Passa ai contenuti principali

Presentazione Stagione Teatro Kopó Roma 2019/2020


Il Teatro è Servito
Una Stagione da de-gustare

Per la stagione 2019/2020, il teatro Kopó può vantare una programmazione che lascerà tutti a bocca aperta. Gli spettatori potranno infatti assistere a 9 pièce imperdibili e indimenticabili. Il teatro indipendente più famoso di Roma tiene fede alla propria “mission”, vale a dire coniugare cultura teatrale di qualità e sperimentazione artistica. Le esigenze di un pubblico sempre più appassionato, aperto alle novità e di larghe vedute, unitamente all’interesse riscosso presso gli organi di stampa proprio per la tensione scaturita dall’incontro tra qualità e avanguardia, hanno fatto sì che la selezione degli spettacoli per il nuovo Cartellone fosse ancor più ambiziosa. 


Le compagnie prescelte, provenienti da tutta Italia e popolate di giovani talenti, daranno corpo e nuova voce alla complessità del nostro tempo. I riflettori si accenderanno in particolare sui mutamenti in atto nel costume e nella società. Perfino i classici del teatro parleranno a tutti noi, abitanti sempre più smarriti del XXI secolo. Il teatro Kopó continua a rappresentare inoltre il laboratorio di un esperimento artistico e culturale senza precedenti in Italia, poiché ha ‘generato’, senza alcun finanziamento pubblico, la propria filiale in un’altra città, Brindisi, dove il successo di pubblico e di critica è andato ben oltre le aspettative. Al timone di tutte queste innovazioni ritroviamo la Direttrice artistica, Francesca Epifani che, assieme al suo staff, continua nel lavoro di ricerca volto a cogliere chiavi inedite nella comunicazione dell’arte e della cultura. Gli spettatori e gli artisti che attraversano il Kopó ritrovano il senso della comunità, il piacere dello stare insieme, il fremito del contatto ravvicinato tra la platea e il palcoscenico, insomma gli aspetti più autentici del teatro che la “mediatizzazione” delle esperienze socio-cultuali, ad opera dei social network, potrebbe distruggere.

Il primo spettacolo si intitola Ral 9010 – Bianco Puro Totale della Compagnia Contrasto di Torino, in scena dall’11 al 13 ottobre. A seguire Incontri Ravvicinati con il Quarto Stato degli artisti “Le partenze intelligenti” (Roma), dal 25 al 27 ottobre. Avremo poi in scena Edipus di Silvio Barbiero di Padova, dal 29 novembre al 1 dicembre. Sempre a dicembre, ci sarà lo spettacolo Mister Buffo di Elisa Pistis da Cagliari, in scena dal 13 al 15. Il nuovo anno inizia con Der Boxer della Compagnia Teatro Tabasco di Sassari, dal 24 al 26 gennaio. A Febbraio è la volta di Stralci di amore della Compagnia TTM di Trento, dal 14 al 16. Il mese di marzo si apre con Il Risveglio di Francesca Epifani, Produzioni Teatro Kopó (Roma), in scena dal 6 all’8. Sempre a Marzo, c’è Non è Francesca di Francesca Puglisi, dal 20 al 22. Chiude la Stagione, Disconnessi della Compagnia SpeakEasy di Pordenone, dal 15 al 17 maggio.                              
             

Teatro Kopó Roma
Via Vestricio Spurinna, 47/49
00175 Roma
Tel.: (06) 76910181

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide