Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

NOTTURNO – SCANDALOSO D’ANNUNZIO


TEATRO STANZE SEGRETE

Dal 21 Maggio al 2 Giugno

ASS. CULT. DIRITTO E ROVESCIO ASS.CULT. ESSENZA TEATRO
PRESENTANO

NOTTURNO – SCANDALOSO D’ANNUNZIO

Secondo anno di repliche, per lo spettacolo diretto da Emanuele Bilotta

con Alberto Brichetto e Ludovica Resta

musiche acustiche dal vivo Marcos Vicari

adattamento del testo Alessandro Battafarano

Dopo il fortunato debutto dello scorso anno, torna, al teatro Stanze Segrete di Roma, lo spettacolo che racconta i giorni d’angoscia di Gabriele D’Annunzio, reso temporaneamente cieco a seguito di un incidente aereo. La pièce teatrale, che ha riscontrato un grande successo di pubblico, sia nelle date a Stanze Segrete, sia al suo debutto nazionale presso il teatro comunale Maurizio Fiorani di Canale Monterano, è un viaggio, a metà tra il teatro di prosa e la performance, in cui lo spettatore diviene personaggio involontario, dando vita a un voyeurismo inconscio, uno schadenfreude aperto, dove oggetto del desiderio è l’intimità della sofferenza del Vate.

Il Re è nudo. I due attori in scena, Brichetto nei panni di D’Annunzio e Resta in quelli del suo alter ego che prende molteplici forme, assurgono al difficile compito di mostrare il non detto del poeta. Anche loro, privati della vista, sviluppano gli altri sensi, dando vita ad una interpretazione onirica, non solo negli intenti, ma, soprattutto, nelle forme illogiche che riesce a creare.

< La preparazione dello spettacolo ci ha impegnati per sei mesi – spiega il regista Emanuele Bilotta – Nelle prime settimane ci siamo limitati a capire cosa poteva succedere, distruggendo ogni punto di forza di Gabriele D’Annunzio. Bende agli occhi per privarci dell’estetica, eliminazione totale della punteggiatura e di qualsiasi regola sintattica, per ottenere musica partendo dal significante, aldilà del significato.>

Le esigue dimensioni del piccolo gioiello nel cuore di Trastevere, quale il teatro diretto da Ennio Coltorti, la scelta, quest’anno, di far muovere la scena al centro della sala, posizionando il pubblico intorno e le musiche acustiche, di chitarra e strumenti effettistici suonati da Marcos Vicari, rendono Notturno – Scandaloso D’Annunzio un’esperienza sensoriale che va aldilà della stessa idea di spettacolo.
----------------------------------------
Dal 21 maggio al 2 giugno 2019

TEATRO STANZE SEGRETE di Roma

VIA DELLA PENITENZA, 3, 00165, Roma

TEL. 06 4977 2027

DA MARTEDI’ AL SABATO ALLE ORE 21.00 – DOMENICA ALLE ORE 19.00

Commenti

Post più popolari