Passa ai contenuti principali

NICE QUESTION PUBBLICANO IL SINGOLO “SOLO NOI”



(Ondesonore Records) 
RADIO DATE: 7 GIUGNO 2019


Si intitola “Solo noi” il primo singolo dei Nice Question, che uscirà il 7 giugno per Ondesonore Records.

La band milanese ha composto un inno alla spensieratezza, in chiave pop-rock (miscelata con un po' di punk), che celebra tutti quei piccoli momenti di un’estate che vorresti non finisse mai.

“Il caldo torrido della giungla cittadina ti soffoca? Perché allora non mollare tutto e correre in spiaggia accompagnati dalla fedele chitarra, unico grande amore?

Sole, mare, sabbia bollente, bibite ghiacciate e musica a non finire...

Ecco, la Musica! Solo lei saprà darti quel sollievo che tanto desideri. Quando c’è la Musica tutto il resto perde importanza: ci sei tu, c’è Lei. Che tu sia sotto l’ombrellone al riparo dai cocenti raggi solari o davanti alla fievole luce del falò di mezzanotte, Lei sarà sempre pronta a darti gioia e conforto” - spiegano i Nice Question, che dopo aver lavorato molto sulle cover sono felici di presentare finalmente un loro inedito.

Com'è nato il loro progetto? Grazie ai videogame, per la precisione a “Guitar Hero”, che permette al giocatore di simulare l’esecuzione dei suoi brani preferiti. Da qui Marco e Massimiliano decidono di formare per davvero un piccolo gruppo, cui poi si aggiungerà Alberto.

Formatisi ufficialmente con l’arrivo di Andrea all’inizio del 2013, fanno le prime esperienze con il pubblico nell’area del magentino, suonando in occasione di numerose feste studentesche nonché “notti bianche”.

Il nome della band nasce qualche momento prima per primissimo live: di fronte alla richiesta dell’organizzatore circa il nome da proiettare durante l’esecuzione, la risposta “bella domanda” diventa la base per la successiva versione inglese “Nice Question”.

Nel giro di pochi mesi allargano i propri orizzonti e calpestano vari palchi del capoluogo lombardo, finendo persino a suonare in alcuni dei locali storici milanesi come Le Scimmie, il Legend Club e il Tunnel Club. I brani eseguiti sono semplici ma efficaci, in grado di carpire l’attenzione del pubblico e di fagli “battere il piede” a ritmo di musica.

I ragazzi sono giovani e suonano per pura passione, ma col passare del tempo il progetto acquista una nuova prospettiva: le cover piacciono, le serate li divertono, ma questo non basta più. È così che inizia a prendere forma l’idea di creare qualcosa di nuovo, qualcosa di inedito, brani che possano essere rappresentativi delle esperienze sia dei singoli che del gruppo nel suo insieme.

Ad oggi dunque la band porta avanti due progetti paralleli: da un lato la stesura di brani inediti con l’obiettivo di pubblicare il primo album, dall’altra la rielaborazione dei grandi successi radiofonici in vista dei concerti live.

I Nice Question sono:

Marco Cocozza: Voce e chitarra Massimiliano Ubertiello: Voce e chitarra Andrea Bellini: Batteria
Alberto Barbazza: Basso


Facebook: https://www.facebook.com/pg/nicequestionofficial Instagram: https://www.instagram.com/nicequestion/Youtube: https://www.youtube.com/user/nicequestionofficial

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol