Passa ai contenuti principali

OKLAHOMA! L’anteprima italiana con orchestra di 60 elementi


STM – Scuola del Teatro Musicale e Associazione Spazi Musicali sono lieti di annunciare l’anteprima italiana di OKLAHOMA!, pietra miliare del binomio Rodgers & Hammerstein che valse loro uno speciale Premio Pulitzer®. Sabato 1 Giugno 2019 andrà in scena, in anteprima assoluta, in una speciale location a cielo aperto, nella suggestiva Piazza Libertà di Travagliato (BS). 

In scena gli attori diplomandi del Corso Triennale per Attori della STM – Scuola del Teatro Musicale, con un cast totale di 42 interpreti, insieme all’orchestra di 60 elementi dell’Associazione Spazi Musicali diretta dal M° Sandro Torriani. 

Questa anteprima della prima produzione italiana, con le canzoni in lingua originale, vedrà la regia di Luca Savani, diplomato STM, le coreografie di Ilaria Suss e la direzione vocale di Andrea Ascari. Le scene saranno di Alessia Barban e Simona Venkova, allieve dell’Hdemia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia. OKLAHOMA! è un musical tratto dalla commedia Green Grow the Lilacs di Lynn Riggs del 1931. 

Ambientato nel Territorio dell’Oklahoma nei dintorni dalla città di Claremore, narra del cowboy Curly McLain e della sua storia d’amore con Laurey Williams. Tra la felicità dei due si insinuerà il minaccioso Jud Fry, che vive e lavora nella fattoria di Laurey. 

Sabato 1 giugno ore 21.00 
INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI 

Durante la serata si svolgerà una raccolta fondi per la ricerca sperimentale “Il benessere psico-fisico in ambito neonatologico relativo al percorso neonato prematuro-mamma-operatori” all’Ospedale dei Bambini ASST Spedali Civili di Brescia. 

Per informazioni: info@spazimusicali.it 

In caso di maltempo lo spettacolo andrà in scena al Palacittà via Napoleone 103, Travagliato. 

Oklahoma! è presentato in Italia grazie a uno speciale accordo con R&H Theatricals Europe. 

STM – Scuola del Teatro Musicale 

La Scuola del Teatro Musicale (STM) è un polo unico in Italia per l’educazione e la produzione teatrale, l’integrazione sociale attraverso le arti del teatro, della danza, della musica e la divulgazione della cultura teatrale. La STM forma attori, registi e direttori musicali per il teatro musicale. Fondata con la collaborazione istituzionale della Fondazione Teatro Coccia di Novara e della Compagnia della Rancia, la STM agisce nell’ambito di un progetto di natura mutualistica e cooperativa, senza fini di lucro, con l’obiettivo di svolgere attività educative in campo teatrale e coreutico-musicale secondo i metodi e gli obiettivi dell’apprendimento permanente propri della Longlife Education e del Lifelong Learning. La Scuola forma attori, registi e direttori musicali per il teatro musicale e costituisce in Italia l’unico centro didattico ed educativo per le arti del teatro musicale avente sede all’interno di un teatro. La STM ha prodotto Next to Normal, Green Day’s American Idiot e Le Nozze di Figaro. Nella prossima stagione porterà in scena la versione teatrale de L’Attimo Fuggente. 

Associazione Spazi Musicali 

L’Associazione Spazi Musicali è stata costituita nell’ottobre 2002, grazie all’impegno del Comune di Mazzano e di realtà pubbliche e private, con lo scopo, specificatamente inserito nello statuto, di contribuire allo sviluppo della cultura musicale. La diffusione, la valorizzazione della cultura e l’innovazione musicale attraverso corsi tenuti da docenti specializzati nonché l’organizzazione e la partecipazione ad eventi culturali o didattici è fondamentale per la formazione dei giovani strumentisti. La formazione di una cultura musicale, come in ogni forma d’arte, va coltivata e cercata con impegno, continuità e perseveranza maturando nello studente il senso d’appartenenza all’associazione partecipando alle attività programmate nel corso dell’anno accademico sentendosi così parte attiva di una struttura con una propria identità storico-artistica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol