Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

"LA POETICA DELLA VIOLA " A CURA DELLA CAMERA MUSICALE ROMANA


CAMERA MUSICALE ROMANA
Convento dei SS. XII Apostoli - Sala dell'Immacolata
domenica 27 gennaio ore 18:30  - 
“La poetica della viola”
Programma
Eseguono:
Viola: Domenica Pugliese
Pianoforte: Monaldo Braconi

M. Glinka:                  Sonata in re min. per viola e pianoforte

R. Schumann:           Marchenbielder op. 113;
Quattro pezzi per viola e pianoforte
1) Nicht schnell
2) Lebhaft;
3) Rasch;
4) Langsam, mit melancholischem Ausdruck

S. Braconi:                Elegia e Capriccio
 A. Khachaturjan:      Adagio dal balletto "Spartacus"
S. Rachmaninov:      Vocalise
 J. Brahms:                Scherzo dalla sonata F. A. E.


Il programma vuole essere un'indagine sulle caratteristiche espressive del timbro della viola.

Questo strumento sino al XIX secolo era considerato come di "ripieno", andando a toccare i registri intermedi posti tra quello del violoncello e quello del violino. In effetti lo stesso Mozart, tuttavia, aveva avuto modo di apprezzare il suo timbro: suonando egli stesso la viola ebbe modo di comporre un trio meraviglioso per violino, viola e pianoforte, soprannominato "Trio dei Birilli", avendolo composto di getto, appoggiandosi ad un tavolo da biliardo sul quale erano posti dei birilli che si divertiva a far cadere.

Nel XIX e poi nel XX secolo la viola vide riconosciuta la dignita' della sua meravigliosa voce, calda ed affascinante, grazie all'opera di alcuni compositori che verranno proposti anche in questo programma: da Glinka, padre della musica russa, passando per Schumann, Rachmaninov, Kachaturjan, Brahms e toccando anche la contemporaneità con l'Elegia e Capriccio di Simonide Braconi, prima viola dell'Orchestra del Teatro "Alla Scala" di Milano, compositore di alcune pagine importanti per questo strumento.

In effetti dal 1800 in poi la viola vide accrescere le composizioni ad essa dedicata, con pagine di poetica e bellezza assoluta.
-----------------------------------------

PROSSIMO APPUNTAMENTO

Domenica 10 febbraio 2019 ore 18.30

"Franz Liszt e l'italia: I sonetti del Petrarca e parafrasi dalle opere di Verdi"

Soprano: Chiarastella Onorati

Pianoforte: Giulio De Luca




CONVENTO S. XII APOSTOLI - SALA dell’IMMACOLATA
Via del Vaccaro, 9 - angolo p.za Ss. Apostoli Roma
Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

Convenzioni aperte con l'Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l'Accademia Musicale Sherazade


Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

Info e prenotazioni:
cameramusicaleromana@gmail.com
www.cameramusicaleromana.it

Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457



Commenti

Post più popolari