“RISATE da OSCAR” con Leonardo Manera


“RISATE da OSCAR”:
Leonardo Manera

Torna a grande richiesta per la prima data del 2020
uno dei comici più popolari e amati della prima stagione della rassegna di cabaret
targata KarmArtistico al Teatro Oscar

Sabato 25 gennaio 2020, h.21,00
Teatro Oscar
Via Lattanzio 58, 20137 Milano

Anno nuovo, vecchi successi: la seconda stagione di Risate da Oscar, rassegna promossa dalla KarmArtistico di Francesco Ruta, protagonisti storici cabarettisti e comici televisivi provenienti da trasmissioni cult, vede inaugurare il 2020 con un volto noto del cabaret milanese dagli anni ’90: Leonardo Manera.

Nome di punta di programmi come Zelig e Colorado e di serate dal vivo in tutta Italia e conduttore della trasmissione I Funamboli in onda tutte le mattine su Radio24 insieme al giornalista Alessandro Milan, sarà il prossimo artista in cartellone, sabato 25 gennaio alle 21,00 al Teatro Oscar.

«È il secondo anno che partecipo a “Risate da Oscar”: il valore aggiunto di questa rassegna sta nel fatto che, a me soprattutto, da veterano, fa veramente rivivere le atmosfere di quando ho iniziato anni fa, quando il cabaret a Milano aveva ancora un certo valore – spiega Manera. Mi riferisco proprio a quel cabaret di matrice milanese, nel senso più nobile del termine. Oggi percepisco in città una situazione molto fluida in questo settore, è un periodo di cambiamento e transizione nel quale stanno trovando spazio tanti generi diversi».

Solo la mimica gommosa del suo volto, una sedia, qualche giacca e una parrucca per un viaggio di puro cabaret all’insegna della consueta leggera ironia priva di apparente polemica, pur toccando temi d’attualità, siano personali o politici, economici o sociali. Ognuno trattato attraverso lo sguardo dei numerosi personaggi che lo hanno fatto amare negli anni o attraverso spassosi monologhi, alcuni portati in scena sin dagli anni ’90 in diverse trasmissioni televisive, alternati ad altri inediti, “da laboratorio”, alla ricerca di quel riscontro dal vivo che solo il pubblico teatrale sa dare:
«Sarà un recital nel quale non mancheranno i miei cavalli di battaglia ma anche alcuni pezzi nuovi che mi auguro abbiano il riscontro sperato. Sarà un vero piacere e onore portarli in scena per il pubblico di “Risate da Oscar”, tanto più in questo periodo che sto lavorando anche alla creazione di nuove proposte per la TV. Chissà…»

Leonardo Manera

Di origine bresciana ma milanese d’adozione, volto noto del cabaret milanese ed autore di molti dei suoi testi, dagli anni ’90 partecipa a diversi programmi televisivi come State boni, Seven Show, Paperissima, Quelli che il calcio, Ciro, Belli dentro, Zelig, Zelig Circus, Zelig off e Colorado.

Alcuni suoi personaggi sono diventati particolarmente celebri, come il ventriloquo Vasco a cui hanno causato "una lesione alla retina", il mimo Mimmo, il depresso monocorde che invia "Un saluto festoso a tutti", l'alienato che ripete ossessivamente "Adriana ... Adriana", Sprecacenere Donato, un ragazzo analfabeta che scrive alla sua ex fidanzata, o Peter, parodia del ragazzo della provincia bresciana e Petrektek, insieme a Claudia Penoni che impersona Kripztak, nella parodia del cinema polacco (ispirandosi in realtà ai film del regista finlandese Aki Kaurismäki).

Ha ottenuto vari riconoscimenti a livello nazionale ad esempio con la vittoria nel 1996 del "Festival nazionale del Cabaret" e l'anno seguente del "Festival di cabaret Città di Cremona", oltre al premio della critica alla Zanzara d'oro, trasmesso su Rai Uno. Nel 2011 vince il Delfino d'Oro alla carriera come miglior cabarettista dell'anno al Festival nazionale Adriatica cabaret.

A teatro nel 2011 è autore e interprete di Recital, nel quale ripercorre i suoi quarantaquattro anni nell'Italia del XXI secolo attraverso un mix di ricordi personali, presentandolo anche al Dallo Sciamano allo Showman; nello stesso anno recita nella commedia nera Una notte da paura, diretta da Claudio Fragasso. Attivo anche sulla scena teatrale, è stato protagonista degli spettacoli Se non m'illudo mi chiudo (2000), Abbracciati da sola che c'ho d'andar via (2002), Aspetto e spero, per la regia di Paola Galassi tra il 2003 e il 2005, Costole (2006-2008) e Notti amare (2008-2009) diretti da Marco Rampoldi. Tra il 2010 e il 2011, ancora diretto da Marco Rampoldi, ha portato sulle scene, grazie ad una produzione indipendente, il monologo Italian Beauty (Viaggio in un paese di mostri). Sempre con Rampoldi alla direzione nel 2013 porta in scena il fortunato monologo L'ottimista (il Candido di Voltaire e la Ricerca della felicità).

Si cimenta anche nel ruolo di conduttore, nel 2009 per il varietà televisivo Grazie al cielo sei qui in onda su La 7 e tra il 2004 e il 2005 per Sumo su Radio2, programma di approfondimento e intrattenimento su temi di attualità e cultura insieme a Giovanna Zucconi. Dal luglio 2014 conduce su Radio 24 Platone, la caverna dell'informazione insieme ad Alessandro Milan e da settembre 2017, sempre con Milan, il programma I Funamboli.

Dal 1999 si misura come attore, recitando nei film La grande prugna (1999) di Claudio Malaponti e Ma femme s'appelle Maurice (2001) di Jean Marie Poiret. Dal settembre 2015 è testimonial ufficiale dell'associazione di volontariato dei City Angels.





Risate da Oscar | Edizione 2019-20

La seconda edizione della rassegna di cabaret vedrà 9 date da ottobre 2019 a maggio 2020 durante le quali, a cadenza mensile, si esibiranno storici cabarettisti e popolari comici, provenienti dalle più rinomate trasmissioni tv e non solo.

«Nonostante le soddisfazioni della prima stagione nei prossimi mesi sarà nostra intenzione fare ancora meglio» spiega ambiziosamente il direttore artistico Matteo Iuliani, in arte Bruce Ketta. Stiamo allestendo un cartellone importante: avremo Stefano Chiodaroli, Fabrizio Fontana, il Capitan Ventosa di Striscia La Notizia e uno dei protagonisti delle stagioni più fortunate di Zelig, Vincenzo Albano, Carmine Del Grosso, Franco Rossi, Viviana Porro, Urbano Moffa e presto Marta (Zoboli) e Gianluca (De Angelis), reduci anche da due edizioni di Sanremo. E probabilmente torneranno anche alcuni dei nomi che l’anno scorso hanno dato lustro alla prima stagione, come Leonardo Manera. La prima regola che ci siamo imposti, a parte la notorietà degli artisti, sarà garantire sempre una qualità molto alta. Una bella sfida e proprio per questo siamo pronti a ripartire con grande energia».

Bruce Ketta non ha dubbi: «La forza di Risate da Oscar è offrire sempre spettacoli di qualità con artisti di nome e a prezzi assolutamente popolari. Anche se il risultato non è scontato credo che la strada che abbiamo deciso di percorrere darà presto i suoi frutti».

Ad affiancare Matteo Iuliani in questa seconda edizione confermata la KarmArtistico Italia, agenzia di organizzazione eventi legati al mondo musicale, dello spettacolo e non solo a cura di Francesco Ruta.



Prossima data: sabato 22 febbraio 2020





BIGLIETTERIA, INFORMAZIONI e PREVENDITE

esclusivamente presso

Francesco Ruta

331 743 5613

karmusicalive.f@gmail.com



KarmArtistico Italia (StudioManagementTv),

via Venosa 2 (100 mt dal Teatro Oscar),

Dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,30. Sabato solo telefonicamente o via mail.

Chi desidera verificare la disponibilità degli ultimi ed eventuali posti liberi presso la biglietteria del Teatro Oscar potrà farlo esclusivamente la sera del 25 gennaio 2020 dalle h.19,00 alle 20,30.

Prevendite on-line al link: https://prevenditekarmartistico.ecwid.com

Prezzo € 10,00 (+ € 2,00 di prevendita)

Ingresso in teatro per il pubblico dalle h.19,30 alle 20,50.

Durata spettacolo h.21,00 - 22,30 circa.

Commenti

Post più popolari