Passa ai contenuti principali

LA STRADA FESTIVAL INTERNAZIONALE - XII EDIZIONE


Circuito CLAPS

presenta

LA STRADA FESTIVAL INTERNAZIONALE

XII EDIZIONE
11-16 GIUGNO 2019, BRESCIA

Torna La Strada: il festival internazionale di circo contemporaneo, musica, teatro e danza urbani, organizzato da più di 10 anni dal Circuito CLAPS, giunge alla XII edizione. Per il 2019, presenterà 18 spettacoli di 12 compagnie provenienti da 4 diversi Paesi, in 6 giorni di programmazione.
Ad oggi, dal 2008, circa 500 performer hanno coinvolto più di 100.000 spettatori. E ora, in arrivo, una nuova edizione, per confermare la proposta culturale ampia e variegata offerta dal Circuito CLAPS in collaborazione con il Comune di Brescia. Sei giorni di spettacolo in centro storico, che intendono coinvolgere un pubblico sempre crescente e per questo sono adatti a grandi, piccini, ragazzi, famiglie senza distinzioni. 


Un programma in crescendo dal martedì alla domenica, quando si terrà il consueto “gran finale” che vede l’avvicendarsi di ben 8 performance.



I NUMERI DE LA STRADA 2019

6 giorni di festival: 16 titoli per un totale di18 spettacoli
4 location in centro storico
12 compagnie: 75 artisti, di 4 diversi Paesi (Italia, Francia, Brasile, Messico)
10 persone dello staff
11 volontari (gli “stradini”)

GLI SPETTACOLI

Ogni anno La Strada ha un simbolo, un fil rouge che collega tutti gli spettacoli. Per il 2019 è stato scelto il tema del PASSAGGIO. Ecco allora avvicendarsi performance di generi molto diversi ma sempre interconnessi l’uno all’altro, per creare un ponte che avvicini gli spettatori anche a spettacoli mai visti, o non ancora “partecipati”.

Si parte martedì 11 giugno con l’acrobatica dei performer brasiliani di Circo No Ato, che con “A Salto Alto” porteranno grandi e piccini in una moderna e fantasiosa rilettura della favola di Cenerentola. Un linguaggio fisico travolgente e azioni acrobatiche che sfidano la gravità sono solo alcuni degli elementi che cattureranno l’attenzione del pubblico.

Anche Francisco Sandoval, che arriva dal Messico con il suo “Pancho Libre”, sorprenderà tutti con le sue vertiginose verticali e le sue indiscusse capacità alla roue cyr e al palo cinese (sabato 15 e domenica16). L’artista si è esibito anche con il Cirque du Soleil in Canada.

Un grande ritorno a La Strada, il 16 giugno: Artemakìa, compagnia riconosciuta e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, stavolta presenta “On the road”. Questo spettacolo di circo contemporaneo è ispirato all’omonimo libro scritto da Kerouac e, attraverso le tecniche circensi, intende far riflettere sulla felicità come progetto condiviso. Gli artisti sono diretti da Milo Scotton (autore, regista e artista di circo contemporaneo formato alla scuola di Montreal).

Non può mancare la musica, il 12 giugno, con il concerto dei Village H, ormai un’istituzione all’interno del cartellone de La Strada Festival. Per il dodicesimo anno Miky ed Hervé guideranno gli spettatori in un viaggio attraverso generi diversi, nel quale non esistono confini, ma solo sfumature (swing, blues, rock, irish folk).

Inoltre, La Strada torna ad avere una marching band: la Rusty Brass Band condurrà il pubblico in alcuni luoghi del centro storico di Brescia, partendo da Piazza Loggia, per un concerto itinerante suonato da un ensemble di ben 11 elementi (14 giugno).

Un’altra disciplina a cui La Strada Festival ha voluto dare rilievo da sempre, rinnovandone le proposte ogni anno, è la clownerie. Giovedì 13, Miss Jenny Pavone sarà in scena in “Waiting for the Miss”, uno spettacolo comico di aspettative acrobatiche e arie clownesche, con trapezio, tessuti aerei e… tacchi, piume, battipanni e radio rotte.

Dalla Francia, arrivano i Madame Rebiné con il loro “Giro della Piazza” (venerdì 14 e domenica 16). Una commedia circense divertente, spettacolare e coinvolgente che nasce dal tour nazionale della compagnia con il Giro d’Italia 2018.

Infine, il Collettivo Clown sarà di nuovo ospite del Chiostro San Giovanni il 15 giugno (dopo il successo di “Clown Spaventati Panettieri” a La Strada Festival 2018), questa volta con “Orlando furioso”. Un dramma eroicomico con colpi di scena, duelli, storie d’amore, imprevisti e tante risate grazie a buffi paladini.

Anche la danza urbana sarà protagonista, il 16 giugno, grazie alla performance di Gassa d’Amante intitolata “In itinere”. La pièce, ideata da Carolina Sbrillo, ha 10 danzatrici in scena e racconta di donne che viaggiano insieme, che scelgono e ricordano, danzano e vivono.

Sulla falsariga dei focus che hanno caratterizzato le ultime due edizioni de La Strada Festival, nel 2019 il Circuito CLAPS propone due progetti speciali. Venerdì 14 si terrà una nuova versione della Biblioteca Vivente proposta da La Fionda, quest’anno dedicata alle tematiche LGBT in collaborazione con Brescia Pride. Gli “utenti” (il pubblico) non prendono in prestito libri come in una vera biblioteca, ma “sfogliano” storie vissute e le ascoltano da chi le racconta in prima persona.

Domenica 16, Perlar (Per – La – Relazione) presenta “Homeless not hopeless”, un progetto nato per avvicinare e sensibilizzare i giovani alla realtà dei senzatetto, grazie a diverse forme d’arte. La strada diventa teatro di storie, palcoscenico di vite umane, per la conoscenza contro ogni pregiudizio.

Il tema del passaggio ritorna anche con Centopercento Teatro, compagnia di acrobatica aerea con sede a Brescia, di nuovo protagonista de La Strada Festival con diversi appuntamenti. Mercoledì 12 apre con “Sonagli nel cielo”, ispirato a “Il Piccolo Principe”; il 13 prosegue con “La legge della giungla”, ispirato a “Il libro della giungla”; domenica chiude con tre diverse performance. Il primo spettacolo del 16 giugno è “Aerial cocktail”, un progetto che parte dallo studio della storia dei più famosi cocktail e utilizza i tessuti aerei per legarne i fili. Il pomeriggio continua con l’esito del percorso annuale della scuola di piccolo circo tenuto presso lo Spazio Danzarte: la cosiddetta Stradina, che quest’anno porta in scena “Cosa vedi, cosa sento”. Infine, ecco “Città di smeraldo”, tratto da “Il meraviglioso Mago di Oz”.

La Strada Festival è un’iniziativa organizzata dal Circuito Ministeriale Multidisciplinare per la Lombardia, Circuito CLAPS, in collaborazione con il Comune di Brescia.

IL PROGRAMMA 2019

Martedì 11 giugno
Ore 21.30 “A salto alto” – Circo No Ato (Brasile) | Piazza Loggia

Mercoledì 12 giugno
Ore 19.00 “Sonagli nel cielo” – Centopercento Teatro | Largo Formentone
Ore 19.30 concerto - Village H | Largo Formentone

Giovedì 13 giugno
Ore 18.30 “La legge della giungla” - Centopercento Teatro | Largo Formentone
Ore 19.30 “Waiting for the Miss” – Miss Jenny Paone | Largo Formentone

Venerdì 14 giugno
Ore 17.00 “La Biblioteca vivente” – La Fionda | Portico della Loggia
Ore 19.00 “Il Giro della Piazza” – Madame Rebiné (Francia) | Piazza Rovetta
Ore 19.30 “Marching band” – Rusty Brass Band | itinerante con concerto | Piazza Loggia

Sabato 15 giugno
Ore 18.30 “Pancho libre The Mexican” – Francisco Sandoval (Messico) | Chiostro San Giovanni
Ore 19.00 “Orlando furioso” – Collettivo Clown | Chiostro San Giovanni

Domenica 16 giugno
Ore 15.00 “Aerial cocktail” – Centopercento Teatro | Portico Loggia
Ore 16.00 “Cosa vedi, cosa sento” - Centopercento Teatro | Portico Loggia
Ore 16.30 “Homeless, not hopeless” – Perlar | Portico Loggia
Ore 17.00 “In itinere” – Gassa d’amante | Largo Formentone
Ore 18.00 “Città di smeraldo” - Centopercento Teatro | Portico Loggia
Ore 18.00 “Il Giro della Piazza” – Madame Rebiné (Francia) | PiazzaLoggia
Ore 18.30 “Pancho libre The Mexican” – Francisco Sandoval (Messico) | Largo Formentone
Ore 19.30 “On the road” – Artemakìa | Chiostro San Giovanni

Tutti gli spettacoli per le vie del centro storico sono gratuiti. 
Al Chiostro San Giovanni: ingresso unico 3€

CONTATTI - INFO
Nei giorni del festival i nostri Infopoint saranno in Largo Formentone.
Tel. +39 030 8084751

Facebook @circuitoclaps / Instagram @claps_circuito
@lastradafestival / @la_strada_festival


GLI ORGANIZZATORI: CIRCUITO CLAPS

Nel 2015 C.L.A.P.Spettacolodalvivo viene riconosciuto dal MiBAC come Circuito Multidisciplinare Regionale, per programmare spettacoli di teatro, danza, circo contemporaneo e musica. Organizza circa 600 performance all’anno in tutta la Lombardia, è tra i soggetti di rilevanza culturale riconosciuti dalla Regione e, dal 2018, è diventato Centro di Residenza Artistica della Lombardia con il progetto IntercettAzioni. È ente associato ad Agis/Federvivo ed è partner di numerosi network italiani ed europei. È tra i fondatori di A.C.C.I. (Associazione Circo Contemporaneo Italia). È membro del progetto europeo CircoStrada.



STAFF

Direzione artistica: Luisa Cuttini

Direzione organizzativa: Mario Gumina

Coordinamento: Andrea Spagnoli, Ermanno Nardi

Project manager: Mara Serina

Ufficio stampa: Emanuela Giovannelli

Comunicazione: Maurizio D’Egidio

Amministrazione: Cesare Benedetti

Segreteria: Paola Mazzardi, Roberta Gusmini

Direzione tecnica: Mario Barnabi


Un ringraziamento agli “Stradini”:

Margherita Andeni, Helga Caruso, Chiara Cervati, Nicola Franceschini, Valentina Giaretta, Fichinio Inchisio, Arianna Lucchi, Abigail Ntim, Emmanuele Zorat.

Stagiste (alternanza scuola – lavoro): Simona Reccagni, Gaia Sagonti



Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide