Passa ai contenuti principali

Omaggio a Mia Martini


“Anteprime... e non solo”
Stagione teatrale 2018/2019 presso il Teatro Pime
Presenta

PER ASPERA AD ASTRA-
Omaggio a Mia Martini

4 maggio | Teatro Pime | Via Mosè Bianchi 94 | Milano

Sabato 4 Maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Pime di Milano (via Mosé Bianchi) la Compagnia ATIR porterà sul palcoscenico il ritratto di una delle donne più influenti della storia della musica italiana: Domenica Rita Adriana Berté, in arte Mia Martini.

“Una voce con il sangue, con la carne”, narrata da tre attrici e cantanti – Matilde Facheris, Virginia Zini e Sandra Zoccolan – che cercano di restituirne la fragilità con un racconto variegato che spazia dalle sue splendide canzoni (dalle più conosciute ai gioielli nascosti), fino ai ricordi personali, racconti e testimonianze dei suoi tanti amici artisti: dalla amata/odiata sorella Loredana Berté a Ivano Fossati, autore di molte sue canzoni, compagno fondamentale di bellissimi progetti artistici e di una travagliata e profonda storia d’amore.

Il difficile e profondo rapporto con il padre, l’esperienza del carcere, la terribile nomea di “iettatrice”, diffusasi nel mondo dello spettacolo, data dall’invidia per quella voce così potente, nuova e commovente; ma anche la capacità di riproporsi e di ricominciare da capo, ogni volta.

Questa era Mia Martini, un’anima mediterranea, calda e solare, ma sempre accompagnata da uno strano senso di solitudine.

Un omaggio. Un ritratto. Un dono. Quello che ATIR propone di fare è raccontare, attraverso musica e parole, una delle voci più intense che siano esistite, in un progetto che vede la coesistenza di prosa e musica, grazie all’accompagnamento di Mell Morcone al pianoforte.

Un appuntamento imperdibile, quello presente all’interno del cartellone della stagione teatrale 2018/2019 “Anteprime… e non solo”, in un anno che ha contato numerosi omaggi alla cantante originaria di Bagnara Calabra, uno su tutti il fortunatissimo biopic Rai “Io sono Mia” con Serena Rossi.

ATIR è una delle realtà più longeve e significative del panorama teatrale cittadino e nazionale. Negli anni infatti ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui: Premio Hystrio per l’attività della compagnia (2012); Medaglia d’oro della Provincia di Milano (2007); Ambrogino d’oro, attestato di civica benemerenza del Comune di Milano (2012), Premio Rotary Spazio Cultura (2015).
Il gruppo è nato con l’intento di costruire e mantenere una propria autonomia artistica e organizzativa, per un teatro che sia semplice, diretto, chiaro, energico, privo di ermetismi o retorica; un teatro che sia dentro la realtà, dentro al tempo, spunto di riflessione dell’oggi: un teatro popolare di qualità in cui i grandi classici e le drammaturgie contemporanee si intersecano per restituire una visione possibile del presente, un teatro capace di attirare a sé categorie di pubblico molto variegate e trasversali.
--------------------

PER ASPERA AD ASTRA - Omaggio a Mia Martini

Produzione ATIR Teatro Ringhiera

Testo e regia : Matilde Facheris, Virginia Zini, Sandra Zoccolan

Con: Matilde Facheris, Virginia Zini, Sandra Zoccolan

Al pianoforte: Mell Morcone

“ANTEPRIME... E NON SOLO!” è una la nuova stagione teatrale presso il Teatro Pime di Milano nata dalla collaborazione diPianoinBilico e GecobEventi. Sulle tavole del palcoscenico del Teatro Pime, si alterneranno 11 spettacoli di diversi professionisti della scena italiana: artisti noti al grande pubblico, che hanno fatto e stanno facendo la storia del nostro teatro, accanto a compagnie di più recente formazione che operano da anni sul territorio milanese… e non solo! e che proporranno anteprime esclusive dei propri lavori. Il Teatro Pime, con 600 posti in platea e un passaggio di 100.000 spettatori l'anno, si pone l'obiettivo di diventare un punto di riferimento artistico e culturale sia per la Zona 8 che per tutta la città di Milano. Uno sguardo rivolto ai giovani grazie al coinvolgimentodi studenti dell’Istituto Europeo di Design, Moda e Arti Visive IED ma anche agli spettatori con l’attivazione di convenzioni con Coop e Feltrinelli.





PROSSIMI APPUNTAMENTI STAGIONE “ANTEPRIME... E NON SOLO!”



17 maggio 2019

La sirenetta | Regia: Giacomo Ferraù | con: Riccardo Buffonini, Giacomo Ferraù, Libero Stelluti, Giulia Viana e con Arturo Cirillo



24 maggio 2019

Dhvani - Risonanze | con: Lucrezia Maniscotti e i Dunia Trio



21 giugno

My Generation| Regia Stefano Cordella | con Daniele Crasti, Dario Sansalone, Francesco Meola





INFORMAZIONI



DATE E ORARI

Sabato 4 Maggio 2019

ORARIO

ore 21.00



LUOGO

TEATRO PIME via Mosè Bianchi, 94 Milano | MM Lotto



PREZZI

Intero € 18

ridotto under 25|over 65 € 10

Abbonamento 5 spettacoli a € 60

Convenzioni Feltrinelli, Coop € 13,50



INFO e PRENOTAZIONI

cell. 339.2380050

info@gecobeventi.it

www.gecobeventi.it





CREDITS

Ideazione| Direzione artistica: Silvia Giulia Mendola

Direzione organizzativa: Angelo Nigro

Comunicazione: Silvia Borsari

Ufficio stampa:

Federico Riccardo, press@gecobeventi.it | +39 3489286537



Con il patrocinio di Comune di Milano - Cultura

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol