Passa ai contenuti principali

C O N F I D E N T I A L N°1 6 ATTORI - 6 STORIE -1 SEDIA


AmArti
presenta

C O N F I D E N T I A L   N°1
6 ATTORI - 6 STORIE -1 SEDIA

da un'idea di Mimmo Strati e Elena Rossetto
testi di Mimmo Strati, Elena Rossetto,
Francesco Trifilio e Alexandra Filotei
Con Alexandra Filotei, Elena Fiorenza, Robert Madison
Elena Rossetto, Mimmo Strati e Francesco Trifilio

TEATRO DELLE MUSE
30 APRILE 2019  ORE 21

Il 30 aprile al Teatro delle Muse di Roma sarà in scena uno spettacolo particolare che nasce da un’idea di Mimmo Strati e Elena Rossetto. Si tratta di una rassegna di attori e storie, 6 nello specifico, dal titoloCONFIDENTIAL, che è al suo debutto nazionale e pertanto è la N°1.

Protagonisti delle sei storie saranno Alexandra Filotei, Elena Fiorenza, Robert Madison, Elena Rossetto, Mimmo Strati e Francesco Trifilio.

Al centro di questo spettacolo c'è l'attore, con la sua straordinaria capacità di rivivivere ciò che racconta, raccogliendo in sé le emozioni e offrendole, di getto e in confidenza, al pubblico in sala.

Per creare suggestioni, per divertire e per dare emozioni, all'attore bastano soltanto una storia e una sedia.

I testi, scritti da Mimmo Strati, Elena Rossetto, Francesco Trifilio e Alexandra Filotei, riguarderanno le avventure di un campione di wrestler in declino, il segreto della coppia perfetta, un viaggio nel mito dello spaghetti western, un rapporto conflittuale tra padre e figlia, le metamorfosi di una creatura aliena e un addio al nubilato.

Si comincia con la storia di Iron Mad di Mimmo Strati con Robert Madison: le avventure di un campione di wrestling in declino. Una metafora su come usiamo e poi gettiamo via i miti che noi stessi costruiamo, destinati a finire nella spazzatura, soprattutto poi quando il campione è solo una copia di sé stesso.

A seguire, Alex di Mimmo Strati e Alexandra Filotei con Alexandra Filotei. Qual è il segreto della coppia perfetta? Bisogna cercare l'anima gemella, oppure l'altra metà? La giovane donna Alex dimostra di non avere le idee nolto chiare in materia e la sua vita diventa frenetica quando non riesce a scegliere da che parte andare.

E’ la volta di Racconti dal West di e con Francesco Trifilio: un viaggio nel mito dello spaghetti western, alla scoperta dei segreti e dei trucchi di un cinema che ha fatto scuola. Attraverso le verità creative e geniali della straordinaria relazione tra Sergio Leone, regista di grande talento ma allo stesso tempo irriverente e cinico, il suo sceneggiatore poco fortunato, e il grande compositore Ennio Morricone.

E ancora, Giulia di e con Mimmo Strati: il rapporto conflittuale fra un padre single impulsivo e una figlia ribelle di sedici anni. Due generazioni diverse, che non riescono proprio a dialogare, ma che invece scopriranno un luogo insolito in cui ritrovarsi.

La penultima storia sarà Metamorfosi di e con Elena Rossetto: mondi, linguaggi e corpi diversi. L'esperienza irreversibile di una creatura aliena che nell'arco di una sola notte sperimenterà fuori e dentro di sè emozioni, traumi e sentimenti autenticamente umani; la sua natura dovrà confrontarsi con ciò che non avrebbe mai immaginato.

Chiude la rassegna Non è successo niente di Mimmo Strati con Elena Fiorenza: l'addio al nubilato della giovane Valentina si conclude in un modo del tutto inatteso. Quella prima del matrimonio sarà una notte speciale per lei, costretta suo malgrado a confrontarsi con una parola così rara. Coraggio.
--------------------------------------
C O N F I D E N T I A L N°1

6 ATTORI - 6 STORIE -1 SEDIA

da un'idea di Mimmo Strati e Elena Rossetto

testi di Mimmo Strati, Elena Rossetto,

Francesco Trifilio e Alexandra Filotei

Con Alexandra Filotei, Elena Fiorenza, Robert Madison

Elena Rossetto, Mimmo Strati e Francesco Trifilio



MARTEDI' 30 APRILE 2019 ORE 21.00



TEATRO DELLE MUSE

via Forlì 43 - ROMA

per info: 06 44233649

BIGLIETTO UNICO 12,00 €

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol