Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

IO SONO IL MARE - Ispirato alla vicenda giudiziaria di Derek Rocco Bernabei




IO SONO IL MARE
Ispirato alla vicenda giudiziaria di Derek Rocco Bernabei
di Stefano Massini
Regia Brunella Ardit. Con Adriano Martinez, Franco Ciani,
Una produzione Oneiros Teatro
Durata 70 minuti atto unico
Sabato 10 novembre 2018 ore 20:45
Nuovo Teatro Ariberto, Via Daniele Crespi 9, Milano


Arriva a Milano lo spettacolo di Stefano Massini sulla pena di morte, vincitore del Premio Totola di Verona nel 2017 come miglior spettacolo e come miglior attore.

”Io sono il mare" affronta il tema della pena di morte portando in scena una storia vera, quella di Rocco Derek Barnabei, un italo-americano di 33 anni, giustiziato in Virginia il 14 settembre del 2000, con l’accusa di aver stuprato e ucciso la sua fidanzata, Sarah Wisnosky, una ragazza di 17 anni. Dai risvolti inquietanti di quella storia, dal diario di
Barnabei, dai suoi disegni, dalle sue poesie, Stefano Massini ha elaborato una drammaturgia di alto valore etico: una scrittura, intellettualmente onesta, che affida la propria analisi alla dialettica, anche la più spietata, alla forza espressiva delle parole e al potere evocativo delle immagini. 


L’azione teatrale si svolge all’alba del 15 settembre, all’indomani dell’esecuzione, in un’asfittica stanza del Braccio della Morte di Greensville. Nel gelido squallore di questo luogo, si incontrano il cappellano Padre Jim Gallagher e il secondino Tenente Frank Houdson, fiero sostenitore della pena di morte: lo scopo
di questo incontro è quello di compiere l’estrema procedura, la raccolta e la consegna ai familiari degli oggetti del condannato, ovvero l’archiviazione della vita di un uomo. Tra i due si snoda un dialogo serrato e intenso nel quale non vi sono vincitori e vinti. Il ring è
quello delle responsabilità individuali e collettive.
-----------------------------
"Io sono il mare" , sabato 10 novembre 2018 alle 20.45 al Nuovo Teatro
Ariberto di via Daniele Crespi 9, Milano
.

Commenti