Passa ai contenuti principali

𝐋'𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐢𝐧 𝐩𝐢𝐚𝐳𝐳𝐚 𝐜𝐨𝐧 𝐢𝐥 “𝐏𝐨𝐦𝐞𝐳𝐢𝐚 𝐢𝐧 𝐌𝐮𝐬𝐢𝐜𝐚𝐥”



Piazza Indipendenza dal 𝟏𝟖 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐚𝐥 𝟐𝟕 𝐥𝐮𝐠𝐥𝐢𝐨, vestirà i panni di un Museo a cielo aperto, a base di arte e architettura contemporanea grazie alla manifestazione Pomezia In Musical. L’innovazione di questo progetto, sta nella messa in scena, nel centro storico cittadino, di 8 spettacoli in altrettanti appuntamenti dove la multidisciplinarità (teatro, danza e musica) sarà lo strumento artistico culturale e comunicativo per veicolare messaggi relativi a valori, principi, aspetti religiosi, storia e leggenda, in un contesto paesaggistico che racchiude storia antica e moderna. 

Gli 8 musical saranno realizzati con la direzione artistica di 𝐒𝐢𝐦𝐨𝐧𝐞 𝐌𝐚𝐫𝐭𝐢𝐧𝐨.

Si parte il 18 maggio con lo spettacolo “San Michele – L'angelo dell'apocalisse” musiche di Simone Martino e libretto di Lorenzo Cioce e Simone Martino, Regia di Andrea Palotto, L’eterna lotta tra il bene e il male, rappresentata da San Michele, principe delle milizie celesti, e Lucifero, l'angelo ribelle.

Il secondo appuntamento porta invece lo spettatore a fare un tuffo nella storia.

Lo spettacolo in scena il 25 maggio è “Lo sguardo oltre il fango – La ragazza n.65378” ” musiche di Simone Martino e libretto di Lorenzo Cioce e Simone Martino, Regia di Giovanni De Anna, narra di Ziva, una ragazza ebrea polacca, deportata con la sua famiglia in un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale.

A seguire, altre grandi rappresentazioni raccontate attraverso il bel canto, la recitazione e la musica.

In scena l’8 giugno “La Sirenetta di Andersen” ” musiche e libretto di Simone Martino adattamento testi narrati a cura di Lorenzo Cioce, con la regia dello spettacolo affidata a 𝐂𝐥𝐚𝐮𝐝𝐢𝐨 𝐈𝐧𝐬𝐞𝐠𝐧𝐨. Spettacolo tratto dal celebre Romanzo “La Sirenetta” dello scrittore Danese Hans Christian Andersen

In scena il 22 giugno “Robin Hood – il valore della giustizia” musiche e libretto di Simone Martino, regia di Antonio Melissa, Racconta le gesta del prode Arciere della Contea di Nottingham.

Successivamente, sul palco del Pomezia in Musical, il 29 giugno, sarà la volta di “Beatrice Cenci Opera drammatica” musiche di Simone Martino e libretto di Giuseppe Cartellà e Simone Martino, regia a cura di Simone Martino. Narra di una giovane ragazza romana nata nel 500, diventata figura simbolo della lotta alla violenza sulle donne. Lo spettacolo vanta il premio al concorso "Domani, forse Broadway” con la giuria presieduta da 𝐆𝐢𝐧𝐨 𝐋𝐚𝐧𝐝𝐢.

Il giro di boa per del Pomezia in Musical vede la data del 13 luglio e sul palco sarà la volta di “Una notte da Musical” 100 minuti di spettacolo con brani che hanno fatto la storia del musical. Le grandi voci del musical saranno accompagnate da pianoforte, un violino e un violoncellista del teatro dell’opera di Roma.


Il ciclo di appuntamenti continua il 20 luglio con “Roma Opera Musical – I Gemelli leggendari” musiche di Simone Martino e Ermanno Sebastiano e libretto di Riccardo Fortuna e Marco Quaglia, Regia di Marco Simeoli; Kolossal sulla nascita della città eterna, con la voce narrante dell’opera del grande Luca Ward.

Il 27 luglio sarà la data conclusiva del festival con “Musical Story Live”, un concerto di spessore internazionale, le grandi voci del musical saranno accompagnate da un quartetto d'archi, una chitarra e un pianoforte, il tutto arricchito dalla lettura di poesie del giovane e talentuoso poeta 𝐋𝐨𝐫𝐞𝐧𝐳𝐨 𝐂𝐢𝐨𝐜𝐞.
-------------------------------------------------


CONTATTI:

PAGINA FACEBOOK DIRETTORE ARTISTICO: https://www.facebook.com/simonemartinomusicpage/

EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/424885901623194/

SITO UFFICIALE COMUNE DI POMEZIA: http://www.comune.pomezia.rm.it/pomezia_in_musical


INFO:
PERIODO FESTIVAL: 18 MAGGIO/27 LUGLIO

ORARIO: 21:00

INDIRIZZO: PIAZZA INDIPENDENZA – POMEZIA (Rm)

INGRESSO GRATUITO


Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol