Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

Associazione Culturale Terre Vivaci presenta "I MIEI SOLDI"




Associazione Culturale Terre Vivaci
presenta

I MIEI SOLDI


una scrittura scenica originale di Mario Migliucci e Adriano Saleri

liberamente ispirata al romanzo "Mon chèque" di Jean-Claude Carrière

con Licia Amendola, Stefano Fregni, Mario Migliucci, Laura Rovetti

e l'amichevole partecipazione in video di Andrea Cosentino

luci: Andrea Bruno

costumi: Ilaria Capanna

disegno locandina: Sara Federico

regia di Adriano Saleri


Dall' 11 al 14 aprile 2019
Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma



Debutta al Teatro Studio Uno dall'11 al 14 aprile “I miei soldi”, una scrittura scenica originale di Mario Migliucci e Adriano Saleriquest'ultimo anche regista delle pièce liberamente ispirata al romanzo "Mon chèque" di Jean-Claude Carrière.

Sul palco gli attori Licia Amendola, Stefano Fregni, Mario Migliucci, Laura Rovetti protagonisti di una storia che racconta le disavventure di uno sceneggiatore in bilico tra slancio creativo, orgoglio professionale e debolezza: una metafora grottesca della fragilità dell’arte nell’epoca della crisi.

Lo spettacolo indaga il rapporto tra arte e denaro, burocrazia e cinema, soldi e amore per la creatività, attraverso le riflessioni di uno sfortunato scrittore, il suo universo familiare ma sopratutto professionale: tra personaggi che affollano gli uffici della casa di produzione, anticamere, segretarie in crisi, codici bancari errati e un produttore quasi sempre irreperibile. Rimbalzato come una palla da flipper, lo scrittore viene continuamente rimandato, respinto, rinviato al momento del pagamento che sembra non arrivare mai o quando arriva sembra celare trappole pericolosissime.

Le settimane passano. I mesi passano. In attesa di cosa? Forse del nulla. Forse la fattura non sarà mai saldata. O forse lo sarà troppo tardi. E l’Arte dove sta? Dove sta il Cinema in tutto questo? Dove la Scrittura? Lo Sceneggiatore, il nostro eroe, continua a non capire. Non si arrenderà. Combatterà fino alla fine.





I miei soldi” 11-14 aprile | Sala Teatro
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).
Ingr. 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00

PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1
Per info: 3494356219- 3298027943

Commenti

Post più popolari