Passa ai contenuti principali

Al via l'XI edizione del Premio Biagio Agnes


Si apre oggi a Sorrento l’XI edizione del “Premio Biagio Agnes” - Premio Internazionale dell’Informazione, in programma fino al 23 giugno. Organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes in collaborazione con la Rai Radiotelevisione Italiana e in partnership con Confindustria, il Premio Biagio Agnes è dedicato alla memoria dello storico direttore generale della Rai e grande giornalista.

I lavori del Premio entreranno nel vivo domani pomeriggio con una Tavola Rotonda dedicata alle imprese italiane a carattere familiare e al loro peso nell’economia nazionale, dal titolo "L'impresa di famiglia: forza trainante e orgoglio del nostro Paese": all’incontro, moderato da Giovanna Pancheri, giornalista di Sky Tg24, parteciperanno Francesco Casoli (Presidente Elica), Benedetto Cavalieri (Presidente Antico Pastificio Cavalieri), Fabio Corsico (Luiss Business School), Marco Lavazza (vice Presidente Lavazza Spa), Matteo Zoppas (consigliere di amministrazione Acqua Minerale San Benedetto Spa).

Dopo la Tavola Rotonda si svolgerà la “Serata Biagio Agnes”, l’attesa cerimonia di premiazione che verrà trasmessa sabato 29 giugno in seconda serata su Rai1.

Promossa da Simona Agnes, Presidente Fondazione Biagio Agnes, l’edizione 2019 vedrà la presenza dei più importanti nomi della comunicazione nazionale e internazionale e a numerosi ospiti istituzionali, del mondo della cultura e dello spettacolo: tra gli altri, Marcello Foa, Presidente Rai e Presidente onorario del Premio, Fabrizio Salini, Amministratore Delegato della Rai e componente della Giuria Premio Biagio Agnes, Teresa De Santis, Direttore Rai1, e i conduttori della “Serata Biagio Agnes”, Mara Venier e Alberto Matano.

Il prestigioso evento televisivo, condotto da Mara Venier, volto amatissimo della televisione italiana, e dal giornalista e conduttore Alberto Matano, si svolgerà sul palco di Marina Grande a Sorrento: sarà una ricca serata targata Rai1, per la regia di Roberto Croce, nel corso della quale saranno molteplici gli spunti di riflessione sulle tematiche più attuali ma anche i momenti di intrattenimento tra musica e parole.

A ricevere il Premio Agnes 2019, divisi in 13 categorie, saranno: Antoni Cases, Giornalista e consulente editoriale (Premio Internazionale); Lina Palmerini, Il Sole 24 Ore (Premio per la Carta Stampata); Gianni Santucci, Corriere della Sera (Premio Miglior Cronista); Andrea Bassi, Il Messaggero (Premio Giornalista d’Inchiesta); Antonio Megalizzi (alla memoria), reporter appassionato d’Europa rimasto vittima dell’attentato terroristico di Strasburgo lo scorso dicembre 2018 e Giovanna Pancheri, corrispondente da New York - Sky TG24 (Premio Giornalista per l’Europa); Lucia Goracci, corrispondente Rai (Premio per la Televisione); I Lunatici, Rai Radio 2, autori e conduttori: Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio (Premio per la Radio); Gennaro Sangiuliano, Direttore Tg2, e Giovanni Grasso (Premio Giornalista Scrittore, saggistica e narrativa); Andrea Pontini, AD ilGiornale.it (Premio Nuove Frontiere del Giornalismo); La Gazzetta dello Sport, Direttore Andrea Monti (Premio Giornalismo Sportivo); Il Messaggero e Domus (Premio Editoria, quotidiana e periodica); Francesco Maesano, Tg1 (Premio Under 35); Serena Rossi (Premio Cinema e Fiction). Come da tradizione, la Fondazione Biagio Agnes assegnerà una Borsa di studio al primo classificato in graduatoria della Scuola Superiore di Giornalismo dell’Università LUISS Guido Carli di Roma, a testimonianza della particolare attenzione al mondo giovanile.

Raccontare le storie del mondo con uno sguardo libero da condizionamenti, restituire le trame della realtà nel tentativo di decifrarne la complessità, parlare del presente con rigore e passione civile, nella convinzione che un'informazione vera, corretta e accurata sia strumento essenziale di democrazia e libertà: sono questi i valori a cui guarda il Premio Biagio Agnes, nato con l’obiettivo di promuovere il giornalismo di qualità, quello più coraggioso e capace non solo di descrivere il mondo che ci circonda, ma anche di interpretarlo o addirittura di anticiparlo. Il Premio riserva ampio spazio anche alla valorizzazione delle imprese italiane, con l'approfondimento di tematiche relative ai processi di sviluppo e crescita economica, sociale e culturale del Paese.

Il Premio, presieduto da Simona Agnes, è promosso dalla Fondazione Biagio Agnes con i Patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Campania, del Comune di Sorrento, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, (Unione Cattolica Stampa Italiana).

Il Presidente Onorario del Premio è Marcello Foa, in qualità di Presidente della Rai.

La Giuria del Premio Biagio Agnes è composta da: Gianni Letta (Presidente), Fabrizio Salini Amministratore Delegato della Rai, Giulio Anselmi, Virman Cusenza, Stefano Folli, Luciano Fontana, Paolo Garimberti, Guido Gentili, Roberto Gervaso, Giampiero Gramaglia, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Antonella Mansi, Giuseppe Marra, Antonio Martusciello, Antonio Polito, Marcello Sorgi, Fabio Tamburini, Mons. Dario Edoardo Viganò, e i Presidenti dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Carlo Verna e della Regione Campania Vincenzo De Luca.

La Fondazione Biagio Agnes, nata nel 2011 con l'obiettivo di dare continuità ai valori umani e professionali dello storico direttore generale della Rai, promuove e organizza una serie di importanti attività culturali: oltre al Premio Biagio Agnes, Premio Internazionale dell’informazione, anche il Forum di medicina e informazione scientifica “Un Check-up per l’Italia” e il “Forum Internazionale Turismo e Cultura”.

Nato per proseguire idealmente l’impegno profuso da Biagio Agnes in campo medico con la realizzazione della trasmissione di divulgazione medico-scientifica “Check-up”, trasmessa da Rai1, il Forum “Un Check-up per l’Italia” prevede la realizzazione di tre iniziative l’anno legate ai temi della salute e della sua divulgazione. Nell’ambito della manifestazione viene assegnato il “Premio Biagio Agnes Check-up Salute” alle eccellenze che si sono distinte nell’ambito della salute per riconoscerne l’impegno, la professionalità e il contributo dato al progresso scientifico. Per assicurare la validità dell’iniziativa è stato costituito il “Comitato dei Garanti”, presieduto da Gianni Letta e composto da undici studiosi, nomi di grande eccellenza riconosciuti a livello nazionale e internazionale. Dopo aver trattato temi di stretta attualità e rilevanza come le vaccinazioni e l’alimentazione, nell’ultima edizione dello scorso aprile il Forum ha trattato il tema “Vecchie e Nuove Dipendenze: da Alcol, Fumo e Droghe a Internet e Ludopatie”, con l’obiettivo di analizzare il rapporto, sempre più stretto e preoccupante, tra il mondo giovanile e le dipendenze.

Il “Forum Internazionale Turismo e Cultura” è stato istituito nel 2015 per approfondire problematiche legate al binomio turismo-cultura, come la tutela del patrimonio culturale, artistico, paesaggistico. Numerose le Tavole Rotonde organizzate durante le varie edizioni del Forum, incontri che hanno visto la partecipazione di giornalisti specializzati e personalità delle istituzioni e del mondo imprenditoriale, nel corso dei quali sono emerse alcune priorità: non solo la necessità di mettere al centro dell’agenda politica la tutela del patrimonio culturale e artistico, ma anche la sfida del settore turistico di saper coniugare lo sviluppo del business e la sostenibilità del territorio, con un utilizzo innovativo della tecnologia. Nell’ambito della manifestazione ogni anno viene assegnato il “Premio Biagio Agnes Turismo e Cultura” a personalità che si sono distinte nella capacità di raccontare e valorizzare le eccellenze del patrimonio artistico e culturale italiano. La quarta edizione del Forum si terrà alla fine del 2019.

L'impegno profuso da Biagio Agnes nel corso della sua vita e della sua carriera viene dunque portato avanti e tradotto concretamente in ogni attività della Fondazione, che, attraverso eventi, incontri, dibattiti e iniziative culturali focalizzati su temi di forte interesse mediatico, persegue la missione di valorizzare una informazione vera, corretta e accurata, diffondendo la conoscenza come unica via per la libertà dell'individuo e per la comprensione della realtà. La Fondazione ha tra le sue finalità anche quella di esaltare il binomio tra impresa e cultura sviluppando sinergie con il territorio e le sue eccellenze in ambito culturale.

https://www.premiobiagioagnes.it/

https://www.fondazionebiagioagnes.it/

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide