Passa ai contenuti principali

LA VOCE DEL SILENZIO – the Show. Racconto in danza



Giovedì 13 giugno 2019 ore 21.00

COMPAGNIA MONTAGGIO PARALLELO
DI ANNA RITA LARGHI

LA VOCE DEL SILENZIO – the Show
racconto in danza


Coreografie e regia di Anna Rita Larghi
Musiche di Paolo Limiti

Con
Massimo Sansottera (Matthew Connor), Ivan Testini (Abner Cartwright), Viola Canu Sybille Cartwright), Jessica Falceri (Cheryl Shiffer),
Cristian Quinto (Vince Freeman), Valentina Danieli (Audrey Barens), Antonio Parisi,
Riccardo Pastore, Serena Pomer (Mary Elisabeth Connor)

Luci Alessandro Vellentrani

Produzione Fondazione Teatro Coccia Onlus,
in collaborazione con Compagnia Montaggio Parallelo Dance Company


LO SPETTACOLO

Chicago, marzo 1961, nel quartiere residenziale “The Groves” la vita scorre apparentemente tranquilla, ma dentro i muri di casa le storie dei 9 personaggi si intrecciano tra amori, passioni e tradimenti, sconvolgendo la loro vita e conducendoli a grandi cambiamenti.

Le case confinanti con un unico giardino non hanno muri e i 9 personaggi sono sempre generosamente “in scena”; possiamo vedere le reazioni di ognuno di loro a tutti gli accadimenti. Il pubblico li può sentire respirare, ridere, piangere.

I colori dei costumi, tutti rigorosamente vintage cambiano con il cambiare delle emozioni; poesia ed ironia si mescolano fino a condurre lo spettatore dentro le vite dei “danz’attori”.

Lo spettacolo della durata di un’ora e cinque circa, scorre veloce ed incalzante, accompagnato, come in un film, da una splendida colonna sonora scritta da Paolo Limiti, con brani meravigliosi e conosciuti in tutto il mondo, quali: La voce del silenzio, Bugiardo ed incosciente, Buonasera Dottore, Sacumdì sacumdà.

I 9 danzatori-attori, così come Anna Rita Larghi (la regista e coreografa) li ha definiti, hanno sperimentato una nuova forma di comunicazione che unisce la danza al gesto, ma che è facilmente fruibile, così da poter arrivare a tutto il pubblico.

I performers e la coreografa hanno sperimentato nelle loro carriere esperienze diverse: dalla danza moderna al musical, dai film tv ad importanti trasmissioni televisive. Tutto ciò li ha resi estremamente versatili e pronti per dare vita a uno spettacolo distante dai luoghi comuni, coinvolgendo il pubblico in un’orchestra di emozioni.


TRAMA

Abner Cartwright ritorna nella sua vecchia cittadina, dove aveva dolorosamente lasciato sua moglie Sybille poiché si era dovuto arrendere alla travolgente passione per il giovane giornalista Vince Freeman.

Nel tranquillo quartiere tra le case fiorite e i bianchi recinti vivono: Matthew Connor con sua moglie Mary Elisabeth, Sybille Cartwright con i suoi adorati animali, che alleviano la sua profonda solitudine, la giovane vedova Cheryl Shiffer che sta per convolare a nozze con il giardiniere Kenny Costello, e Audrey Barens l’enigmatica vicina di casa.

L’inaspettato arrivo di Simon Shiffer, il marito creduto morto, sconvolgerà tutti con un vento caldo di passione; Mary Elisabeth ormai disillusa dagli uomini, Sybille sola e con un ricordo d’amore che credeva sopito, Abner e Vince che non riescono più a capirsi.

E così Cheryl risveglierà il suo amore per l’adorato marito che aveva pianto tutti questi anni, Matthew troverà, come sempre, in altri occhi la sua nuova bambola amante da conquistare, amare e poi rifiutare ancora mentre Abner dovrà salvare la sua relazione accettandone i compromessi.

Intrecci e amori. Instabili movimenti, giochi astuti, strategie indistruttibili…

Questo è l’amore che vive nel tranquillo quartiere. Questo è l’amore di ieri, di oggi e di sempre…

Siamo co-dipendenti, vorremmo abbandonarlo, rifiutarlo, dimenticarlo, ma lui è lì che ci aspetta sempre alla porta.



ANNA RITA LARGHI

Nasce a Milano, si avvicina alla danza all’età di 14 anni ed è subito amore. La Danza arriva dove non arrivano le parole, è uno strumento espressivo magnifico e potente. Si dedica con passione allo studio della Danza Moderna, Classica, Contemporanea, al Tip Tap al Funky in Italia e all’estero e, sin da giovane si dedica all’insegnamento dal quale trova piacere e soddisfazione; un forte amore che ancora oggi rimane vivo e presente nella sua vita.

Da sempre visionaria e con la testa colma di immagini, la coreografia diventa un naturale modo di raccontare le cose, negli anni ’90 comincia la sua carriera professionale di coreografa per numerosi eventi di moda, convention, spot, trasmissioni televisive e teatro.

Da sempre curiosa si dedica anche all’aerobica, e vince i campionati italiani di Step Challenge nel 1993.

Sono anni densi e ricchi di lavoro: dal 1998 al 2003 firma la coreografia di più’ di 700 puntate in diretta su Raiuno e Raidue, cura il Concerto di Irene Grandi, la collaborazione con la Compagnia della Rancia con il musical Dance, per il quale vince nel 2001 il premio Musical Awards per la Coreografia.

Nel 2005 decide di dedicarsi lei stessa alla Produzione per trovare un nuovo modo di comunicare in piena libertà, fonda la Compagnia Montaggio Parallelo e nascono: il video progetto Play’n House vincitore della Menzione Speciale “Il coreografo elettronico 2005”, e gli spettacoli: Time’n, Super Heroes, The house e La Voce del Silenzio con il quale vince nel 2015, insieme a Paolo Limiti autore della colonna sonora, il Premio ITALIAN INTERNATIONAL DANCE FESTIVAL di New York.

Parallelamente alla produzione, continua la sua attività di coreografa per importanti trasmissioni televisive; Crozza nel Paese delle Meraviglie, Italialand su LA7, E State con noi su Raiuno, la collaborazione con la cantante Elisa per Festivalbar, viene chiamata come dance coach per importanti Compagnie in Italia e all’estero; Il Gobbo di Notre Dame, Tanz Der Vampire, Momix.

Da anni si dedica anche al Tango Argentino e nasce così lo spettacolo TANDEM che si fonde con la Danza moderna ed ha come interpreti alcuni dei più importanti performer italiani e argentini di Tango riuniti nella Compagina UNO + UNO fa UNO.

Immutata rimane la sua gioia nel dedicarsi a creare, il suo amore per l’insegnamento e il piacere nel vedere giovani talenti “traghettati” dal mondo dello studio al Professionismo.

Il suo linguaggio è ben chiaro e riconoscibile, è un Danza che arriva a tutti e arriva al cuore.

-----------------------------------------

Biglietti posto unico 15,00 euro.

Per informazioni e acquisti www.fondazioneteatrococcia.it oppure presso la biglietteria del teatro (0321233201) aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 18.30.

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide