del concorso di drammaturgia “Il Canotto Parlante”, l’organizzazione procederà al rimborso della quota d’iscrizione relativa al concorso con esclusione della quota associativa.

Le opere inviate entreranno a far parte dell’archivio documentale dell’associazione culturale “La Ciambella”.

*modifica approvata dal Consiglio di Direzione dell’Associazione la Ciambella con la delibera n.1 del 16 febbraio 2020

https://www.laciambella.it/wp-content/uploads/2020/02/bando-concorso-drammaturgia-canotto-parlante-2020-1.pdf

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol