Passa ai contenuti principali

IL MISTERO DEL DELITTO DI COGNE - SONO INNOCENTE.


Festival del Teatro Forense 2018 2019 VI edizione
giovedì 16 maggio
L'associazione culturale centrarte mediterranea e Teatro '91
presentano
Le Toghe in Giallo
in Teatro in chiesta
IL MISTERO DEL DELITTO DI COGNE
SONO INNOCENTE
a cura di Luigi Di Majo
con
Beatrice Palme, Elisabetta Magrini, Luigi Di Majo,
Antonio Buttazzo, Ferdinando Abbate
regia
Luigi Di Majo



Andrà in scena, giovedì 16 maggio, al Teatro Golden di Roma "Il mistero del delitto di Cogne. Sono innocente" a cura dell'avvocato Luigi Di Majo, spettacolo che fa parte del Festival del Teatro Forense giunto, quest'anno, alla VI edizione ideato e diretto dall'avvocato Vincenzo Sinopoli.

Il delitto di Cogne è sicuramente il più "famoso" crimine degli ultimi vent'anni verificatosi nel nostro paese. Un infanticidio misterioso che si consumò nella splendida località valdostana, secondo le sentenze, da parte di Annamaria Franzoni e che ha tenuto per anni l'opinione pubblica incollata a TV, riviste e giornali avendo avuto una risonanza mediatica senza pari ancora oggi. Lo spettacolo a cura di Luigi di Majo vuole essere prima di tutto una riflessione generale su un gesto, tanto crudele e tanto incomprensibile ai più, compiuto il più delle volte, da parte di donne e madri affette da gravi disturbi psicologici.

“Il delitto di Cogne” evidenzia, infatti, al di là di quello che può essere veramente accaduto, il sofferto disagio esistenziale di Anna Maria Franzoni, nell’ambito del pur tranquillo, amorevole e agiato contesto familiare, destinata a divenire forse vittima di una solitudine fisica e psichica tale da subire una seria forma depressiva, dagli sviluppi drammatici, mai con certezza chiariti.

La vicenda, infatti, anche se risolta definitivamente in sede processuale, in seguito a contrastanti pronunce di Giudici (Tribunale del riesame), è rimasta comunque avvolta nel mistero.

La verità delle aule di Giustizia, frutto della ricostruzione degli uomini, con tutte le loro virtù, difetti e pregiudizi, molto spesso non coincide con la verità naturale. L’errore giudiziario è sempre più incombente.

Lo spettacolo si apre con la ballata di Bertold Brecht riguardo un inquietante infanticidio per poi proseguire illustrando quali sono ancora oggi, nonostante la condanna definitiva della donna, i misteri, i dubbi e le incongruenze che avvolgono questo delitto. Tanti sono infatti i punti oscuri dell'omicidio del piccolo Samuele: dalla sempre invocata innocenza da parte della signora Franzoni, dall'arma del delitto mai ritrovata, ai tempi e gli orari in cui si sarebbe svolto il dramma.

In sintonia col tema del dramma di Cogne sarà recitato un brano di Luigi Pirandello.

Sul palcoscenico oltre a Luigi Di Majo, saranno in scena Beatrice Palme, Elisabetta Magrini, Antonio Buttazzo, Ferdinando Abbate.


FESTIVAL DEL TEATRO FORENSE

Avvocati e magistrati sono i protagonisti sul palcoscenico del Teatro Golden, degli spettacoli che saranno rappresentati all’interno del Festival del Teatro Forense, giunto alla sua VI edizione, ideato ed organizzato da Vincenzo Sinopoli. Il Festival gode del patrocinio dell'Ordine degli avvocati di Roma e dell'Associazione Nazionale Magistrati.

Sul palco artisti particolari che ogni giorno amministrano la giustizia nelle aule dei tribunali e che in

questa occasione la rappresentano negli spettacoli che affrontano temi e storie legati alla giustizia. Lo spettatore si troverà proiettato all’interno di un processo dove parole, gesti, cavilli sono gli stessi di quelli che si celebrano nella realtà. La particolare disposizione del teatro su tre lati consente a tutti gli spettatori di essere parte integrante della rappresentazione, finendo per essere i veri giudici del processo.
----------------------------------------------------------

SPETTACOLO ore 21.00 BIGLIETTO euro 10.00

TEATRO GOLDEN

Via Taranto, 36 00182 ROMA

www.teatrogolden.it

info@teatrogolden.it

Tel. 06.70.49.38.26

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide