Passa ai contenuti principali

ANGELO BRANDUARDI "IL CAMMINO DELL’ANIMA" - Il nuovo album 4 ottobre 2019



A sei anni di distanza dall’ultimo lavoro in studio “Il Rovo e la Rosa”, Angelo Branduardi ritorna a cantare la spiritualità, risvegliando dal sonno dell’anno mille l’opera visionaria di Hildegard von Bingen, monaca, reclusa secondo la regola di San Benedetto, fin dall’età di otto anni e poi badessa di Bingen.Hildegard fu mistica e poeta, musicista, filologa ed erborista, era e rimane ammirata per avere esplorato senza paura il posto dell’anima nel Cosmo e per avergli dato voce con la sua visione musicale unica.

Nella sua epoca, come nella nostra, quella che fu chiamata “La Sibilla del Reno” e parlò alla pari con Papi ed Imperatori, resta fonte di stupore per coloro che sono disposti ad ascoltarla.

Hildegard definì “Sinfonia” il ciclo lirico delle sue opere, per lei l’anima è “sinfonica” e trova la sua espressione nell’accordo segreto di anima e corpo nell’atto musicale, nell’armonia prodotta dal suono degli strumenti e dalla voce umana, nell’armonia celeste e nell’accordo misterioso che viene dal profondo dell’anima.

La sua musica è molto bella ed è molto eseguita nel circuito dei cultori di musica antica e il suo pensiero, rivoluzionario per l'epoca, è stato molto studiato dalle femministe dagli anni '70 -'80 in quanto riconosce un aspetto femminile del principio divino.

Hildegard è una figura con un vasto seguito di musicisti, intellettuali e femministe (è stata oggetto di studi fondamentali per il femminismo, la medievalista Michela Pereira è tra le massime esperte mondiali della santa)

Nel 2019 il percorso di spiritualità, che aveva avuto inizio, ai tempi del suo esordio, con le canzoni ispirate alla tradizione orale degli indiani d’America per proseguire con il lavoro dedicato al Santo di Assisi, porta Branduardi alla riscoperta dell’opera di Hildegard von Bingen, Santa e Dottore della Chiesa.

“La musica è nata con la religione”, racconta Branduardi, con “lo sciamano che faceva da tramite tra l’uomo e Dio” e per Hildegard von Bingen “la musica è la forma più alta dell’attività umana, quella che meglio riflette l’ineffabile suono delle sfere celesti.”

Il 12 febbraio 2020 Angelo Branduardi compirà 70 anni e nel 2019 ha già festeggiato 45 anni di carriera

Nel 2020, per festeggiare il suo compleanno, uscirà la trilogia in vinile che partendo da “Futuro Antico”, attraverso “l’Infinitamente piccolo” dedicato a San Francesco, arriva all’opera di Hildegard von Bingen.

Il brano estratto per il lancio dell’opera è “Il Cammino dell’Anima 3”: il Diavolo è tentatore “Io dico: chi mi seguirà e farà la mia volontà avrà tutto ciò che desidera” ma l’Anima, esortata dalla Virtù, riuscirà a non cedergli.


IL cammino dell’Anima

01 Preludio
02 Il Cammino dell’Anima 1
03 Il Cammino dell’Anima 2
04 Il Cammino dell’Anima 3
05 Gerusalemme (Strumentale)
06 L’Estasi- La Donna
07 Sinfonia (Strumentale)
08 L’Estasi- Il Figlio
09 Coda

Angelo Branduardi - voce, violino e percussioni
Cristiano De Andrè - voce
Arturo Sorrentino - controtenore e cori
Claudia D’Ulisse, Alexia Pillepich, Luciano Graffi - cori

Diego Corradin - batteria
Giovannangelo De Gennaro - viella, traversiere alto, traversiere basso,
flauto soprano, flauto alto, kaval
Nicola Oliva- chitarre acustiche, chitarre classiche, chitarre elettriche, dobro
Arnaldo Vacca - percussioni, cori
Fabio Valdemarin - programmazione, pianoforte, tastiere, chitarre
classiche, chitarre acustiche, chitarre 12 corde, chitarre elettriche,
basso elettrico, fisarmonica, percussioni, cori.

Davide Bartoni - trombino
Stefano Zavattoni - orchestrazione e direzione d’orchestra

VU_Orchestra:
Violino di spalla
Valentino Corvino
Violini primi
Davide Dondi
Marco Ferri
Paolo Mora
Davide Gaspari
Keti Ikonomi
Violini secondi
Anton Berovski
Gabriele Bellu
Elia Torregiani
Alessandro Bonetti
David Caramia
Tommaso Luison
Viole
Manuela Bascetta
Corrado Carnevali
Francoise Renard
Pietro Scalvini
Violoncelli
Vittorio Piombo
Vincenzo Taroni
Marco Ferri
Mattia Cipolli
Contrabbassi
Fabio Quaranta
Alberto Giovannini



01 Preludio
Angelo Branduardi - elaborazione coro
della Basilica Ortodossa di Mosca
Gabriele Rocchi - programmazione
Fabio Valdemarin - tastiere

02 Il Cammino dell’Anima 1
Angelo Branduardi - voce (l’Anima)
Cristiano De Andrè - voce (il Profeta)
Arturo Sorrentino - controtenore (la Virtù)
Nicola Oliva - chitarre acustiche
Giovannangelo De Gennaro - traversiere alto, traversiere basso
Arnaldo Vacca - percussioni
Fabio Valdemarin - pianoforte

03 Il Cammino dell’Anima 2
Angelo Branduardi - il Diavolo

04 Il Cammino dell’Anima 3
Angelo Branduardi - voce
Diego Corradin - batteria
Giovannangelo De Gennaro - flauto soprano, viella
Nicola Oliva - chitarre acustiche
Arnaldo Vacca - percussioni
Fabio Valdemarin - tastiere, chitarra acustica, chitarra 12 corde, basso elettrico, cori

05 Gerusalemme
(Strumentale)
Angelo Branduardi - violino, percussioni
Giovannangelo De Gennaro - viella, flauto soprano
Arnaldo Vacca - percussioni
Fabio Valdemarin - pianoforte, tastiere, chitarra classica, basso elettrico, percussioni

06 L’Estasi - La Donna
Angelo Branduardi - voce
Davide Bartoni - trombino
Giovannangelo De Gennaro - traversiere medievale
Nicola Oliva - chitarra classica, acustica, 12 corde
Arnaldo Vacca - percussioni, rullante
Fabio Valdemarin - pianoforte, tastiere, basso elettrico, fisarmonica
07 Sinfonia
(Strumentale)
Angelo Branduardi - violino
Diego Corradin - batteria
Giovannangelo De Gennaro - viella, flauto alto,traversiere medievale
Nicola Oliva - chitarra elettrica, dobro
Arnaldo Vacca - percussioni
Fabio Valdemarin - chitarra acustica, chitarra 12 corde, chitarre elettriche, tastiere,
fisarmonica, basso elettrico

08 L’Estasi- Il Figlio
Angelo Branduardi - voce
Diego Corradin - batteria
Giovannangelo De Gennaro - kaval
Nicola Oliva - chitarra acustica, chitarra elettrica
Arnaldo Vacca - percussioni
Fabio Valdemarin - tastiere, pianoforte, chitarre acustiche, basso elettrico, percussioni

09 Coda
Stefano Zavattoni - orchestrazione e direzione d’orchestra
Giovannangelo De Gennaro - traversiere alto e basso
VU Orchestra


Musiche di Angelo Branduardi e Fabio Valdemarin
ispirate all’opera originale di Hildegard von Bingen

Testi di Luisa Zappa
tradotti e rielaborati dall’opera originale di Hildegard von Bingen

Prodotto da Angelo Branduardi, Gabriele Rocchi e Fabio Valdemarin
Produttore esecutivo Vittorio Costa

Registrato presso lo Studio dell’Angelo in Bedero Valcuvia da Gabriele Rocchi

Missato da Maurizio Biancani e Gabriele Rocchi

Matrice incisa presso lo Studio Fonoprint in Bologna da Maurizio Biancani e Gabriele Rocchi


Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide