Passa ai contenuti principali

LA VOCE DEL SILENZIO – the Show. Racconto in danza



Giovedì 13 giugno 2019 ore 21.00

COMPAGNIA MONTAGGIO PARALLELO
DI ANNA RITA LARGHI

LA VOCE DEL SILENZIO – the Show
racconto in danza


Coreografie e regia di Anna Rita Larghi
Musiche di Paolo Limiti

Con
Massimo Sansottera (Matthew Connor), Ivan Testini (Abner Cartwright), Viola Canu Sybille Cartwright), Jessica Falceri (Cheryl Shiffer),
Cristian Quinto (Vince Freeman), Valentina Danieli (Audrey Barens), Antonio Parisi,
Riccardo Pastore, Serena Pomer (Mary Elisabeth Connor)

Luci Alessandro Vellentrani

Produzione Fondazione Teatro Coccia Onlus,
in collaborazione con Compagnia Montaggio Parallelo Dance Company


LO SPETTACOLO

Chicago, marzo 1961, nel quartiere residenziale “The Groves” la vita scorre apparentemente tranquilla, ma dentro i muri di casa le storie dei 9 personaggi si intrecciano tra amori, passioni e tradimenti, sconvolgendo la loro vita e conducendoli a grandi cambiamenti.

Le case confinanti con un unico giardino non hanno muri e i 9 personaggi sono sempre generosamente “in scena”; possiamo vedere le reazioni di ognuno di loro a tutti gli accadimenti. Il pubblico li può sentire respirare, ridere, piangere.

I colori dei costumi, tutti rigorosamente vintage cambiano con il cambiare delle emozioni; poesia ed ironia si mescolano fino a condurre lo spettatore dentro le vite dei “danz’attori”.

Lo spettacolo della durata di un’ora e cinque circa, scorre veloce ed incalzante, accompagnato, come in un film, da una splendida colonna sonora scritta da Paolo Limiti, con brani meravigliosi e conosciuti in tutto il mondo, quali: La voce del silenzio, Bugiardo ed incosciente, Buonasera Dottore, Sacumdì sacumdà.

I 9 danzatori-attori, così come Anna Rita Larghi (la regista e coreografa) li ha definiti, hanno sperimentato una nuova forma di comunicazione che unisce la danza al gesto, ma che è facilmente fruibile, così da poter arrivare a tutto il pubblico.

I performers e la coreografa hanno sperimentato nelle loro carriere esperienze diverse: dalla danza moderna al musical, dai film tv ad importanti trasmissioni televisive. Tutto ciò li ha resi estremamente versatili e pronti per dare vita a uno spettacolo distante dai luoghi comuni, coinvolgendo il pubblico in un’orchestra di emozioni.


TRAMA

Abner Cartwright ritorna nella sua vecchia cittadina, dove aveva dolorosamente lasciato sua moglie Sybille poiché si era dovuto arrendere alla travolgente passione per il giovane giornalista Vince Freeman.

Nel tranquillo quartiere tra le case fiorite e i bianchi recinti vivono: Matthew Connor con sua moglie Mary Elisabeth, Sybille Cartwright con i suoi adorati animali, che alleviano la sua profonda solitudine, la giovane vedova Cheryl Shiffer che sta per convolare a nozze con il giardiniere Kenny Costello, e Audrey Barens l’enigmatica vicina di casa.

L’inaspettato arrivo di Simon Shiffer, il marito creduto morto, sconvolgerà tutti con un vento caldo di passione; Mary Elisabeth ormai disillusa dagli uomini, Sybille sola e con un ricordo d’amore che credeva sopito, Abner e Vince che non riescono più a capirsi.

E così Cheryl risveglierà il suo amore per l’adorato marito che aveva pianto tutti questi anni, Matthew troverà, come sempre, in altri occhi la sua nuova bambola amante da conquistare, amare e poi rifiutare ancora mentre Abner dovrà salvare la sua relazione accettandone i compromessi.

Intrecci e amori. Instabili movimenti, giochi astuti, strategie indistruttibili…

Questo è l’amore che vive nel tranquillo quartiere. Questo è l’amore di ieri, di oggi e di sempre…

Siamo co-dipendenti, vorremmo abbandonarlo, rifiutarlo, dimenticarlo, ma lui è lì che ci aspetta sempre alla porta.



ANNA RITA LARGHI

Nasce a Milano, si avvicina alla danza all’età di 14 anni ed è subito amore. La Danza arriva dove non arrivano le parole, è uno strumento espressivo magnifico e potente. Si dedica con passione allo studio della Danza Moderna, Classica, Contemporanea, al Tip Tap al Funky in Italia e all’estero e, sin da giovane si dedica all’insegnamento dal quale trova piacere e soddisfazione; un forte amore che ancora oggi rimane vivo e presente nella sua vita.

Da sempre visionaria e con la testa colma di immagini, la coreografia diventa un naturale modo di raccontare le cose, negli anni ’90 comincia la sua carriera professionale di coreografa per numerosi eventi di moda, convention, spot, trasmissioni televisive e teatro.

Da sempre curiosa si dedica anche all’aerobica, e vince i campionati italiani di Step Challenge nel 1993.

Sono anni densi e ricchi di lavoro: dal 1998 al 2003 firma la coreografia di più’ di 700 puntate in diretta su Raiuno e Raidue, cura il Concerto di Irene Grandi, la collaborazione con la Compagnia della Rancia con il musical Dance, per il quale vince nel 2001 il premio Musical Awards per la Coreografia.

Nel 2005 decide di dedicarsi lei stessa alla Produzione per trovare un nuovo modo di comunicare in piena libertà, fonda la Compagnia Montaggio Parallelo e nascono: il video progetto Play’n House vincitore della Menzione Speciale “Il coreografo elettronico 2005”, e gli spettacoli: Time’n, Super Heroes, The house e La Voce del Silenzio con il quale vince nel 2015, insieme a Paolo Limiti autore della colonna sonora, il Premio ITALIAN INTERNATIONAL DANCE FESTIVAL di New York.

Parallelamente alla produzione, continua la sua attività di coreografa per importanti trasmissioni televisive; Crozza nel Paese delle Meraviglie, Italialand su LA7, E State con noi su Raiuno, la collaborazione con la cantante Elisa per Festivalbar, viene chiamata come dance coach per importanti Compagnie in Italia e all’estero; Il Gobbo di Notre Dame, Tanz Der Vampire, Momix.

Da anni si dedica anche al Tango Argentino e nasce così lo spettacolo TANDEM che si fonde con la Danza moderna ed ha come interpreti alcuni dei più importanti performer italiani e argentini di Tango riuniti nella Compagina UNO + UNO fa UNO.

Immutata rimane la sua gioia nel dedicarsi a creare, il suo amore per l’insegnamento e il piacere nel vedere giovani talenti “traghettati” dal mondo dello studio al Professionismo.

Il suo linguaggio è ben chiaro e riconoscibile, è un Danza che arriva a tutti e arriva al cuore.

-----------------------------------------

Biglietti posto unico 15,00 euro.

Per informazioni e acquisti www.fondazioneteatrococcia.it oppure presso la biglietteria del teatro (0321233201) aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 18.30.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol