Passa ai contenuti principali

ROSANNA OBERBIZER DEBUTTA CON IL ROMANZO “IL GIORNO IN CUI SEGUIMMO LE API”

La scrittrice milanese Rosanna Oberbizer debutta con il suo primo romanzo “Il giorno in cui seguimmo le api”.
Il libro racconta la storia di Tommaso, che ha 13 anni e vive in una grande città. Intelligente e un po’ timido, coltiva un sogno: per una volta, vorrebbe sentire su di sé gli sguardi ammirati dei compagni di classe, mentre racconta una storia avvincente alla festa di Halloween.

È un ragazzino razionale, quindi procede con metodo. Comincia a navigare su Internet alla ricerca di ispirazione, fino a quando non si imbatte in una leggenda sorprendente, ambientata nella cittadina di mare dove trascorre l’estate da quando è nato. In un attimo i piani cambiano: l’occasione è diventare protagonista di una vera avventura e, a confronto, limitarsi a raccontarla non è così emozionante.

C’è un mistero da risolvere, una grotta da esplorare, un segreto da svelare. Per tutto questo, coinvolge gli amici di sempre, quelli di ogni estate. Con Filippo, Andrea e Stefania, Tommaso affronta molte sfide, imparando ad ascoltare, condividere e ammettere che, in ogni avventura che si rispetti, non tutto può essere programmato.

“L’idea del libro nasce in un pomeriggio di luglio di alcuni anni fa, osservando un gruppo di ragazzini intenti ad architettare grandi spedizioni e avventure su una spiaggia della Liguria” - racconta Rosanna Oberbizer - “La visione ha evocato molte suggestioni: il tempo dilatato e apparentemente infinito delle estati di quando ero piccola, le giornate che prendevano ritmi del tutto inusuali, la paura di mettersi in gioco e il desiderio di essere riconosciuti, l’odore buono del sole sulla pelle. Tutto il resto è nato da sé”.

Vi è venuta voglia di leggere “Il giorno in cui seguimmo le api”? Prima questa emozionante storia deve vincere una piccola ma preziosa sfida: portare a termine, con un bel 100%, la sua campagna crowdfunding.

Il romanzo, infatti, è stato selezionato dalla casa editrice bookabook che ha scelto (con successo) un nuovo modo di fare editoria: sono proprio i lettori, infatti, a scegliere le storie che diventeranno libri attraverso una raccolta crowdfunding sui preordini.

Se infatti “Il giorno in cui seguimmo le api” raggiungerà i 200 preordini entro il 15 agosto potrà entrare in catalogo.

Intanto un primo obiettivo è già stato raggiunto: tutti quelli che effettuano il preordine hanno la garanzia di ricevere la propria copia, qualunque sia l'esito della campagna.

Nota importante: per tutti i preordini effettuati tra il 1 luglio e il 15 agosto (in versione cartacea o ebook), l'autrice si impegna a donare 1 euro all'Associazione Gaslini Onlus.

CHI È ROSANNA OBERBIZER

Nata e vissuta a Milano, lavora come copy strategist in un'agenzia di comunicazione digitale. Un percorso costruito sul delicato equilibrio tra la passione per il linguaggio e una leggera fissazione per i numeri che, nell'evoluzione dell'attuale mercato digitale, si rivela un discreto colpo di fortuna.

Da sempre affascinata da ogni forma di affabulazione, legge dall'età di 5 anni e scrive da quando, a 7, scopre una Olivetti Lettera 32 in casa. Da lì in poi, si innamora della sensazione di potersi esprimere attraverso un elemento di mediazione, che invece di ridurre la potenza del messaggio, gli regala una nuova vita.

Crowdfunding “Il giorno in cui seguimmo le api”: https://bookabook.it/libri/giorno-cui-seguimmo-le-api/




Seguite Rosanna Oberbizer anche su

Blog – www.popstory.it

Facebook - https://www.facebook.com/PopStory.Blog

Instagram - https://www.instagram.com/popstory_blog/

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide