Passa ai contenuti principali

Trafficante D'Amore - l'opera prima di Antonio Provitina





- Titolo: “IL TRAFFICANTE D’AMORE” 
Sottotitolo: “CONOSCERE I 5 SENSI PER TROVARE UN SENSO”

Capitoli con Paragrafi:

Indice:

Prefazione
Capitolo I: Il bacio – Aurora (Il tatto)
Capitolo II: La prima volta – Maia (Olfatto)
Capitolo III: Regalare il piacere, è in se un piacere – Iris (Gusto)
Capitolo IV: l’intensità dell’amore – Vittoria – (Vista)
Capitolo V: Le sfumature della voce ed un amore che batte le distanze - Venere (Udito)
Capitolo VI: Spiegare l’amore, incombenza irriverente - Diana (VI Senso)
Capitolo VII: Disperazione e follia, più una conseguenza
Capitolo VIII: Il sette nell'otto, l'infinito

SINOSSI BREVE:
Il Trafficante d’Amore è una storia malinconica, dolorosa, avvincente, a tratti comica e certamente romantica che vede il suo inizio su una splendida spiaggia, dove un uomo sconsolato ed immerso nei suoi pensieri comincia a vagare con la fantasia volendosi forzatamente distrarre dagli ultimi dolori trascorsi di vita vissuta. 

Così, ascoltando le onde del mare e lasciandosi distrarre dai passanti comincia a perdersi nei suoi pensieri e nei ricordi delle storie delle donne avute, associando per gioco ad ognuna di esse uno dei cinque sensi e rivivendo mnemonicamente tutte le sensazioni, le emozioni e le vicissitudini più forti vissute. 

I risvolti nella e della vicenda sono tanti e di variegata natura perché attraversano tutte le fasce di età e percorrono fedelmente la crescita che ogni uomo vive con la propria sessualità, sia dalla parte maschile che da quella femminile, a cominciare dalla pubertà, passando dall’adolescenza fino ad arrivare all’età adulta. La lettura del racconto porta ad un’immedesimazione del lettore e si crea quell’immaginario filo d’intesa che fa sentire il protagonista e le sue vicissitudini vicine ad ogni attimo di lettura dello stesso. Una storia che viaggia per i meandri interiori, spazia per variegati paesaggi ed avvincenti peripezie che sono spesso presenti nelle storie d’amore, nella mente e nel vissuto di chi vive e lotta intensamente per il più bel sentimento terreno: l’Amore.

Biografia dell’Autore:
Antonio Provitina, nato a Catania il 26-06-1981, sin da piccolo ama il teatro e quindi i viaggi ed il lavoro artistico hanno da subito condizionato la sua vita nelle scelte formative da portarlo a decidere di trasferirsi dalla piccola Agira a Milano. Lo studio recitativo e l’intrattenimento hanno spinto l’autore ad approfondire con la lettura la sua voglia di scrittura che dapprima sfociava in testi musicali, spettacoli o in piccoli pensieri e che ora, grazie a questo racconto, ha trovato la giusta collocazione. La sua vita è certamente zeppa di interessanti vicissitudini e di sfide continue ma questa lontananza dalle origini e la onnipresente voglia di emergere, lo hanno portato spesso a momenti di solitudine che ha voluto condividere nel racconto, scavando a fondo nel suo io, volendo condividere il suo modo di pensare e di agire ma soprattutto quello che ha sempre voluto tenere allenata: la fantasia.


l libro è in vendita su Amazon a questo link:
https://www.amazon.com/dp/1095241788/ref=cm_sw_r_wa_apa_i_uqSUCb13R4CJ3

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol