Passa ai contenuti principali

"Caos di Donna", Il nuovo romanzo Teatrale di Salvo Miraglia dedicato a Luigi Pirandello


Avviso ai Soci
COMUNICATO STAMPA
Associazione Culturale Teatro Trastevere

Presenta
UN EVENTO SPECIALE UNICO NEL SUO GENERE

Caos di Donna
Il nuovo romanzo Teatrale di Salvo Miraglia dedicato a Luigi Pirandello
da un progetto di Salvo Miraglia
Data Unica 13 novembre ore 21

Cast

Jean Michel Danquin
Agata Magrì
Salvo Miraglia


Mise en espace pretestuosa cucita sulle tante e infinite declinazioni di Madame Follia.
Un attore d'Accademia per capire le ragioni del delirio, chiede aiuto a Pirandello scrutando e interpretando le sue opere.
Tutto passa per la sensualità di Donna e il Caos che istiga.
Mentre lei vive, tutto il resto muore quando passa e va.
Lei è tutto: Donna forte, trasparente e madre dei figli pazzi che aiuteranno il futuro prossimo del mondo.

Il nuovo romanzo Teatrale di Salvo Miraglia propone un Pirandello passionale che ha amato sino a consumarsi. Ha assorbito la Follia della moglie e poi quella per Marta Abba e l’ha trasfusa nelle sue opere migliori: L'uomo dal fiore in bocca, Questa sera si recita a soggetto, Il berretto a sonagli, Non si sa come. Caos di Donna è un compendio di queste commedie nel loro momento più alto. Qui si racconta l’uomo tutto. Le atmosfere sono rarefatte, magiche, fumose. La commedia è avvolta dentro il profumo di donna. Volteggia la Follia sul violino di Paganini. Dominano, stagliate sul fondo, le visioni del Folle per la donna desiderata e contesa. Si svela la ricerca della verità e la necessità della bugia.


Nella locandina non ho indicato il mio nome come regista perché il lavoro nasce e si dirige da solo. Ad ogni replica c'è qualche variante. Un esperimento. Caos è una mise en espace vera in alcuni momenti e pretestuosa in altri; frutto delle prove con Jean Michel Danquin. Resiste anche il ricordo vivo della regia di Pino Caruso e soprattutto i suoi consigli nell'altro mio lavoro “Il settimo personaggio”. 

In Caos ci sono alcune parti tratte dal “Settimo”. Ci sono anche le chiacchierate di pomeriggio a casa di Pierluigi Pirandello, nipote di Luigi. Forse c'è anche la guida di Pirandello che sento molto vicino per pensiero, per origini e alcune curiose coincidenze che se mi ricordo racconterò alla fine di qualche replica. 

Qualcuno mi dice anche per somiglianza e non mi dispiace. In Caos si cavalca l'onda alta della Follia. Dirò che essa ha un solo nome e tante facce. Corteggerò il delirio rigenerante che ha poteri salvifici sul futuro prossimo del mondo. Mi sono accorto che c'è Follia nella donna e Caos, e che questo smuove le acque torbide dell'esistenza, scrolla certi equilibri stanchi e ne crea altri, tuttavia instabili ma sufficienti in via transitoria ad alimentare un periodo temporale e alleviarlo di quel torpore dal gusto amaro e moribondo. La donna seduce e scuote, istiga la Follia ed il processo rigenerante. Ha un effetto antiossidante sull'uomo. 

E' madre dei figli folli. Pirandello ha vissuto da vicino la Follia della moglie sino ad assorbirla e scriverla. Poi è arrivata la passione ossessiva per la sua musa e attrice: Marta Abba. Passeremo in rassegna le varie declinazioni di questo controverso sentimento interpretando alcuni brani tratti dalle sue opere migliori. E poi ci saranno le mie considerazioni messe in bocca all'Uomo folle. Le visioni di Jean Michel Danquin (La Follia) e la bellezza mediterranea di Agata Magrì (La Donna che vive).
Cit. Salvatore Miraglia



Jean Michel Danquin
Ballerino.
Coreografo. Ha la musica nel sangue e il dono della versatilità. Si muove libero nel palco: danza e recita. Volto noto del Bagaglino di Pingitore: è stato il suo primo ballerino per oltre venti anni. Ha interpretato “Un americano a Parigi” di George Gershwin. Spesso in tournèe con Amii Stewart.


Agata Magrì
Ballerina e attrice.
Ha ballato in “Io, Tango”. Ha recitato. Con la sua bellezza mediterranea ha vinto molti concorsi di bellezza.


Salvo Miraglia
Attore, doppiatore.
Voce di molti spot nazionali. Ha frequentato il Teatro, il cinema ed ogni forma artistica vicina alla recitazione. Ha già portato in scena “Il Settimo personaggio” con la regia ma soprattutto i consigli resistenti di Pino Caruso.


Con CAOS DI DONNA appuntamento al Teatro Trastevere, via Jacopa de’ Settesoli 3, il 13 novembre 2019 alle ore 21.



                                                        Teatro Trastevere
via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma
prevista tessera associativa
contatti: 065814004 info@teatrotrastevere.it
www.teatrotrastevere.it #ilpostodelleidee

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide