Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

ROSADILICATA Il canto che libera - Canti e cunti di/per Rosa Balistreri



La Compagnia Il NaufragarMèDolce
presenta

ROSADILICATA

Il canto che libera. Canti e cunti di/per Rosa Balistreri

Testo e interpretazione di Chiara Casarico
Musiche dal vivo di Stefania Placidi e Roberto Mazzoli
Regia di Emilia Martinelli

TEATRO INDIA
5 NOVEMBRE 2018 – ORE 21

Dopo le repliche in Francia, Germania e Lussemburgo la storia di Rosa Balistreri arriva sul palco del Teatro India di Roma. Il 5 novembre è in scena Rosadilicata,lo spettacolo scritto e interpretato da Chiara Casarico, dedicato a una grande artista e a una grande donna. Lo spettacolo, prodotto dall’associazione culturale Il NaufragarMèDolce, è patrocinato dal I Municipio di Roma.

Rosadilicata è il racconto di un riscatto, attraverso le canzoni e le emozioni, di una donna che non si è mai fatta schiacciare dalla sua condizione di donna e di proletaria, e che ha portato nel suo canto e nella sua pelle la disperazione dei reietti e dei povericristi.

Rosa Balistreri è uno di quei personaggi che appartengono all'immaginario più profondo della Sicilia. Rosa – come molti siciliani – fu costretta ad emigrare e vivere lontano dalla sua terra. Nata da famiglia poverissima, lei, semianalfabeta, riuscì a riscattarsi dalla sua condizione di miseria e diventare amica di grandi come Guttuso, Sciascia e Amalia Rodriguez, incarnando un modello di donna che non si arrende e che lotta per la propria emancipazione.

L’idea dello spettacolo nasce da un lavoro di ricerca di Chiara Casarico sul canto popolare, cominciato grazie all’incontro artistico conLucilla Galeazzi. L’intento è quello di dare corpo e voce a una donna che ha avuto la forza e il coraggio di andare contro le “regole” di una società arcaica e maschilista e che è riuscita ad affrancarsi da una condizione di subalternità proprio grazie al canto.

Come ha scritto Ignazio Buttitta, che collaborò con Rosa Balistreri e le fu amico, “ogni volta che cercheremo le parole, i suoni sepolti nel profondo della nostra memoria, quando vorremo rileggere una pagina vera della nostra memoria, sarà la voce di Rosa che ritornerà a imporsi con la sua ferma disperazione, la sua tragica dolcezza ...”
-----------------

ROSADILICATA

Il canto che libera. Canti e cunti di/per Rosa Balistreri

Testo e interpretazione di Chiara Casarico

Regia di Emilia Martinelli

Musiche dal vivo di Stefania Placidi e Roberto Mazzoli

Consulenza musicale di Gabriella Aiello

Scenografia di Lorenzo Terranera

Disegno luci di Davide Barittoni

Foto di Federica Principi

Organizzazione di Laura Gentile e Stefano Romanelli

Produzione Il NaufragarMèDolce




Teatro India

5 novembre 2018 ore 21

Lungotevere Vittorio Gassman, 1

Tel: 06.684000311

Biglietti: 20€, 16€, 14€

Commenti