Passa ai contenuti principali

DUE FIGLIE, TRE VALIGIE - regia Marco Vaccari




dal 5 al 17 novembre
COMPAGNIA TEATRO SAN BABILA
MARINO ZERBIN • ELISABETTA CESONE • MARCO VACCARI • STEFANIA PEPE
GIANNI LAMANNA • GIULIA MARCHESI • LORENZO ALFIERI • SARA CAPRERA

DUE FIGLIE, TRE VALIGIE
di Claude Magnier
regia Marco Vaccari

Il 5 novembre ad inaugurare la Stagione di Prosa sarà la Compagnia del Teatro San Babila con Due figlie, tre valigie per la regia di Marco Vaccari. Il testo, scritto per il teatro da Claude Magnier, ha ispirato due versioni cinematografiche: una francese, con un irresistibile Luis De Funès e la più recente con Sylvester Stallone.

Christian Martin, modesto contabile in una azienda molto importante si presenta una mattina a casa del suo principale Bertrand Barnier per chiedergli un aumento in quanto intende sposarsi. Martin gli rivela anche di avere fatto qualche discutibile manovra sul bilancio aziendale. La richiesta del ragioniere coglie impreparato l’uomo che scopre ben presto di essere vittima di una sorta di ricatto al quale è costretto a piegarsi. La sorpresa è ancora maggiore quando Martin chiede a Barnier proprio la mano della figlia. Ma ecco che improvvisamente irrompe nella storia la giovane Jacqueline che chiede di vedere l’imprenditore. La ragazza dice di essere innamorata di Christian Martin e di avergli mentito spacciandosi per la figlia di Barnier. Travolto dagli eventi Barnier è nella confusione totale. Egli si rende conto a questo punto che Martin non è innamorato di sua figlia Colette. In bilico fra tracollo economico e beghe sentimentali il povero, si fa per dire, uomo d’affari vede popolato il suo delirio da dipendenti dimissionari, un personal trainer tutto muscoli e poco cervello, una moglie un po’ svanita.


COMPAGNIA TEATRO SAN BABILA

A partire dalla Stagione Teatrale 2013-2014 il Teatro San Babila di Milano è diventato Teatro di Produzione. Con l’inizio della nuova gestione della Fama Fantasma s.r.l. lo sala milanese ha iniziato infatti un nuovo percorso di programmazione che non prevede soltanto ospitalità di compagnie esterne ma anche l’allestimento di spettacoli di prosa prodotti appunto dal Teatro stesso e inseriti nel Cartellone ufficiale.

La Compagnia Teatro San Babila ha presentato il suo primo lavoro nella Stagione 2014-2015 “Dodici uomini arrabbiati” di Reginald Rose. Un legal thriller da cui fu tratto il film diretto da Sidney Lumet con Henry Fonda.

Nella Stagione successiva 2015-2016 la Compagnia ha messo in scena due nuovi allestimenti “Toccata e fuga” di Derek Benfield autore brillante inglese rappresentatissimo nel suo paese e “Ciò che vide il maggiordomo” di Joe Orton provocatorio drammaturgo anglosassone degli anni ’60.

Nella Stagione 2016-2017 è stato prodotto un altro testo di Benfield “Doppia coppia”. Entrambi gli spettacoli dello stesso autore sono stati poi riproposti nelle due stagioni successive. Il primo nella 2017-2018, il secondo nella 2018-2019.

La regia degli spettacoli ha avuto sempre la firma di Marco Vaccari, Direttore Artistico del Teatro San Babila.

Quest’anno saranno due le novità che vedranno il loro debutto ufficiale “Due figlie, tre valigie” di Claude Magnier e ancora di Derek Benfield “Colto in flagrante”.
------------------------------------------------------------

SPETTACOLI AVRANNO LUOGO PRESSO IL TEATRO

PROSA martedì – giovedì – venerdì – sabato ore 20.30

mercoledì – sabato - domenica ore 15.30


BIGLIETTI da euro 12 a euro 27



ORARI BIGLIETTERIA

La biglietteria è aperta dal martedì al sabato dalle ore 14 alle ore 18

La biglietteria è aperta anche un’ora prima di ogni spettacolo




TEATRO SAN BABILA

Corso Venezia, 2/A - 20121 Milano -Tel. 02 798010

info@teatrosanbabilamilano.it www.teatrosanbabilamilano.it




PARCHEGGIO CONVENZIONATO PIAZZA MEDA

BEST IN PARKING Piazza Meda, 2/A – 20121 Milano

Tariffa forfait di € 5,00 nella fascia serale dalle 18.30 alle 01.00,

fascia pomeridiana dalle 14.30 alle 19.30

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol