Passa ai contenuti principali

DonneTeatroDiritti - BACCANTI REWIND


DonneTeatroDiritti
BACCANTI REWIND
Dal 20 marzo il percorso a ritroso della vicenda de “Le Baccanti” di Euripide al PACTA SALONE con la regia di Annig Raimondi e Paolo Bignamini 

Dal 20 al 24 marzo2019 al PACTA SALONEparte del Progetto DonneTeatroDiritti, giunto al suo decimo anno, in collaborazione con il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi e Regione Lombardia, torna BACCANTI REWIND da Euripide con ladrammaturgia di Maddalena Mazzocut-Mis e la regia di Annig Raimondi e Paolo Bignamini, in collaborazione con ScenAperta – Altomilanese Teatri e l’Università degli Studi di Milano: il percorso a ritroso della vicenda de “Le Baccanti” per cercare una nuova luce.

Restano solo tre donne, tre sorelle, tre Baccanti con il compito di tracciare un nuovo corso per la città. Una di loro è proprio Agave, alle prese con l'elaborazione del suo terribile gesto, l’uccisione violenta del figlio Penteo. In una sorta di clinica che pratica una crudele 'terapia della memoria', le donne costringeranno la sorella a confrontarsi con la consapevolezza del proprio delitto, la obbligheranno a farlo proprio, a caricarlo tutto su di sé, per avere un nuovo perfetto capro espiatorio. L’idea registica ha coinvolto nell’allestimento il progetto riabilitativo e innovativo di RI-COSTRUZIONE del USC Psichiatria del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi. Il loro laboratorio creativo ha contribuito con la costruzione di particolarissime “maschere”.

L’uccisione di un figlio da parte di una madre è uno dei grandi incubi della nostra contemporaneità. Le tematiche in gioco al tempo di Euripide erano però altre: l’aspetto religioso (con la vendetta del dio Bacco), la questione politica, i movimenti popolari, le società misteriche. Lo spettacolo ripercorre a ritroso la vicenda de “Le Baccanti”, come un'indagine che ricerchi una luce nascosta sulle tematiche profonde e inesauribili del testo. Recuperare questa “distanza” che ci separa dalla dimensione della tragedia greca consente di sperimentare nuovi punti di vista.

“Ripercorrere la vicenda delle Baccanti riavvolgendo il nastro della narrazione ci porta a indagare le ragioni del gesto terribile e imperscrutabile di Agave: l'uccisione violenta del figlio Penteo è qui il punto di partenza e non quello di arrivo. E' proprio a partire dalla fine che ricostruiamo i fatti: il nostro nuovo orizzonte diventa il tentativo di comprendere l'inspiegabile. – affermano i registi Annig Raimondi e Paolo Bignamini - Sappiamo che dietro il mito, dietro la follia del baccanale, dietro la schermaglia tra Penteo e Dioniso si cela un discorso che ci riguarda”.
----------------------

PACTA SALONE

Dal 20 al 24 marzo 2019 DonneTeatroDiritti

BACCANTI REWIND

da Euripide

drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis

regia Annig Raimondi e Paolo Bignamini

con Maria Eugenia D’Aquino, Maria Grosso, Annig Raimondi, Paola Romanò

luci e spazio scenico Fulvio Michelazzi

musiche originali Maurizio Pisati

costumi Nir Lagziel

assistenti alla regia Maria Grosso e Gianmarco Bizzarri

produzione PACTA . dei Teatri

in collaborazione con ScenAperta-Altomilanese Teatri, Università degli Studi di Milano e il progetto riabilitativo RI – COSTRUZIONE del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST di Lodi

Durata 70’



INFO - PACTA SALONE - via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

Per informazioni: www.pacta.org-mail biglietteria@pacta.org- promozione@pacta.org- tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org

Orari spettacoli damartedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.30, lunedì riposo

Orari biglietteria:dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00

nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni €16 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €12 (min. 10 persone) | gruppi scuola €9 | Prevendita €1,50 - per gli spettacoli della rassegna PARAPIGLIA biglietti € 6,00 per tutti

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol