Passa ai contenuti principali

In primo piano

NASCE L' ASSOCIAZIONE STEFANO D'ORAZIO

                                                           Ad un anno dalla scomparsa di uno dei più amati artisti italiani   NASCE L’ASSOCIAZIONE STEFANO D’ORAZIO   UN PROGETTO RIVOLTO A GIOVANI ARTISTI DI TALENTO   «Vorrei poter contribuire ad accendere degli entusiasmi e delle attenzioni verso qualcuno che meriti una storia di successo fortunata come la mia» Stefano D’Orazio     Ad un anno dalla scomparsa di un grande artista, che insieme ai Pooh ha fatto la storia della musica italiana nasce l’Associazione Stefano D’Orazio, un progetto rivolto a giovani artisti di talento. Lo scopo dell’Associazione è quello costituire un polo di eccellenza nel settore artistico-musicale-imprenditoriale, un’accademia di alta formazione professionale ed imprenditoriale per giovani artisti, quale strumento di integrazione sociale e culturale, con potenziale innovativo e di crescita per il sistema economico, occupazionale e sociale. Associazione Stefano D’Orazio si pone come obiettivo quello di organi

IL MEGLIO DA BROADWAY E DAL WEST END - Teatro Coccia e STM


Teatro Coccia e STM
IL MEGLIO DA BROADWAY E DAL WEST END
Sabato 20 luglio, ore 21
per FRONTIERE URBANE a San Rocco



È nel segno del musical il sabato di Frontiere Urbane – L’estate nei quartieri novaresi.

A cura di Fondazione Teatro Coccia e STM – Scuola del Teatro Musicale sabato 20 luglio 2019 alle ore 21 in Largo Cantone nel Quartiere San Rocco va in scena Il meglio da Broadway e dal West End: un concerto per conoscere o riconoscere i nuovi classici partoriti nei palcoscenici di Londra che danno nuove, eccitanti prospettive al Teatro Musicale.

Un repertorio con protagonisti i grandi autori Jerome Kern, George Gershwin, Cole Porter, Leonard Bernstein, Rodger & Hammerstein, Stephen Sondheim e Jonathan Larson con classici intramontabili direttamente dal centro nevralgico del Teatro Musicale.

I palcoscenici del West End di Londra sono stati invasi per decenni da spettacoli provenienti da Broadway, data la lingua in comune e l’apparente incapacità degli inglesi di scrivere un musical di successo. Poi nel 1960 con “Oliver!” di Lionel Bart il vento è cambiato. Tanto che dagli anni ’80 è stata la stessa Broadway ad essere monopolizzata da spettacoli scritti o prodotti nel West End. Basta pensare ai trionfi di Andrew Lloyd Webber perennemente in scena, “Jesus Christ Superstar”, “Cats” o “The Phantom of the Opera”, o ai Mega-Musical, sinonimo di grandiosità e romanticismo, come “Les Misérables” e “Miss Saigon”, o ai juke-box Musical che hanno contestualizzato canzoni pop-rock come “Mamma Mia”, fino ai grandi successi del nuovo millennio.

Il concerto è interpretato da Andrea Ascari, Davide Gasparrini, Alessia Genua, Elisa Mattioli, Valentina Milan e Davide Torlai.

Ingresso libero e gratuito.

Frontiere Urbane – L’estate nei quartieri novaresi è organizzato da Comune di Novara. Programma completo su a-novara.it

Commenti