Passa ai contenuti principali

PAROLACCE SOTTOVOCE


Associazione Culturale Teatro Trastevere
presenta
EVENTO SPECIALE 
PAROLACCE SOTTOVOCE
ESCLUSIVAMENTE 29 e 30 gennaio 2019 ore 21
scritto e diretto da Yasmine Bouabid
in scena lo spettacolo su integrazione e adolescenza
Teatro Trastevere a Roma
Con
Eleonora Muzzi, Benedetta Cassio, Mauro Tiberi,
Simona Vazzoler e Ethel Fanti Ciupi


Lo spettacolo dal titolo “Parolacce Sottovoce”, scritto da Yasmine Bouabid e interpretato da Eleonora Muzzi, Benedetta Cassio, Mauro Tiberi, Simona Vazzoler e Ethel Fanti Ciupi, andrà in scena presso il Teatro Trastevere come Evento Speciale esclusivamente nelle date del 29 e 30 gennaio.

Racconta la storia di Mariem (Eleonora Muzzi), adolescente figlia di immigrati musulmani, che vive nel silenzio e nei rigidi limiti imposti dalla famiglia finché non incontra Eva (Benedetta Cassio), compagna di liceo omosessuale e sregolata, che le mostrerà lati del mondo e di sé stessa che aveva sempre temuto di affrontare.

La vicenda trae ispirazione dalla vita personale dell’autrice, di origini italo-tunisine, che ha voluto raccontare una condizione di emarginazione che può portare alla solitudine o agli eccessi.

Il testo nasce nel 2017 all’interno di un laboratorio di drammaturgia, ed è parte, nel dicembre 2018, del progetto “Accoglienze!” vincitore dell’avviso pubblico “CULT! – L’Ottava Meraviglia” realizzato con il finanziamento di Roma Capitale – Municipio Roma VIII.

Lo spettacolo rappresenta l’abbattimento di muri culturali ed ideologici, l’incontro-scontro fra realtà diverse ed apparentemente inconciliabili: musulmani e occidentali, etero ed omosessuali, ribelli e silenti, giovani ed adulti. Questa rivoluzione viene significativamente raccontata attraverso il periodo dell’adolescenza, dove tutto appare amplificato ed è fondamentale trovare sé stessi.


L’amicizia tanto inaspettata quanto profonda fra Mariem ed Eva permette ad entrambe di scavalcare i propri limiti oltre i quali, inevitabilmente, le due ragazze si trovano a fare i conti con la propria autentica identità.

Parallelamente, le vicende familiari della protagonista raccontano di come i modelli imposti dai genitori possano mettere in discussione la voce dei figli e inconsapevolmente castrarne il potenziale.

I conflitti messi in gioco sono molteplici, inevitabilmente vicini a chiunque viva l’Italia di oggi, e non sempre si risolvono come vorremmo: in questo abbiamo voluto essere realisti.

Uno spettacolo coinvolgente ed emozionante, che dimostra come culture e personalità tanto diverse possano comunicare ed imparare l’una dall’altra.

Con Parolacce Sottovoce appuntamento al Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli 3, 29 e 30 gennaio, martedì e mercoledì ore 21:00.

Teatro Trastevere
via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol