Passa ai contenuti principali

SPRING AWAKENING - Primo spettacolo di "A Summer Musical Festival"



In scena al

TEATRO DUSE di Bologna
Giovedì 16 e venerdì 17 maggio 2019


Parte il 16 maggio dal Teatro Duse di Bologna la settima edizione di A Summer Musical Festival prodotto dalla Bernstein School of Musical Theater.

Il primo titolo in programma è Spring Awakening, con la regia di Mauro Simone, la direzione musicale di Vincenzo Li Causi e le coreografie di Giorgio Camandona.


Ispirato al dramma tedesco “Risveglio di primavera” scritto nel 1891 da Frank Wedekind, il librettista Steven Sater e il compositore Duncan Sheik, cantautore americano al suo debutto nel mondo del musical, creano un musical potente e moderno dal forte impatto emotivo che debutta a Broadway nel 2006. Nel 2007 il musical ottiene undici candidature ai Tony Awards, vincendone otto, tra cui miglior musical.

Spring Awakening porta in scena il delicato e doloroso passaggio dall’adolescenza all’età adulta nella Germania di fine ‘800. La scoperta di sé stessi, della propria sessualità e della stessa identità, avviene attraverso lo sguardo curioso e puro di un gruppo di quattordicenni che vive in parallelo un senso di inadeguatezza e vergogna rispetto al mondo ipocrita e moralista degli adulti.

Il regista dello spettacolo, Mauro Simone, si è chiesto se oggi siamo davvero lontani da quella società di fine ‘800; lavorando quotidianamente con i ragazzi ha capito che molti temi sono ancora oggi considerati dei tabù e che nessuno sfugge alla pressione sociale del “chissà cosa penseranno di me”. Per questo motivo ha creato nella messa in scena una connessione tra la Germania di fine ottocento e i giorni nostri, servendosi di oggetti che “prenderanno vita” in scena attraverso una luce moderna in contrapposizione alla luce flebile di quell’epoca.

Anche le musiche, composte dal cantautore americano Duncan Sheik, mettono in evidenza il contrasto tra la mentalità chiusa del mondo degli adulti e il linguaggio utilizzato dai ragazzi. I brani in stile pop rock con contaminazioni soul, sottolineano la voglia di evasione e il rock è perfetto per rappresentare i sentimenti dei giovani.

Le liriche sono state tradotte in italiano, per rafforzare maggiormente il messaggio dello spettacolo.

Le coreografie sono in stile modern che si sposa con la musica pop rock dello spettacolo, la danza è l’espressione prolungata del loro io interiore.

La scenografia è composta da tante finestre di varie dimensione per ricordare gli spazi e gli ambienti entro cui si svolge la vicenda, ma le finestre rappresentano anche lo sguardo intimo verso sé stessi e allo stesso tempo la voglia di “guardare oltre” che provano i ragazzi. I costumi rievocano lo stile di fine ‘800, ma con un gusto più moderno con l’uso di tessuti più pesanti per gli adulti, a significare la rigidità del loro pensiero.

Spring Awakening è un’opera controversa e coraggiosa che mette in scena un conflitto tra studenti, scuola e famiglie, tra autorità e giovinezza. I ragazzi vivono esperienze come masturbazione, omosessualità, aborto, stupro, suicidio, ma anche sentimenti di amore, amicizia, libertà dove la ribellione diventa uno straordinario e commovente inno alla vita.

Sul palco del Duse, salgono i performer del secondo e terzo anno dell’Accademia, una grande occasione che permette ai giovani interpreti di dimostrare le proprie competenze esibendosi di fronte a una platea di appassionati e addetti ai lavori.
-----------------------------------------------------

Sinossi: 
I personaggi principali del musical sono tre ragazzi poco più che adolescenti Wendla Bergmann, Moritz Stiefel e Melchior Gabor, che vivono in un piccolo paese tedesco nel XIX secolo. Il giovane Melchior e l’ingenua Wendla inciampano l'uno nelle braccia dell'altro, appassionate e curiose, mentre Moritz ansioso lotta per soddisfare le rigide aspettative della società. Tra storie d'amore, ansie, scoperta del proprio corpo, della propria mente e di sé stessi a suon di rock viene tracciato un ritratto crudo di un gruppo di adolescenti in cerca di risposte e libertà. Una storia capace, ancora oggi, di portarci a riflettere sulle radici della nostra identità più profonda.


SPRING AWAKENING

REGIA di Mauro Simone

DIREZIONE MUSICALE di Vincenzo Li Causi

COREOGRAFIE di Giorgio Camandona

MUSICHE di Duncan Sheik

LIBRETTO E LIRICHE di Steven Sater

TRADUZIONE LIRICHE: Michael Anzalone

TRADUZIONE LIBRETTO: Andrea Ascari, Gianluca Sticotti e Sara Del Sal


AIUTO REGIA: Valeria Tomasi

SCENOGRAFIE: Lele Moreschi

COSTUMI: Fabio Cicolani e Silvia Cerpolini

LIGHT DESIGNER: Emanuele Agliati

SOUND DESIGNER: Tommaso Macchi

DIRETTORE DI SCENA: Alessandro Di Giulio


 

IL CAST

Personaggi e Interpreti

Melchior: Michele Anastasi – Paolo Cantele
Wendla: Claudia Luzzi – Marta Occhi
Moritz: Alessio Antelmi
Ilse: Giorgia Visca – Eleonora Buccarini
Hanschen: Paride Scocco
Martha: Noemi Galeano – Pamela Giannini
Ernst: Pietro Galetta
Georg: Francesco Esposito – Matteo Germinario
Otto: Paolo Cantele – Cesare Soffiati
Thea: Maria Letizia Andrighetti – Laura Possamai
Anna: Chiara Campanile – Camilla Berardi
Dieter: Francesco Esposito
Rupert: Cesare Soffiati
Reinhold: Luca Asioli
Ulbrecht: Paolo Cantele – Michele Anastasi
Donna Adulta mamma: Martina Fornasaro
Donna Adulta autorità: Erika Zanoncelli
Uomo Adulto: Marco Savorelli

Ensemble
Rachele Baldi, Ilaria Castellana, Saya Del Bene, Federica Kim Mai, Viola Falqui Massidda, Sara Slaviero, Nicole Tortora, Francesca Vecchio, Non Wendla (Claudia Luzzi/Marta Occhi), Non Ilse (Giorgia Visca/Eleonora Buccarini), Non Martha (Noemi Galeano/Pamela Giannini), Non Thea (Maria Letizia Andrighetti/Laura Possamai), Non Anna (Chiara Campanile/ Camilla Berardi)
---------------------------------------------

Informazioni e prenotazioni:
I biglietti dello spettacolo sono disponibili sul circuito Vivaticket o presso la biglietteria del Teatro.
Teatro Duse via Cartoleria, 42 Bologna


Biglietto intero 20 euro – ridotto 15 euro (over 65 e under26)

Speciale abbonamento a due spettacoli Spring Awakening e Chicago intero a 30 euro e ridotto a 25 euro (over 65 e under 26)

Orari spettacoli:16 e 17 maggio ore 21.00
17 maggio ore 16.00







Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide