Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

NEL NOSTRO PICCOLO - Ale & Franz raccontano la vita a teatro.



Il Teatro è quel posto meraviglioso dove possiamo vedere tante storie, di ogni genere... e ogni volta vedere una storia nuova davanti a te, dal vivo, sul palcoscenico... è un'emozione diversa!

Quando a raccontarcela sono due grandi artisti italiani, il risultato non può che essere unico!


La maggior parte di noi ha conosciuto Ale & Franz guardando lo storico ZELIG in televisione. Conosciamo quasi a memoria i loro sketch e, dite la verità, ogni tanto qualche citazione nella nostra quotidianità, ci scappa!

Ma li avete mai visti dal vivo? Un'esperienza che va ben oltre il mondo della televisione e del cinema.

Il loro nuovo spettacolo, attualmente in scena al Teatro Nuovo di Milano fino all'11 novembre, si intitola NEL NOSTRO PICCOLO, un viaggio alla ricerca del punto di partenza. Dopo quasi 25 anni di conoscenza , Ale &Franz hanno scelto di raccontare quello che ha motivato il loro entusiasmo e la ricerca della comicità, passando attraverso i punti focali della vita. Dalle delusioni, alle sconfitte, dal coraggio alla voglia che ognuna ha di far valere le proprie idee... ma sempre prendendo ogni aspetto con ironia.

La loro carriera artistica e non, ha avuto sempre come punti di riferimento due grandi maestri come Giorgio Gaber e Enzo Jannacci e, Nel nostro piccolo, la loro presenza si sente e si vede, e si percepisce l'emozione di Alessandro e Francesco nelle loro esibizioni canore.

La vera bellezza di questo spettacolo sapete qual è? L'immensa bravura attoriale di Ale & Franz! La recitazione vera, pulita, sentita, toccante che solo il teatro riesce a dare: alternare momenti di risate pure a attimi di commozione sinceri... esci dal teatro con la sensazione di aver visto e vissuto per quasi 2 ore, una storia vera.

Bellissima scelta regista di Alberto Ferrari che mantiene un filo conduttore per tutto il tempo di grande effetto. Band dal vivo che vi coinvolgerà nei brani scelti per lo spettacolo.

Bisognerebbe imparare a non prendersi mai troppo sul serio e riuscire a ridere anche sulle cose di cui di solito, la maggior parte di noi, non ride.

Ho letto recentemente un articolo che parla della tesi sostenuta anche dall' equipe della St. Edwards University di Austin, in Texas, che sostiene che "Passare dal sorriso alla risata vera e propria permetterebbe anche di rilassarci fisicamente e mentalmente, aiutandoci a trovare più facilmente le soluzioni ai problemi che ci affliggono. Se riusciamo a organizzare la nostra vita privata e lavorativa, il sorriso comparirà spontaneo sul nostro viso"

Andate a vedere Ale & Franz a teatro perchè... "nel loro piccolo"... vi daranno tanto!
--------------------------
NEL NOSTRO PICCOLO
scritto da Francesco Villa, Alessandro Besentini, Alberto Ferrari e Antonio De Santis
regia di Alberto Ferrari
musicisti - Luigi Schiavone, Fabrizio Palermo, Francesco Luppi e Marco Orsi
foto - Giacomo Saviozzi

Un ringraziamento personale ad Ale & Franz, all'ufficio stampa e al Teatro Nuovo di Milano


Commenti