Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

Aldo e Lella Fabrizi, insieme dalla cucina al teatro.

Tributo alla romanità: Aldo e Elena Fabrizi. Dalla storica trattoria "Sora Lella" ad uno spettacolo inedito in scena a gennaio 200 al Teatro Due, "L'acqua e la farina", a 30 anni dalla scomparsa del grande attore.

Ci sono personaggi e ricordi che permangono indelebili e regalano emozioni senza tempo. Aldo e Elena Fabrizi, per tutti "Sora Lella", sono di certo due figure storiche che tanto hanno regalato alla città di Roma e ai romani e proprio per questo, in occasione del sessantesimo anniversario della Trattoria ‘Sora Lella’, sono stati celebrati anche dalla Sindaca Virginia Raggi, intervenuta nel locale situato sull'Isola Tiberina ed eletto come luogo simbolo della città. 

Una targa, ma sopratutto un segnale di gratitudine verso chi ha saputo donarsi tanto e con il cuore. Tra ritagli di giornali, foto dell'epoca, poesie e curiosità la giornata-tributo è stata caratterizzata da momenti decisamente emozionanti. Un viaggio tra i valori, tradizione, sacrificio, passione, che i fratelli Fabrizi hanno trasmesso ai propri nipoti, presenti e orgogliosi di sottolineare anche l’altro saggio consiglio ricevuto: "Mai trascurare la propria romanità e la buona cucina". E così Aldo, grande interprete del cinema e del teatro che conservava gelosamente la sua provenienza popolare, e Lella, attrice semplice e riservata che è diventata una icona del cinema verdoniano e della cucina tradizionale, sono stati al centro di un evento unico, organizzato anche con lo scopo di presentare uno spettacolo inedito, “L’Acqua e la farina”, in scena dal 29 Gennaio al 2 Febbraio 2020, con annessa mostra fotografica al Teatro Due di Roma. 

A 30 anni dalla morte di Aldo Fabrizi lo spettacolo, prodotto da TeatroSenzaTempo Produzione, con il benestare degli eredi Fabrizi/Trabalza, il Patrocinio del Comune di Roma e la collaborazione della pagina della comicità ‘Il Socio Aci’ e Volume Entertainment, vedrà sul palco una storia fatta di sentimenti, del vivere quotidiano dei protagonisti e della loro passione genuina per la cucina, con un cast di bravissimi attori composto da Antonio Nobili, nel ruolo di Aldo, Mary Ferrara, nel ruolo di Lella, con Alessio Chiodini, Sara Morassut e la partecipazione di Mauro Trabalza (nipote di Fabrizi). 

Un susseguirsi di stati d’animo ha conquistato i numerosi invitati, tra i quali Erminia Manfredi, coccolata dal figlio Luca e dal nipote Matteo, Giancarlo Magalli, fiero di aver conosciuto il celebre artista, che ha raccontato alcuni aneddoti alle attentissime Nadia Rinaldi e Milena Miconi, arrivata con il marito Mauro Graiani. Sorrisi ed emozioni anche per la cantante romana Elena Bonelli, l'attrice Elena Russo e l'ex campione di scherma Stefano Pantano, con la moglie Lucia, che hanno accolto con generosi applausi l’ingresso delle attese portate, golose ricette di famiglia.

Commenti

Post più popolari