Passa ai contenuti principali

’I GUARDIANI” di e con MAURIZIO DE GIOVANNI



Il TIN Teatro Instabile di Napoli Michele del Grosso
ospita

Inbilico Teatro e Film
che presenta

I GUARDIANI”
di e con
MAURIZIO DE GIOVANNI
Adattamento e regia
RAMONA TRIPODI
e con Raffaele Ausiello, Adriana D' Agostino, Valeria Frallicciardi, Marco Palumbo,Luciano Roffi, Peppe Romano, Ramona Tripodi, Letizia Vicidomini.


23 dicembre ore 21.00
Dopo l'Anteprima Nazionale, accolta con soldout lo scorso luglio all'Orto Botanico, il 23 dicembre alle ore 21:00 al Teatro Instabile di Napoli torna I Guardiani di e con Maurizio de Giovanni per la regia di Ramona Tripodi, che ne ha curato anche l'adattamento, con le musiche di Marco Messina.
In scena Raffaele Ausiello, Adriana D' Agostino, Valeria Frallicciardi, Marco Palumbo,Luciano Roffi, Peppe Romano, la stessa Ramona Tripodi e la poliedrica Letizia Vicidomini.

Ci sono solo tre luoghi. Qui. Il Sotto e il Sopra. Napoli non è una città come le altre. Napoli non è neppure una città sola. Perché sotto quella che conosciamo ce n'è una sotterranea, nascosta agli occhi del mondo, con il buio al posto della luce. Marco Di Giacomo l'aveva intuito, un tempo, quando era un brillante antropologo e aveva un talento unico nell'individuare collegamenti invisibili tra le cose. Poi qualcosa non ha funzionato e ora, ad appena quarant'anni, non è altro che un professore universitario collerico e introverso, con un solo amico, il suo impacciato ma utilissimo assistente Brazo Moscati. Considerati folli per le loro accanite ricerche sui culti antichi, i due sono costante oggetto dell'ironia di colleghi e studenti. 


Perciò nessuno si meraviglia quando il direttore del loro dipartimento li spedisce a fare da balie ad Ignrid una giornalista tedesca venuta in Italia per scrivere un pezzo sensazionalistico sui luoghi simbolo dell'esoterismo. 

Per liberarsi della seccatura, Marco chiede aiuto a sua nipote Lisi, ricercatrice anche più geniale dello zio ma con una preoccupante passione per le teorie complottiste, dal carattere indisponente. Uno degli ultimi soli di Dicembre è ormai calato sulla città. Il Natale è ormai alle porte ed esplode in città con le luci colorate ed i pastori di San Gregorio Armenio. Ma, per qualcun altro, non sono semplicemente i giorni che precedono il Natale. Sono i giorni del Solstizio d' Inverno. 

I quattro s'imbatteranno in qualcosa di terribile che emerge nell’oscurità delle gallerie napoletane: cadaveri, segnali strani che conducono ad un passato mai emerso. Una verità che forse avevamo davanti da sempre e non abbiamo mai voluto vedere. Forse qualcuno ha lasciato lì un messaggio per loro, forse quel giro nei sotterranei non avrà un esito positivo e allora l’unica missione di Marco sarà uscire sani e salvi da quella trama di misteri, portando con se la giornalista e la sua terribile e adorata nipote.“La tentazione di mettere in scena questo splendido romanzo nasce dalla voglia di protare a teatro una storia che parla di una realtà allo specchio.

Dove la fantascienza e l'esoterismo si mescolano con la storia e il mito di questa città antichissima. Una realtà capovolta, che mostra una Napoli inedita che, nel sottosuolo tufaceo, svela un'intera altra città che nessuno sa quanto sia estesa. E poi c'è il rapporto di Napoli con il fuoco. Nelle sue viscere scorre la lava. Solo Maurizio de Giovanni poteva scrivere questo romanzo che nasce dalla conoscenza profonda di una città e della sua gente ma si spinge molto più lontano con i suoi personaggi profondamente umani anche quando sembrerebbero non esserlo per niente. Spiega Ramona Tripodi che nel 2009, insieme con Andrea Canova ed Adriana D'agostino, fonda Inbilico Teatro e Film, realtà teatrale e cinematografica attiva sul territorio da quasi dieci anni, che vanta produzioni felici come lo spettacolo dedicato alla tragedia del Titanic dal titolo “Il Sole di Notte”.
--------------------------

I Guardiani

di e con Maurizio de Giovanni

adattamento e regia di Ramona Tripodi

con Raffaele Ausiello/ Adriana D'Agostino/ Valeria Frallicciardi/ Marco Palumbo/ Luciano Roffi /Peppe Romano/ Ramona Tripodi/Letizia Vicidomini

musiche Marco Messina



TIN TEATRO INSTABILE MICHELE DEL GROSSO

vico Fico Purgatorio ad Arco 38, Napoli (Na)

Domenica 23 Dicembre ore 21:00

info e prenotazioni

Prenotazione Obbligatoria inbilicoteatro@libero.it 

----------------------------------------------------------------

Inbilicoteatro nasce nel 2009 creando atti performativi come DisservizioTaxi performance teatrale che si svolge a bordo di due automobili in giro per la città che viene premiata dalla Giuria del Festival Ramblas (NTF ed 2009 Premio Ramblas come miglior performance d'innovazione. )ed a Stazioni d'Emergenza. 

Un anno dopo, nel 2010, si sviluppa l'altro lato di Inbilicoteatro:Inbilicofilm etichetta di cinema indipendente nata dalla Officina Rabbiz con Il primo cortometraggio dal respiro teatrale:Il Provino. Collaborano con noi in questa avventura , Nino Bruno per la presa diretta e Guido Lombardi alla macchina da presa. Il bisogno di creare contaminazioni con le diverse arti diviene il tratto che meglio connota il carattere di ricerca e di sperimentazione della compagnia Inbilicoteatro.

Il sapore pittorico dello spettacolo Il Sole di Notte nasce nel 2012 dalla collaborazione con Cesare Accetta e dal suo disegno luci dalla cui profondità riaffiora il relitto del Titanic dagli abissi dell'anima, ed è nelle cinquine finaliste del Premio Premio Landieri ed. 2013 come: Miglior Spettacolo /Premio giuria popolare/Miglior Il Sole di Notte Giovane attore / Miglior Giovane Attrice/Riceve il Premio Miglior Giovane Attrice Ramona Tripodi Motivazione: “Per la sua eccellente interpretazione nello spettacolo Il sole di notte, per essere calamita nel confronti dello spettatore. 

Per Il sole di notte dove ha diretto un magnifico coro di artisti. Un premio per un progetto ben riuscito per uno spettacolo che merita di essere visto”. Successivamente nasce, La Regina dei Topi la cui drammaturgia teatrale che racconta una fiaba nera, nel regno degli Invisibili. Coloro che hanno perso tutto e che vivono ai margini. Nel 2014 Paradiso Mancato uno spettacolo creato a quattro mani con la scrittura sonora di Marco Messina e la drammaturgia di Ramona Tripodi creando così un esperienza di contaminazione di più linguaggi: quello della musica , quello visivo e quello teatrale partendo dalla suggestione suggerita dal V Canto dell'Inferno della Divina Commedia di Dante. Paradiso Mancato è prodotto insieme con L’Asilo la comunità di lavoratori e lavoratrici in autogoverno all’ex asilo filangieri nel cuore di Napoli. 

Attualmente la compagnia Inbilicoteatro viaggia indietro nel tempo nel Giugno 1946 destinazione Forcella per raccontare il dopoguerra attraverso lo sguardo dei esposti dell' Annunziata con A' Rota scritto e diretto da Ramona Tripodi E debutterà il 12 Luglio 2018 con lo spettacolo “I Guardiani” di Maurizio De Giovanni per l'adattamento e la regia di Ramona Tripodi. Inbilicofilm dopo aver realizzato e prodotto Rimbo cortometraggio di Andrea Canova vincitore del bando Linea D'Ombra ed 2010 con cui Ramona Tripodi vince il premo miglior attrice al Kalat Nissa Film Festival, Warrior Film Festival (Liverpool) e al Salus Film Festival e produce il secondo cortometraggio Il Vicino. Inbilcofilm ha proodotto ed è attualmente in distribuzione con Je so Pazzo il documentario di Andrea Canova sull’ Ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli vicnitore de Lo Spiraglio Film Festival e di Ischia Film Festival – sezione scenari campani- L'Associazione Culturale Inbilicoteatro e film ha vinto il bando Ministeriale “Cine Periferie” edizione 2018 grazie al quale potrà produrre un nuovo documentario dal titolo il corridoio delle farfalle per la regia di Andrea Canova e Claudia Brignone.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol