SERGIO SGRILLI - “Visioni”… storie di un insonne malato d'amore.

08:25





“VISIONI”

di e con SERGIO SGRILLI

Venerdì 23 NOVEMBRE 2018 alle ore 20,45


Venerdì 23 novembre, alle 20.45 andrà in scena all’EcoTeatro di Milano, il cabarettista, attore e musicista Sergio Sgrilli, con lo spettacolo “Visioni”… storie di un insonne malato d'amore, scritto dallo stesso artista.

Un microfono e una chitarra danno voce a pensieri, paure, dubbi e riflessioni di un uomo che viaggia nel complesso universo dell’amore.

Tante situazioni, storie diverse s’intersecano nella sua mente che rilegge le varie figure femminili incontrate, sognate, vissute.

Quadri, immagini, “VISIONI” in cui oltre a consolidare la verve comica di Sgrilli, il suo brillante senso dell’umorismo, vengono mostrati al pubblico il suo lato introspettivo e le sue doti attoriali.

Lo spettatore ha la possibilità di pensare, commuoversi e ridere allo stesso tempo, di viaggiare restando nello stesso luogo.


EcoTeatro
Via Fezzan 11 - 20146 Milano
Direzione Marco Daverio
http://www.ecoteatro.it Tel: 02 82773651
Costo bigliettii: € 15.00/30.00
La biglietteria è aperta da giovedì a sabato dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Tel: 02 82773651



BIO SERGIO SGRILLI
Classe '68, nasce e cresce in riva al mare della Maremma Toscana. Poca voglia di studiare sui libri e troppa di imparare dalla Vita, si consacra autodidatta per necessità e, giovanissimo, sale sul palco con un sogno: la musica. Vive appieno il movimento del '68… ma in realtà è l'82 ed è proprio questo anacronismo che lo segnerà per sempre. Suona e fa di tutto, suona di sera perchè di giorno lavora. Lavora e fa di tutto, per mangiare e suonare la sera. Nel '90 sposa a tempo pieno la sfera artistica creativa e, "chitarra e sacco a pelo", gira per anni tra località turistiche italiane e un po' di mondo. Musica, sub, moto, mare, cibo, neve, fango, sesso, birra e cose inenarrabili, sono le passioni che creano incontri e interazioni con gli altri, che ne modificano l'animo. I viaggi, i traslochi, il vivere e lavorare in giro fanno il resto.

Nel '96 si ferma a Milano dove inizia a colmare le varie lacune tecniche con stage e corsi mirati. Da lì a poco l'incontro e l'integrazione nella realtà cabaret del locale Zelig.

Schivo e distante dallo showbiz, si vanta di essere l'unico comico della sua generazione a non aver scritto un libro. Resisterà? Difficile rinchiuderlo in una definizione e se, inevitabilmente, il lato comico troneggia per popolarità sugli altri, è impossibile capire Sergio senza tener conto dello Sgrilli musicista, cantante, attore, regista, interprete, autore, improvvisatore, essere pensante. Polemico e anarchico, ama la semplicità in tutti i diversi piani di lettura che la possono comporre.

Da sempre punta tutto sul rapporto con il pubblico, sull'approccio live. In una parola: VITA!

Alla domanda "Chi è Sergio Sgrilli?" lui risponde: "Una mente pensante".



You Might Also Like

0 commenti