Passa ai contenuti principali

VENERE & ADONE - Shakespeare e musica


Dall’11 maggio tra ironia e incanto, musica e magia in scena al PACTA SALONE l’opera del Bardo con la regia di Riccardo Magherini


Arriva al termine la ricca stagione del PACTA SALONEdi Milano, che ha visto anche quest’anno nella sua periferia passare 77 spettacoli, 197 aperture di sipario, 12 produzioni PACTA . dei Teatri, 3 progetti speciali (DonneTeatroDiritti, pactaSOUNDzone, Parapiglia TeatroInFamiglia), il Festival ScienzaInScena Atto √2. Una stagione appassionata, percorsa dalla vocazione vera del Teatro, che non esclude nulla e accoglie ogni diversità e che vuole salutare il suo pubblico, per rivederlo a settembre con la presentazione della nuova stagione, con un finale prezioso affidato alle parole di Shakespeare: dall’11 al 21 giugno2019 VENERE & ADONE Shakespeare e musica, il poemetto in stile alto del Bardo, con traduzione di Roberto Sanesi, portato sul palco con la regia di Riccardo Magheriniin una produzione PACTA . dei Teatri. Uno spettacolo che si potrebbe definire ‘da camera’. Tre persone in scena: due musicisti polistrumentisti e un affabulatore tuttofare che da vita e voce a due pupifeticci, bellissimi e inquietanti al tempo stesso.

Venere, involontariamente ferita da una freccia di Cupido, figlio prediletto, cade in amore per un ragazzo, Adone. Tenterà di sedurlo invano. Adone è cresciuto tra le Naiadi, è cacciatore e, nonostante le preghiere della dea, porterà a compimento il progetto di andare a caccia del cinghiale e in quel frangente sarà mortalmente ferito. Da quel sangue versato da così giovane vita sboccerà un fiore delicato che Venere terrà a battesimo. La dea dolente, dunque, tornerà tra gli abitatori dell’Olimpo, ma non prima di aver lasciato in eredità la sua maledizione, un terribile anatema che segnerà per sempre il doloroso destino degli amanti di tutte le epoche.

A Londra, tra l’agosto del 1592 e il marzo del 1594, impera la peste: si decide di chiudere i teatri. A Shakespeare per sopravvivere occorre una patente di Poeta. Il risultato è un poemetto di stile “alto”, scritto “alla moda dei tempi”, il cui soggetto è la natura del desiderio sessuale, raccolto in un bel “vestito” per arrivare negli ambienti giusti e dare soddisfazione a quelle angosciose aspirazioni “colte”. La messa in scena trae ispirazione dalla tradizione del cunto siciliano, una tradizione solo apparentemente distante dall’opera di Shakespeare. La tecnica dell'affabulazione, mescolata ai colpi di scena un po' circensi accompagnati da effettacci di magia da baraccone di altri tempi e dalla musica dal vivo restituisce tutto l'umorismo che vibra dietro ai versi Shakespeariani.

“Dunque, noi, - spiega il regista Riccardo Magherini - ultimi nella lista dei narratori, racconteremo di Venere e Adone come vuole Shakespeare, servendoci della poesia di Roberto Sanesi - meraviglioso tramite tra noi e il Bardo - che porta con sé, nella sonorità della nostra lingua, tutto l’umorismo e la vitalità del verso originale. Racconteremo dell’amore, del dolore e della morte, in uno spettacolo semplice con intensi momenti di poesia alternati a situazioni grottesche”.
--------------------

PACTA SALONE

Dal 11 al 21 giugno 2019 New Classic

VENERE & ADONE

Shakespeare e musica

di William Shakespeare

traduzione Roberto Sanesi

adattamento e regia Riccardo Magherini

con Riccardo Magherini, Nicola Maria Lanni, Gabriele Palimento

musiche dal vivo Nicola Maria Lanni

disegno luci Fulvio Michelazzi

spazio scenico Riccardo Magherini, Max Falsetta Spina

costumi Nello Ricchibilli

sartoria Agnese Bidoia

voci registrate Maria Eugenia D’Aquino, Vladimir Todisco Grande, Francesca Lolli, Suso Colorni

produzione PACTA . dei Teatri

Durata 60’




INFO - PACTA SALONE - via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

Per informazioni: www.pacta.org-mail biglietteria@pacta.org- promozione@pacta.org- tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org

Orari spettacoli damartedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.30, lunedì riposo

Orari biglietteria:dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00

nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni €16 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €12 (min. 10 persone) | gruppi scuola €9 | Prevendita €1,50

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol